in

Stoke Space mira a costruire razzi rapidamente riutilizzabili con un design completamente nuovo

Stoke Space sta testando 15 motori che voleranno sullo stadio superiore di un razzo completamente riutilizzabile.
Ingrandire / Stoke Space sta testando 15 motori che voleranno sullo stadio superiore di un razzo completamente riutilizzabile.

alimentare lo spazio

Andy Lapsa ha frequentato le migliori scuole di ingegneria aerospaziale. Ha poi lavorato molto duramente per far avanzare lo sviluppo di alcuni dei motori a razzo più avanzati al mondo presso Blue Origin. Ma nel 2019, dopo un decennio nel settore, sentiva che il futuro dei voli spaziali che immaginava – razzi rapidamente riutilizzabili – non era molto più vicino.

“È l’inevitabile punto di arrivo”, ha detto dei razzi a basso costo che possono decollare, atterrare e volare di nuovo il giorno successivo. “Accadrà. È solo una questione di chi lo fa e quando lo fa”.

La sua visione per il futuro non è unica. Capita che sia condiviso da due delle persone più ricche del mondo, Elon Musk e Jeff Bezos. Lapsa ha lavorato per uno di loro, prima aiutando Bezos a sviluppare il potente motore BE-4, e poi come direttore del programma BE-3 di Blue Origin.

“Adoro la visione di Jeff per lo spazio”, ha detto Lapsa in un’intervista ad Ars. “Ho lavorato a stretto contatto con lui su vari progetti per un po’ e sono sostanzialmente d’accordo al 100% con la visione. Oltre a ciò, penso che dovrei semplicemente dire che lascerò che la sua storia dell’esecuzione parli da sola, e ho pensato che avremmo potuto muoverci più velocemente”.

È un modo educato per dire che la società non ha ancora raggiunto l’orbita più di due decenni dopo che Bezos ha fondato Blue Origin. Tre anni fa, Lapsa, sulla trentina, e Tom Feldman, un altro scienziato missilistico locale che aveva appena compiuto 30 anni, hanno iniziato a cercare un posto dove far succedere le cose più velocemente. Sono stati guidati non tanto da una crisi di mezza età quanto dal desiderio di far avanzare l’era dell’accesso regolare e poco costoso allo spazio e al futuro che potrebbe aprirsi per l’umanità.

Guardati intorno

I due ingegneri di propulsione hanno guardato intorno all’industria statunitense, che consisteva in dozzine di compagnie di missili. Uno dei suoi amici, un ex ingegnere Blue Origin di nome Tim Ellis, ha co-fondato una società con sede a Los Angeles chiamata Relativity Space nel 2016. Razzo R, un razzo di media portata, completamente riutilizzabile. Anche Lapsa e Feldman non erano così ottimisti sulla produzione additiva o sui limiti della stampa 3D di un intero razzo.

“Penso che la produzione additiva di un razzo completo sia una novità, ma vuoi scegliere gli strumenti per la produzione che hanno senso e vuoi lasciare che la risposta migliore vinca”, ha detto Lapsa. “E penso che il loro approccio fosse un po’ troppo risoluto.”

Andy Lapsa.

alimentare lo spazio

Infine, hanno considerato SpaceX. Lapsa ha detto che lui e Feldman stavano cercando tre ingredienti chiave in un’azienda: razzi veloci e riutilizzabili; il giusto team di ingegneri; e una storia di “esecuzione abituale”. SpaceX aveva praticamente tutto, con l’obiettivo principale dell’azienda che era il rivoluzionario razzo Starship riutilizzabile. Vantava probabilmente il più grande e talentuoso team di ingegneri missilistici del mondo e nessuno ha volato in modo più o meno sorprendente.

Eppure non era per lei.

“Hanno indubbiamente una storia straordinaria nel fare cose fantastiche che hanno assolutamente trasformato il nostro settore”, ha affermato Lapsa. “Ma penso che ci sia spazio per uno stile aziendale diverso. Parliamo molto con le persone che escono da SpaceX dopo tre, cinque, 10, 15 anni e sono solo gusci di loro stessi. Sono bruciati”.

Quindi, alla fine del 2019, Lapsa e Feldman hanno deciso di avviare la propria azienda, Stoke Space. Nessuno aveva alcuna esperienza nella raccolta di fondi o nella gestione di un’impresa. Non avevano in mente un piano o un progetto specifico per il loro razzo. Piuttosto, credevano fermamente che il futuro che desideravano non sarebbe arrivato, ma era lì da prendere.

“Abbiamo fatto un atto di fede e siamo saltati da una scogliera”, ha detto Lapsa.

Puoi superare questo quiz di scienze?

La nave drone di SpaceX cattura la “medusa” Falcon 9 da una nuova prospettiva