in

L’Oceano Pacifico si sta chiudendo

Gli Stati Uniti d'America visti dallo spazio.  Immagine di rendering 3D di alta qualità creata da trame 20k ad altissima risoluzione della NASA: https://visibleearth.nasa.gov/images/55167/earths-city-lights, https://visibleearth.nasa.gov/images/73934/ Topografia, https://visibleearth.nasa.gov/images/57747/nuvole-di-marmo-blu/77558l

Tra poche centinaia di milioni di anni, America e Asia si uniranno (Getty)

In futuro, l’America e l’Asia si scontreranno e formeranno un nuovo supercontinente chiamato Amasia quando l’Oceano Pacifico si chiuderà.

Se hai in programma delle vacanze al mare nel Pacifico, non farti prendere dal panico: è probabile che accada tra 200 e 300 milioni di anni.

L’Oceano Pacifico si sta attualmente restringendo di pochi centimetri all’anno e ha iniziato a ridursi ai tempi dei dinosauri.

I ricercatori della Curtin University hanno utilizzato un supercomputer per simulare come si forma un supercontinente.

La Terra aveva un “supercontinente” chiamato Pangea, che si crede sia andato in pezzi circa 175 milioni di anni fa.

Continua a leggere: In futuro ci sarà un solo continente ed ecco come potrebbe essere

Hanno scoperto che lo spessore e la forza delle placche sotto gli oceani diminuisce nel tempo perché la Terra si è raffreddata per miliardi di anni, rendendo difficile l’assemblaggio del prossimo supercontinente da parte degli oceani “giovani” come l’Atlantico o l’Atlantico sarà chiusi gli oceani indiani.

autore principale dott Chuan Huang del gruppo di ricerca sulla dinamica della terra di Curtin ha dichiarato:

“Negli ultimi 2 miliardi di anni, ogni 600 milioni di anni, i continenti della Terra si sono scontrati in un supercontinente noto come ciclo del supercontinente. Ciò significa che i continenti di oggi si riuniranno di nuovo in poche centinaia di milioni di anni.

Guarda: Storia del Supercontinente Pangea

“Il nuovo supercontinente risultante è già stato soprannominato Amasia perché alcuni credono che l’Oceano Pacifico (al contrario dell’Oceano Atlantico e Indiano) si chiuderà quando l’America si scontrerà con l’Asia. Si prevede inoltre che l’Australia avrà prima un ruolo in questo importante evento sulla Terra che si scontra con l’Asia e poi si unirà all’America e all’Asia una volta che l’Oceano Pacifico si sarà chiuso.

“Simulando come ci si aspetta che le placche tettoniche della Terra si evolvano utilizzando un supercomputer, siamo stati in grado di dimostrare che in meno di 300 milioni di anni sarà probabilmente l’Oceano Pacifico a chiudersi, consentendo la formazione di Amasia, che sfata alcuni precedenti scienziati teorie”.

Continua a leggere: Un avviso sul cambiamento climatico del 1988 era per lo più corretto

L’Oceano Pacifico è ciò che resta del Panthalassa Superocean, che iniziò a formarsi 700 milioni di anni fa, quando il precedente supercontinente iniziò a rompersi.

È l’oceano più antico che abbiamo sulla Terra e ha iniziato a ridursi dalla sua dimensione massima dall’era dei dinosauri.

Il coautore, il professor Zheng-Xiang Li, anche lui della Curtin School of Earth and Planetary Sciences, ha affermato che se il mondo intero fosse dominato da un’unica massa continentale, l’ecosistema e l’ambiente terrestre sarebbero drammaticamente alterati.

Il professor Li ha detto: “La Terra come la conosciamo cambierà drasticamente con la formazione di Amasia. Si prevede che il livello del mare sarà più basso e il vasto interno del supercontinente sarà molto secco con un’elevata variabilità della temperatura diurna”.

“Attualmente, la terra è composta da sette continenti con ecosistemi e culture umane molto diversi, quindi sarebbe affascinante immaginare come potrebbe essere il mondo tra 200 e 300 milioni di anni”.

SpaceX ha fatto offerte contro se stessa per le missioni scientifiche della NASA da tempo

“Dramatic Discovery” suggerisce che tutta la vita è iniziata negli spruzzi del mare