in

Recensione di Grand Theft Auto V (PS5)

È sbalorditivo immaginare che GTA 5 abbia avuto inizio su PlayStation 3. Ancora oggi, a quasi un decennio dal suo debutto, Los Santos sembra più vivo di qualsiasi altro mondo aperto. Rispetto ai suoi contemporanei urbani come Night City di Cyberpunk 2077, è incredibile quanto sia credibile l’ambientazione ispirata a Hollywood. Se sei bloccato nel traffico, gli NPC arrabbiati si fermeranno, suoneranno il clacson e ti supplicheranno di toglierti di mezzo. Alcuni ti malediranno quando finalmente cercheranno di guidare intorno a te, mentre altri sono meno amichevoli e semplicemente ti attraverseranno mentre cercano di battere la corsa mattutina.

Gran parte di ciò che accade in GTA 5 è un’illusione, ma tutto aiuta a costruire una sandbox in cui incorporarti. Fai una breve gita a Vespucci Beach e troverai festaioli che prendono il sole, giocano a pallavolo e fanno jogging lungo il marciapiede; Viaggia più a est verso Cypress Flats e l’ambiente costiero viene scambiato con qualcosa di più industriale. Los Santos potrebbe non essere il più grande open world che puoi trovare su console in questi giorni, ma pochi hanno un carattere paragonabile: i tipi di auto che vedi e il comportamento delle persone che incontri dipendono dal quartiere in cui ti trovi e da cosa ti trovi stanno facendo alzarsi.

Dieci anni di Michael, Franklin e Trevor potrebbero aver trasformato gli appassionati contro il popolarissimo mondo aperto di Rockstar, ma non puoi fare a meno di apprezzare ciò che il team ha ottenuto qui. Il porting per PS5 si estende alla terza generazione di console e migliora notevolmente la qualità dell’immagine della versione, aumentando le prestazioni fino a 60 fotogrammi al secondo e la risoluzione fino al 4K nativo. Dovrai scegliere tra frequenza di aggiornamento e qualità dell’immagine grezza, ma questa è la tua scelta e tutte le configurazioni grafiche disponibili offrono prestazioni fluide e immagini straordinarie.

Mentre i giocatori su PC potrebbero rimanere stupiti dai miglioramenti, quelli provenienti dalla versione originale per PS4 – che funzionava ancora a 1080p a 30 fps, anche tramite la retrocompatibilità di PS5 – vedranno Los Santos sotto una nuova luce. Il supporto del ray tracing che risolve una migliore qualità delle ombre e la funzionalità HDR nativa aggiungono la ciliegina sulla torta. Certamente mostra la sua età in alcuni punti – i modelli dei personaggi sembrano antichi rispetto a titoli moderni come Horizon Forbidden West – ma si trova sul marciapiede di Vinewood Boulevard e pochi giochi possono trasmettere lo stesso senso del luogo.

La trama della campagna per giocatore singolo è un po’ datata di questi tempi. Il problema con la parodia della vita moderna è che le gag invecchiano rapidamente, e mentre i grandi marchi come Facebook – noto in modo toccante come Life Invader nel canone di Rockstar – suscitano ancora risate di pancia, alcune delle battute riscuoteranno forti entrate quando i social modificare valori. È ancora divertente vedere come interagiscono il trio di protagonisti del titolo e adoriamo il modo in cui le loro storie si intrecciano e si intersecano, anche fino al modo in cui viene gestito il cambio di personaggio, dando l’impressione risvegliata che eri impegnato mentre eri via.

Il gameplay è anche migliorato dai nuovi tempi di caricamento super veloci – fino a soli sei secondi – ma i controlli sono ancora terribili poiché Rockstar non fa nulla per modernizzare la sua dipendenza eccessiva dall’animazione e dall’accelerazione lenta. Ad essere onesti, lo sviluppatore ha lavorato molto in particolare sul DualSense, con un feedback tattile direzionale che ti consente di sentire fisicamente quando un’auto ti passa accanto o ti lancia un proiettile sopra la testa. Anche i dettagli più fini come pioggia e vento sono mostrati in modo efficace qui.

ma GTA Online, nonostante tutti i suoi ineguagliabili punti di forza, è ancora un po’ disordinato. Una nuova schermata del menu che ti consente di passare direttamente alle attività più popolari del titolo aiuta con il flusso generale, ma sarai comunque alla mercé degli host quando le lobby si riempiranno e senza una buona Guida in linea di GTA Per iniziare, ti sentirai perso con tutte le aziende e i contenuti disponibili in questi giorni. Nuove aggiunte come Short Trips ti consentono di giocare a storie cooperative scattanti con personaggi come Franklin e Lamar, ma il design della missione è pigro e il gameplay è in gran parte sbilanciato.

Naturalmente, non c’è ancora niente come questa esperienza multiplayer unica, e una volta che hai superato l’ostacolo e tutte le tue operazioni sono intrecciate e intrecciate, il riciclaggio di denaro virtuale può essere un ottimo momento. La barriera all’ingresso è alta, tuttavia, e con così tante piccole cose rovinate negli ultimi quasi dieci anni, l’intera cosa potrebbe richiedere un riavvio dall’alto verso il basso. Sfortunatamente, non sembra che giocheremo presto a GTA 6.

Conclusione

GTA 5 sta iniziando a mostrare la sua età, ma è una testimonianza della visione originale di Rockstar secondo cui Los Santos è ancora impilabile. I miglioramenti nella qualità dell’immagine e nel framerate danno nuova vita a questo sandbox solare e, sebbene alcune delle gag per giocatore singolo potrebbero non colpire così duramente come nel 2013, ci sono ancora molte missioni memorabili da affrontare nelle circa 30 ore di rilascio. Nel frattempo, le lobby multigiocatore freeroaming di GTA Online non sono seconde a nessuno, e mentre i nuovi arrivati ​​potrebbero trovare la curva di apprendimento impenetrabile, se riesci a superare le sue stranezze, non c’è niente di paragonabile ai capricci criminali offerti qui.

Mercato del nichel allo sbando dopo il ritorno della caotica Londra

Escape to the Chateau’s Dick e Angel Strawbridge danno l’addio emotivo allo spettacolo “speciale”.