in

Samantha Cristoforetti arriva dalla ISS con la sua bambola Barbie per incoraggiare le ragazze a intraprendere una carriera STEM

Recentemente è diventata la prima donna comandante in Europa della Stazione Spaziale Internazionale, e ora Samantha Cristoferri recita in un nuovo video dalla ISS, insieme alla sua doppelganger Barbie.

L’astronauta italiano si è preso il tempo di descrivere alcuni degli esperimenti effettuati a bordo della ISS e di rispondere alle domande di cinque bambini di età compresa tra gli 8 e gli 11 anni provenienti da tutta Europa.

Lei e la sua Barbie in tuta spaziale fluttuavano a gravità zero mentre parlava.

Alla domanda sul perché è diventata un’astronauta, la 45enne ha detto: “Crescendo sono rimasta affascinata dal cielo notturno e dall’idea di andare nello spazio e dal senso dell’avventura e dell’esplorazione.

“E poi mi sono interessato alla scienza e alla tecnologia; e poi ho amato volare, sono diventato pilota. Ed essere un astronauta unisce tutte queste mie passioni e interessi.

Di recente è diventata la prima comandante donna in Europa della Stazione Spaziale Internazionale, e ora Samantha Cristoferri recita in un nuovo video dalla ISS - insieme alla sua doppelganger Barbie

Di recente è diventata la prima comandante donna in Europa della Stazione Spaziale Internazionale, e ora Samantha Cristoferri recita in un nuovo video dalla ISS – insieme alla sua doppelganger Barbie

Chi è Samantha Cristoforetti?

Samantha Cristoforetti è nata a Milano il 26 aprile 1977 ed è astronauta presso l’Agenzia Spaziale Europea.

È stata selezionata come astronauta dell’ESA nel maggio 2009 ed è entrata a far parte dell’agenzia spaziale nel settembre dello stesso anno.

Nel novembre 2014 è stata lanciata sulla ISS dal Cosmodromo di Baikonur in Kazakistan.

È tornata sulla Terra nel giugno 2015 dopo aver trascorso 200 giorni nello spazio.

Nell’aprile di quest’anno, è tornata sulla ISS.

E a settembre è stata ufficialmente insediata come prima donna comandante della ISS in Europa.

La videochiamata faceva parte di un progetto volto a ispirare le ragazze a intraprendere carriere nel campo della scienza, della tecnologia, dell’ingegneria e della matematica (STEM).

Segna anche la Settimana Mondiale dello Spazio, che inizia oggi.

Cristoforetti è partito per la ISS ad aprile ed è stato ufficialmente nominato comandante della stazione spaziale il mese scorso.

Josef Aschbacher, Direttore Generale dell’Agenzia Spaziale Europea, ha dichiarato: “L’astronauta dell’ESA Samantha Cristoforetti ha una missione meravigliosa che va a beneficio della scienza, della tecnologia e dell’istruzione.

“Aiuta anche nello sviluppo delle nostre future missioni in tutto il sistema solare.

“Come tutti i nostri astronauti dell’ESA, sono molto orgoglioso dei loro risultati e quando sottolineano che sia le donne che gli uomini svolgono un ruolo uguale nell’esplorazione spaziale, è un altro aspetto positivo della missione Minerva dell’ESA”.

Cinque ragazze sono state scelte per porre domande a Cristoforetti, tra cui Elisabeth Cabales, 10 anni, di Norfolk, che ha chiesto: “Che esperimenti stai conducendo?”.

In risposta, Cristoforetti ha detto: “Beh, la stazione spaziale è un grande laboratorio, quindi facciamo molti esperimenti. Ad esempio, in questo momento stiamo persino coltivando piante”.

La Cristoforetti tornerà presto sulla Terra con la sua Barbie, che sarà poi in mostra presso la sede dell’ESA.

Samantha Cristoforetti e la sua Barbie in tuta spaziale fluttuavano a gravità zero mentre parlava

Samantha Cristoforetti e la sua Barbie in tuta spaziale fluttuavano a gravità zero mentre parlava

Il comandante della ISS ha ricevuto la sua prima bambola doppelganger nel marzo 2019

Barbie ha lanciato la sua prima bambola astronauta nel 1965

Barbie ha rilasciato la sua prima bambola astronauta nel 1965 e da allora ha rilasciato un astrofisico, uno scienziato spaziale e altre figure di astronauti

Il comandante della ISS ha ricevuto la sua prima bambola simile a marzo 2019 prima che una versione aggiornata fosse messa in vendita nel 2021.

Una parte del ricavato della vendita della Barbie Samantha Cristoforetti andrà in beneficenza Women in Aerospace Europe.

Barbie ha rilasciato la sua prima bambola astronauta nel 1965 e da allora ha rilasciato un astrofisico, uno scienziato spaziale e altre figure di astronauti.

Una ricerca del 2019 condivisa da Barbie ha mostrato che le ragazze, anche in giovane età, affermano di essere le meno sicure delle proprie abilità matematiche a scuola.

Una parte del ricavato della vendita della Barbie Samantha Cristoforetti andrà in beneficenza Women in Aerospace Europe

Una parte del ricavato della vendita della Barbie Samantha Cristoforetti andrà in beneficenza Women in Aerospace Europe

La Cristoforetti tornerà presto sulla Terra con la sua Barbie, che sarà poi in mostra presso la sede dell'ESA

La Cristoforetti tornerà presto sulla Terra con la sua Barbie, che sarà poi in mostra presso la sede dell’ESA

Ciò significa che si perdono carriere potenzialmente appaganti e ben pagate nel settore.

Si tratta di settori in cui il tasso di crescita del lavoro è tre volte più veloce rispetto ai lavori non STEM, lasciando ragazze e donne che perdono ruoli redditizi.

Lisa McKnight, EVP e Global Head di Barbie, ha dichiarato: “L’obiettivo di Barbie è ricordare alle ragazze che possono essere qualsiasi cosa, il che ci guida in tutto ciò che facciamo.

“Collaborando con l’icona Barbie Samantha Cristoforetti, ESA e Inspiring Girls, siamo in grado di parlare direttamente con le ragazze e suscitare il loro interesse per le carriere STEM quando crescono, sperando di livellare il campo di gioco per abbinare ragazze ovunque”.

QUAL È LA RICERCA DIETRO L’ASTRONAUTA BARBIE?

Barbie ha commissionato uno studio nel Regno Unito nel giugno 2019 per comprendere gli atteggiamenti e la conoscenza dei genitori delle materie scientifiche, tecnologiche, ingegneristiche e matematiche (STEM).

L’azienda voleva vedere se questo potesse essere un fattore limitante, inclusa una possibile barriera, per le ragazze che intraprendono carriere spaziali come astronaute, ingegneri e scienziati spaziali.

Il sondaggio su 2.000 genitori britannici di ragazze di età compresa tra 3 e 10 anni ha esaminato quanto i genitori siano informati sullo spazio e quanto siano consapevoli delle carriere e dei modelli di ruolo relativi alle STEM che esistono nell’industria spaziale.

Ha dimostrato che l’80% dei genitori ammette una mancanza di conoscenza e quattro su 10 ammettono che la propria mancanza di saggezza in questo settore può scoraggiare la figlia dall’iniziare o dall’apprendere questo tipo di carriera.

Inoltre, lo psicologo infantile Dott. Elizabeth Kilbey, che ha consultato Barbie sugli elementi chiave dello studio, ha affermato che la mancanza di conoscenza da parte dei genitori delle carriere STEM e dei modelli di ruolo “potrebbe far deragliare i sogni dei loro figli prima ancora che si alzino da terra”.

Nonostante la mancanza di conoscenza – che otto genitori su dieci ammettono apertamente – il 69 per cento vorrebbe saperne di più sullo spazio e sulle carriere legate alle STEM per educare i propri figli.

E un terzo afferma che la loro giovane figlia sta già mostrando interesse per un lavoro legato allo spazio, alla scienza o alla tecnologia.

Lo studio ha rilevato che otto genitori su 10 sono appassionati di sapere come coltivare i sogni della figlia, ma il 58% ha affermato che se voleva diventare un’astronauta, non sapeva come farlo.

Gli astronomi scoprono una coppia di stelle con le orbite più corte mai scoperte

Le immagini iconiche del telescopio spaziale James Webb ottengono una visione a raggi X