in

Mosca stabilisce nuovi controlli per gli stranieri che commerciano beni russi | Notizie sulla guerra tra Russia e Ucraina

La nota per i clienti del colosso bancario internazionale Citigroup mostra regole rigide che la Russia ha messo in atto per gli stranieri che vogliono acquistare e vendere titoli e immobili russi.

Secondo una dichiarazione ai clienti del colosso bancario internazionale Citigroup, citata da Reuters, la Russia ha stabilito regole rigide per gli stranieri che richiedono permessi per acquistare e vendere titoli e immobili russi.

La Russia questo mese ha temporaneamente vietato agli stranieri di scaricare i beni russi, dicendo che vuole garantire che le decisioni siano prese in considerazione e non dettate da pressioni politiche poiché le sanzioni sono state inasprite in seguito all’invasione totale dell’Ucraina da parte di Mosca.

I fondi con un’esposizione di decine di miliardi di dollari alla Russia sono in attesa di dettagli sulle nuove restrizioni che dovranno affrontare nel tentativo di disinvestire.

L’invasione, che Mosca chiama “operazione speciale militare”, ha innescato un esodo di aziende internazionali e ha in gran parte tagliato fuori l’economia russa dal resto del mondo.

Le autorità russe hanno pubblicato questo mese il decreto 81, che stabilisce che qualsiasi transazione tra russi e controparti estere richiede l’approvazione della Commissione del governo russo per il controllo degli investimenti esteri.

Ciò significava in effetti che gli investitori stranieri, che avevano acquistato azioni e obbligazioni russe senza restrizioni, mantenevano quelle partecipazioni mentre l’economia barcollava da un allettante obiettivo di investimento ricco di petrolio a un paria finanziario.

La Russia ha ora definito i dettagli del processo di richiesta per gli stranieri che desiderano scambiare beni, il che limiterà il commercio a quelle licenze concesse, afferma la nota di Citigroup.

La procedura richiede agli investitori stranieri che desiderano acquistare e vendere attività russe di fornire informazioni dettagliate in anticipo per poter operare.

Le nuove regole

“Le autorità russe hanno annunciato l’ordine di ottenere i permessi per condurre operazioni ai sensi del decreto 81. È stato istituito un organismo autorizzato con il potere di prendere decisioni sul rilascio dei permessi”, si legge nella nota.

Di conseguenza, una domanda e i relativi documenti devono essere presentati in russo al Ministero delle finanze russo, contenente “informazioni sullo scopo, l’oggetto, il contenuto e i termini essenziali della transazione”.

I candidati devono anche divulgare tutte le informazioni sui beneficiari e sui beneficiari effettivi, afferma la nota.

“È un meccanismo di controllo”, ha detto una fonte bancaria delle regole. “Questo è solo un meccanismo per controllare quali aziende possono gestire valuta estera e non saranno aziende di paesi ostili a lasciare il Paese”.

Citigroup ha rifiutato di commentare oltre a confermare l’autenticità del memo.

Lord Sugar rende omaggio a Stuart Baggs di Apprentice 7 anni dopo la sua morte

Adele “abbandona i piani per convertire due case londinesi da 11 milioni di sterline in un mega palazzo”