in

Qualunque cosa abbia colpito la luna a marzo ha lasciato un doppio cratere • The Register

immagine Quando i detriti spaziali si sono schiantati sulla luna all’inizio di quest’anno, hanno lasciato non uno ma due crateri sulla superficie lunare, secondo le immagini rilasciate dalla NASA venerdì.

Gli astronomi hanno previsto che un oggetto misterioso avrebbe colpito la luna il 4 marzo dopo aver tracciato i detriti per mesi. L’oggetto era grande e si credeva fosse un veicolo di lancio esaurito del veicolo Long March 3C dell’Agenzia spaziale nazionale cinese che ha lanciato la navicella spaziale Chang’e 5-T1 nel 2014.

I dettagli sono sfocati. Le agenzie spaziali tendono a monitorare i detriti più vicino a casa e non tengono davvero d’occhio ciò che potrebbe contaminare altri oggetti planetari. È stato difficile confermare la natura dell’incidente; Gli esperti hanno stimato che probabilmente lascerebbe un cratere. Ora il Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) della NASA ha raccolto segnali rivelatori di un impatto sulla superficie. Le immagini catturate dalla sonda mostrano uno strano foro a forma di guscio di arachidi sulla superficie della luna, che si pensa sia stato causato dalla spazzatura cinese.

doppio_cratere_lunare

I crateri a forma di nocciolina… Credito fotografico: NASA/Goddard/Arizona State University

“Sorprendentemente, il cratere è in realtà costituito da due crateri, un cratere orientale (18 metri di diametro, circa 19,5 iarde) sovrastante un cratere occidentale (16 metri di diametro, circa 17,5 iarde)”, ha affermato la NASA. A nostra conoscenza, nessun’altra collisione lunare di un razzo ha mai creato due crateri. Lo strano fossato suggerisce che ciò che colpì la luna avesse una struttura particolare.

“Il doppio cratere era inaspettato e potrebbe indicare che il corpo del razzo aveva grandi masse a ciascuna estremità. Tipicamente, un razzo esaurito ha massa concentrata all’estremità del motore; il resto della fase del razzo consiste principalmente in un serbatoio di carburante vuoto. Il corpo del razzo rimane incerto, la duplice natura del cratere potrebbe indicarne l’identità”, ha aggiunto l’agenzia spaziale statunitense.

Bill Gray, uno sviluppatore di software per astronomi professionisti che per primo ha previsto l’impatto, ha erroneamente pensato che l’oggetto fosse una parte canaglia del razzo Falcon 9 di SpaceX che ha lanciato il Deep Space Climate Observatory della NASA. In seguito ha cambiato idea e crede ancora che provenisse dal razzo cinese Long March 3C.

Luna

La NASA vuole un reattore nucleare sulla luna entro il 2030

CONTINUA A LEGGERE

“Sono un po’ confuso riguardo al fenomeno del doppio cratere. Ma non sono in alcun modo un esperto di impatti ad alta velocità, a parte sapere che possono avere dei risultati molto strani. In ogni caso, sono molto felice che le persone di LRO siano state in grado di rintracciarlo”, ha detto.

“Non posso dire che il doppio cratere dimostri le cose in un modo o nell’altro”, ha detto Il registro. “Questa parte è un grattacapo. Non credo che questo ci dirà nulla sul fatto che si tratti del booster Chang’e 5-T1. Fondamentalmente abbiamo inchiodato questo da altre informazioni. E il selenologo, che ne sa molto più di me sui crateri, potrebbe trovare una ragione molto diversa per come un pezzo perfettamente normale di hardware per razzi potrebbe creare crateri gemelli.

Wang Wenbin, portavoce del ministero degli Esteri cinese, ha negato che il pezzo di detriti spaziali provenisse dal razzo che ha lanciato la navicella spaziale Chang’e 5 nel 2020. “Secondo il monitoraggio della Cina, questa è la fase superiore della missione Chang’e-5. Il razzo è caduto in sicurezza attraverso l’atmosfera terrestre ed è stato completamente bruciato”, ha detto in precedenza in una dichiarazione.

Ma questo razzo non è lo stesso che gli astronomi pensano abbia colpito la luna. Gray crede che provenga da un altro veicolo, quello che ha lanciato la navicella spaziale Chang’e 5-T1 nel 2014. Le sue previsioni su dove l’oggetto avrebbe potuto colpire la luna erano lontane di pochi chilometri. “La posizione effettiva dell’impatto era incerta di circa una dozzina di chilometri, principalmente perché le nostre ultime osservazioni sono state fatte circa quattro settimane prima dell’impatto”, ha detto.

“Il problema era che la navicella spaziale e la spazzatura spaziale sono spinte delicatamente dalla luce solare, in un modo che dipende da come sono orientati gli oggetti, poiché fanno cadere l’uno sull’altro l’oggetto per una dozzina di chilometri in un modo o nell’altro, in un modo negativo. ” direzione specificata. È un po’ come prevedere dove volerà un sacco della spazzatura vuoto durante una tempesta. Sai che è portato sottovento, ma non esattamente dove sta andando. andrà.” ®

Il nuovo batterio delle dimensioni e della forma di una ciglia batte il record di dimensioni

Le foto mozzafiato della tempesta di Giove possono essere analizzate dai cittadini in un nuovo progetto scientifico