in

SpaceX, la NASA punta a lanci lunari separati a giorni di distanza

La NASA e un cliente SpaceX hanno annunciato l’intenzione di lanciare due missioni lunari indipendenti, a distanza di giorni, il mese prossimo.

il 12 ottobre Confermato dalla NASA che farà rotolare il suo razzo Space Launch System (SLS) sul suo pad LC-39A del Kennedy Space Center per la quarta volta già dal 4 novembre. Salvo sorprese, il prossimo tentativo di lancio del razzo è previsto non prima delle 12:07 EDT (17:07 UTC) del 14 novembre (NET). SLS ha il compito di lanciare un prototipo senza pilota della capsula dell’equipaggio Orion della NASA in viaggio verso la luna, dove il veicolo spaziale tenterà di entrare nell’orbita lunare e condurre test prima di tornare sulla Terra.

Startup giapponese lo stesso giorno ispace confermato che HAKUTO-R M1, il suo primo lander lunare commerciale, dovrebbe essere lanciato tra il 9 e il 15 novembre su un razzo SpaceX Falcon 9. Mentre la NASA ha un contratto da 73 milioni di dollari con ispace per sviluppare un lander lunare SERIE 2 di seconda generazione negli Stati Uniti, il programma HAKUTO-R di prima generazione è stato un’impresa quasi interamente privata. Il primo lander M1 tenterà di trasportare due rover e molti altri carichi utili commerciali e governativi sulla superficie lunare.

il primo lander lunare di ispace HAKUTO-R. (Ispazio)
Il primo razzo lunare SLS della NASA. (Riccardo Winkel)

A partire dal 2020, HAKUTO-R dovrebbe pesare circa 1050 chilogrammi (~2300 libbre) al lancio ed è progettato per atterrare fino a 30 chilogrammi (~66 libbre) di carico utile sulla luna. ispace ha progettato e costruito la maggior parte delle strutture del lander, ma ha stipulato un contratto con ArianeGroup europea per fornire il sistema di propulsione e assemblare, integrare e testare completamente il lander in Germania.

Secondo la documentazione di ispace [PDF], Falcon 9 lancerà HAKUTO-R nell’orbita terrestre “supersincrona”, dove il lander controllerà i suoi sistemi prima di utilizzare eventualmente la propria propulsione per liberarsi dalla gravità terrestre e schiantarsi contro quella della Luna. Si prevede che un transito nominale dall’orbita terrestre alla superficie lunare richiederà almeno 20 giorni. Si prevede che il lander sopravviverà sulla luna per un massimo di 12 giorni, durante i quali proverà a condurre i suoi esperimenti a bordo, dispiegherà i suoi due minuscoli rover e trasmetterà tutti i dati che raccoglie sulla Terra.

Rappresentazione artistica di HAKUTO-R sulla luna. (Ispazio)

L’inizio prima [PDF] ha descritto i suoi accordi con SpaceX come contratti per il lancio di due lander come carichi utili secondari su due razzi Falcon 9. Nei suoi comunicati stampa, ispace non afferma più se la navicella spaziale da una tonnellata sarà l’unico carico utile su Falcon 9. È possibile che HAKUTO-R M1 sarà un carico utile secondario nel lancio da parte di SpaceX del satellite per comunicazioni geostazionarie Eutelsat 10B, attualmente programmato per l’11 novembre NET. Con una mossa rara, secondo quanto riferito, SpaceX esaurirà il booster riutilizzabile del primo stadio di Falcon 9 durante la missione, lasciando molta più potenza sul tavolo.

ispace ha raccolto circa 210 milioni di dollari dal suo inizio nel 2010 – guarda caso, lo stesso anno in cui il Congresso degli Stati Uniti ha costretto la NASA a iniziare lo sviluppo del razzo SLS. 12 anni dopo c’è la possibilità che i primi lanci di SLS e HAKUTO-R siano a poche ore di distanza.

Quando verrà lanciato il prossimo mese, il razzo SLS della NASA farà la sua quarta visita alla rampa di lancio. SLS e Orion hanno avuto un percorso tutt’altro che agevole per il loro lancio iniziale, subendo mezzo decennio di ritardi e di conseguenza hanno superato il budget di decine di miliardi di dollari. Dopo che tutte le parti sono arrivate in Florida, la NASA e i suoi appaltatori hanno impiegato circa 12 mesi per completare l’assemblaggio di SLS e Orion e iniziare a testare il razzo integrato.

Da quando i test integrati sono iniziati nell’aprile 2022, SLS è stato sottoposto a cinque test di prova in abito bagnato (WDR) divulgati pubblicamente in aprile, giugno e settembre. È stato anche tentato due volte, il 29 agosto e il 3 settembre, sebbene entrambi i tentativi fossero probabilmente una continuazione dei test WDR in tutto tranne che nel nome. Ma sembra che al quarto lancio del razzo, la NASA avrebbe dovuto finalmente completare quasi tutti i test prima di annunciare ad alta voce che il suo Mega Moon Rocket sarebbe stato pronto per il lancio già ad agosto.

Il debutto del lancio SLS avrà quasi sicuramente la precedenza su qualsiasi altro lancio da Cape Canaveral, incluso HAKUTO-R M1, ma SpaceX potrebbe potenzialmente lanciare il lander lunare circa un giorno prima o dopo il razzo lunare della NASA.

SpaceX, la NASA punta a lanci lunari separati a giorni di distanza






La scienza ha creato un cervello da giocatore cresciuto in laboratorio che gioca a Pong

Stelle enormi emettono avvisi che stanno per diventare una supernova