in

Un’enorme nuvola lunga un milione di chilometri che spunta dal sole viene catturata da un astrofotografo

Una nuvola colossale lunga un milione di chilometri che esce dalla superficie del Sole viene catturata dall’astrofotografo: un’immagine straordinaria mostra un flusso luminoso di plasma che viaggia a 100.000 miglia orarie mentre fluttuava nello spazio

  • Un astrofotografo dilettante ha scattato più di un milione di foto del Sole in un periodo di sei ore
  • È scoppiata una tempesta solare, risultando nella più grande protuberanza solare che abbia mai visto
  • Una nuvola di plasma iniziò a formarsi dalla protuberanza, che crebbe fino a raggiungere una lunghezza di circa un milione di miglia, poi si staccò e fluttuò nello spazio fino a scomparire

annuncio

Un astrofotografo dilettante ha puntato il suo telescopio verso il Sole e ha osservato una nuvola schizzare fuori dalla superficie infuocata a 100.000 miglia orarie e crescere fino a oltre un milione di miglia di lunghezza.

Andrew McCarthy, che vive in Arizona, ha detto a DailyMail.com di aver trascorso sei ore a scattare più di un milione di foto, che ha “cucito insieme” per l’immagine finale, ma poiché la nuvola era così massiccia che è stato in grado di cattura la foto.

L’espulsione di gas surriscaldato energetico e altamente magnetizzato, o espulsione di massa coronale (CME), è stata rilasciata da quello che secondo McCarthy era il più grande lobo solare che avesse mai visto: la caratteristica luminosa che si estendeva verso l’esterno dalla superficie era larga circa 500.000 miglia.

Il giorno in cui McCarthy stava osservando il sole fu anche quando una piccola tempesta solare si accese sul sole, portando alla formazione della grande protuberanza che attirò la sua attenzione.

“Ho notato che il grande vantaggio stava iniziando a decollare, un chiaro segno che stava per accadere qualcosa di eccitante”, ha detto.

“Così ho tenuto il mio telescopio puntato [at] e guardò il modulo ECM.

“Questi sono i momenti per i quali vivono gli astronomi solari.”

Andrew McCarthy ha catturato una nuvola colossale che sprizzava dal sole.  Il flusso di plasma si estendeva per circa un milione di miglia.  L'evento è avvenuto durante una piccola tempesta solare

Andrew McCarthy ha catturato una nuvola colossale che sprizzava dal sole. Il flusso di plasma si estendeva per circa un milione di miglia. L’evento è avvenuto durante una piccola tempesta solare

La colossale nuvola si è formata il 24 settembre, giorno in cui una tempesta solare è esplosa sul Sole.

Tuttavia, la tempesta si è classificata nella categoria più bassa e potrebbe essere stata persa dagli occhi sulla Terra.

Il pennacchio di plasma iniziò ad apparire dalla protuberanza gigante e poi si staccò, volando nello spazio a circa 100.000 miglia orarie, secondo McCarthy twittato in diretta l’evento.

Le immagini sono state scattate con un telescopio rifrattore da 5 pollici modificato, che McCarthy ha detto “Deve essere modificato perché altrimenti saresti accecato quando punti un telescopio verso il Sole”.

La nuvola iniziò lentamente a crescere, raggiungendo 200.000 miglia e poi 600.000 prima di raggiungere oltre un milione e staccarsi nello spazio.

«Questa è la distanza dalla Terra al JWST [Jame Webb Space Telescope]’ ha condiviso in un tweet.

McCarthy, che ha una galleria di immagini sbalorditive che mostrano le meraviglie dello spazio, ha tenuto d’occhio la nuvola per almeno due ore, osservandola staccarsi e fluttuare nello spazio, dove è diventata una massa lunare anziché una era il ruggito di una palla di gas surriscaldato.

E più si muoveva, più diventava debole.

“La celebrità che vedi nella foto si estende per circa 500.000 miglia, forse un po’ meno”, ha detto McCarthy a DailyMail.com.

McCarthy ha scattato più di un milione di foto del sole e le ha cucite insieme per il pezzo finale.  Osservò la nuvola crescere finché non si ruppe e fluttuava nello spazio.  Nella foto è un'immagine grezza che ha scattato

McCarthy ha scattato più di un milione di foto del sole e le ha cucite insieme per il pezzo finale. Osservò la nuvola crescere finché non si ruppe e fluttuava nello spazio. Nella foto è un’immagine grezza che ha scattato

“È facile da immaginare, considerando che il sole ha un diametro di 865.000 miglia!

“I piccoli frammenti che ho rintracciato nei miei tweet live erano a meno di un milione di miglia di distanza, ma quelli non sono entrati nella foto finale”.

McCarthy ha continuato spiegando che, poiché sono state utilizzate così tante immagini, ha incorporato una tecnica chiamata “imaging fortunato” nei suoi scatti.

“Uso il formato TIFF (molti astrofotografi usano il formato video) perché trovo che mi dia un maggiore controllo sul rifiuto delle immagini negative quando il vento aumenta o le condizioni peggiorano”, ha detto.

La nostra atmosfera a volte lo rende difficile”.

annuncio

Le foto di Giunone rivelano un altro stupefacente scorcio della luna di Giove Europa

Giunone della NASA ottiene la visione con la più alta risoluzione dell’enigmatica regione della luna ghiacciata di Giove Europa