in

The Nan Movie Review – Uscita brutalmente poco divertente per la vecchia giuratrice di Catherine Tate | commedie

TEcco alcuni film britannici che sono fondamentalmente il panino del supermercato dell’intrattenimento sul grande schermo. L’equivalente del cinema del garage aperto 24 ore su 24, tonno, maionese, pane pita. E questo è sfortunatamente il caso di The Nan Movie, un film davvero orribile e deprimente sulla maledetta vecchia signora di Catherine Tate dal suo sketch show, in una trama che copre un’ora e mezza brutale.

Arriva nei cinema britannici senza clamore e con una spiacevole mancanza di chiarezza su chi dovrebbe essere il regista. Alcuni elenchi ufficiali lo danno come l’ex direttore artistico di Donmar Warehouse Josie Rourke e alcuni dicono la stessa Tate, ma non c’è niente nei titoli di coda se non dire che sono entrambi produttori. È stato così che si è sentito il pubblico britannico quando è uscito dal cinema dopo aver visto Holiday on the Buses del 1973 o Keith Lemon: The Film del 2012? Sospettavano anche che la loro profonda depressione e auto-rimprovero fossero segretamente condivisi dagli stessi registi?

L’idea è che Nan (vero nome: Joanie) viva ancora nel suo appartamento londinese e riceva la visita del suo devoto nipote Jamie (Mathew Horne), un liberale ben intenzionato che guida un minibus di beneficenza per pazienti ansiosi e li aiuta con mestieri terapeutici Attività. O come si dice sull’autobus: Crafts Undo Negative Thinking, che è una delle parti più divertenti.

Nan riceve una lettera dalla sorella Nell (Katherine Parkinson) dal cottage in cui vive su un'”isola al largo dell’Irlanda” che vuole vedere perché sta morendo. Jamie si offre di portare Nan lì con il suo minibus, e le loro folli avventure in un road movie sono punteggiate da flashback sulla guerra, quando Joanie e Nell erano due sorelle londinesi-irlandesi durante il Blitz che litigano perché entrambe hanno avuto la stessa cosa in cui l’uomo amore: un bel soldato afroamericano interpretato da Parker Sawyers (il cui ruolo più importante in precedenza era quello di interpretare Barack Obama in un film sul suo primo appuntamento con Michelle).

Forse questo film avrebbe potuto funzionare se solo avesse raccontato quella parte della storia del 1940: lampi di buon materiale qua e là. Tate è un fumetto cintura nera, e anche questo film non può cancellare completamente questo fatto. Ma le sezioni moderne di Nan che vanno accidentalmente nei club sono molto vicine al Carry On del tardo periodo e più tristi di qualsiasi altra cosa di Ingmar Bergman.

È davvero un film terrificante, proprio in divenire quando Catherine Tate svela un altro programma televisivo multi-personaggio, Hard Cell, su tutte le persone in una prigione femminile. I fan di Tate sperano e si aspettano il meglio. Ma un film del 2027 su un personaggio emergente di Hard Cell probabilmente non sarà una buona idea.

The Nan Movie uscirà nei cinema del Regno Unito il 18 marzo.

Recensione Apple iPhone SE 2022: una tappa nel passato

Nuova rotta Cornwall Airport Newquay con voli diretti da aprile