in

“Travolgente”: gli scienziati avvertono di cambiamenti “senza precedenti” nei fiumi principali Scienza | notizia

Un nuovo studio ha scoperto che l’attività umana negli ultimi quattro decenni è stata responsabile di cambiamenti epocali senza precedenti nei fiumi e nel flusso dei sedimenti. Utilizzando le immagini satellitari del programma congiunto NASA-US Geological Survey Landsat e i dati attuali, i ricercatori hanno studiato la quantità di sedimenti trasportati negli oceani da 414 dei principali fiumi del mondo dal 1984 al 2020.

Gli scienziati hanno avvertito che questi cambiamenti potrebbero minacciare il normale funzionamento dei fiumi, poiché il modo in cui scorrono i fiumi è significativamente influenzato dalla quantità di sedimenti che trasportano e depositano.

I sedimenti fluviali, composti principalmente da sabbia, limo e argilla, svolgono un ruolo importante nel nostro ecosistema fornendo habitat alle creature a valle e negli estuari.

I sedimenti sono anche fondamentali per sostenere la vita umana fornendo nutrienti ai suoli agricoli nelle pianure alluvionali, mentre arginare l’innalzamento del livello del mare a causa del cambiamento climatico trasportando i sedimenti verso i delta e le coste.

L’autore principale Evan Dethier ha dichiarato: “Gli esseri umani sono stati in grado di alterare i principali fiumi del mondo a velocità senza precedenti nella recente documentazione geologica.

“La quantità di flussi di sedimenti è generalmente determinata da processi naturali nei bacini idrografici, ad es. B. quanta pioggia cade o se ci sono frane o vegetazione.

“Abbiamo scoperto che le attività umane stanno sopraffacendo questi processi naturali e gli effetti dei cambiamenti climatici li superano”.

I ricercatori hanno scoperto che la costruzione diffusa di dighe durante il 20° secolo ha svolto un ruolo importante nel cambiare i flussi dei fiumi, in particolare nei continenti settentrionali come il Nord America, l’Europa e l’Asia. Questa costruzione è responsabile della riduzione dello scarico globale di sedimenti dai fiumi nell’oceano di circa il 49%.

Nel frattempo, nell’emisfero australe, che comprende Sud America, Africa e Oceania, il trasporto di sedimenti è aumentato del 36% dei fiumi studiati, cosa che i ricercatori attribuiscono a cambiamenti nell’uso del suolo su larga scala, la maggior parte dei quali sono stati associati alla deforestazione

LEGGI DI PIÙ: La Terra è sull’orlo di CINQUE punti di svolta “davvero preoccupanti”.

Nell’emisfero settentrionale, la costruzione di dighe è stata uno dei maggiori fattori che hanno causato il cambiamento dei fiumi negli ultimi secoli.

Il coautore Francis Magilligan, un geografo di Dartmouth che studia le dighe e la rimozione delle dighe, ha dichiarato: “Una delle motivazioni di questa ricerca è stata l’espansione globale della costruzione di grandi dighe”.

Con il trasporto di sedimenti, i fiumi sono responsabili della formazione di pianure alluvionali, banchi di sabbia, estuari e delta. Tuttavia, una volta costruita una diga, questo flusso di sedimenti viene completamente interrotto poiché non è più possibile depositare terreno fresco e sostanze nutritive.

I ricercatori ritengono che i modelli osservati nel nord potrebbero essere utilizzati per prevedere futuri cambiamenti nel sud, soprattutto perché secondo lo studio sono state progettate oltre 300 dighe attorno ai principali fiumi del Sud America e dell’Oceania.

NON PERDERE:
Avviso di influenza aviaria mentre milioni di animali vengono abbattuti in tutta Europa [REPORT]
La svolta della vita extraterrestre è imminente mentre gli scienziati prevedono la scoperta [INSIGHT]
La NASA rinvia il terzo tentativo di lancio della missione Artemis I [REVEAL]

Il più importante di questi è l’Amazzonia, che trasporta più sedimenti di qualsiasi altro fiume al mondo.

Il coautore Carl Renshaw, geoscienziato di Dartmouth, ha dichiarato: “I fiumi sono indicatori piuttosto sensibili di ciò che stiamo facendo sulla superficie terrestre: sono come un termometro del cambiamento dell’uso del suolo.

“È risaputo che c’è una crisi di perdita di suolo negli Stati Uniti, ma semplicemente non la vediamo nei registri delle esportazioni di sedimenti perché tutto è bloccato dietro questi argini mentre possiamo vedere il segnale per i fiumi nel sud del mondo. “

Il modo in cui le dighe trattengono i sedimenti e il modo in cui le pratiche di uso del suolo aumentano l’erosione a valle sono principi che i ricercatori sperano possano aiutare a informare le decisioni di pianificazione e le politiche di gestione ambientale in futuro.

Palla di fuoco vista sulla Gran Bretagna dopo un giorno di confusione come confermato dalla meteora | meteore

Il telescopio Webb della NASA potrebbe essere drasticamente sbagliato, dicono gli esperti