in

Lo stipendio del capo della BP Bernard Looney è quasi raddoppiato a 4,5 milioni di sterline nel 2021 | bp

Lo stipendio del capo della BP Bernard Looney è salito a quasi 4,5 milioni di sterline nel 2021 dopo che l’aumento dei prezzi dell’energia ha trasformato la società in una “macchina da soldi” e ha riacceso le richieste di una tassa inaspettata sulle compagnie petrolifere.

Looney, che ha annunciato a febbraio che BP stava vendendo la sua partecipazione del 20% nella compagnia petrolifera controllata dal Cremlino Rosneft dopo le pressioni del governo britannico, ha beneficiato di un pacchetto salariale gonfiato grazie a 2,4 milioni di sterline di bonus basati sulla performance finanziaria.

La sua ricompensa è stata svelata dopo che la società FTSE 100 ha registrato il suo più grande guadagno in otto anni. La società ha registrato un profitto di $ 12,8 miliardi (£ 9,45 miliardi) per il 2021, rispetto a una perdita di $ 5,7 miliardi dell’anno precedente, dopo che il rimbalzo dai massimi storici dei prezzi del mercato del gas e del petrolio aveva beneficiato.

Gli stessi aumenti dei prezzi, esacerbati dalla guerra in Ucraina, hanno alimentato il costo della vita per i britannici. Le bollette energetiche delle famiglie dovrebbero raggiungere fino a £ 3.000 all’anno e i prezzi della benzina fino a £ 2,40 al litro. Un sondaggio dell’Office for National Statistics, i cui risultati sono stati pubblicati venerdì, mostra che l’83% degli adulti ha affermato che il proprio costo della vita è aumentato a febbraio e marzo. I motivi più comunemente citati sono stati l’aumento dei prezzi dei generi alimentari (90%), l’aumento delle bollette energetiche (83%) e l’aumento dei prezzi del carburante (79%).

Il lavoro ha esortato Rishi Sunak a introdurre una tassa inaspettata sui profitti delle compagnie petrolifere e del gas per aiutare a finanziare misure per alleviare la crisi del costo della vita. Il Cancelliere, che dovrebbe fare la sua dichiarazione di primavera la prossima settimana, ha finora rifiutato l’idea.

Un portavoce di Greenpeace ha affermato che l’aumento di stipendio di Looney mostra la capacità di BP di resistere a tale tassa e ha esortato Sunak a “turbolizzare” l’isolamento domestico, gli investimenti nelle energie rinnovabili e l’installazione di pompe di calore.

“I grandi capi del petrolio stanno portando a casa stipendi multimilionari mentre le loro aziende stanno guadagnando miliardi dall’aumento dei prezzi del gas che stanno danneggiando così tante case”, ha affermato un portavoce del Regno Unito.

“È chiaro che il governo del Regno Unito ha sbagliato un trucco non imponendo una tassa inaspettata su questi profitti gonfiati. Il denaro potrebbe essere utilizzato per finanziare un programma nazionale per liberare le nostre case piene di spifferi dal gas, aiutando le persone alle prese con la crisi del costo della vita”.

Dopo che Looney non ha ricevuto un bonus nel 2020, la somma extra che Looney ha ricevuto per il 2021, insieme a un aumento salariale di £ 142.000 al di sopra dell’inflazione, ha significato che la sua intera attività di pay-and-perks è scesa a quasi £ 4,5 milioni, rispetto a £ 1,7 milioni nel 2020.

Luke Hildyard, Direttore dell’High Pay Centre, ha dichiarato: “Per un’azienda delle dimensioni di BP questo non è particolarmente insolito, ma si discute se tali enormi bonus siano necessari per premiare o stimolare i dirigenti dell’azienda quando viene offerto un pacchetto retributivo. il trentesimo del valore sarebbe comunque sufficiente per collocare il destinatario nell’1% più ricco dei percettori di reddito del Regno Unito.

“Gli stipendi eccessivi per i dirigenti nel mondo degli affari e della finanza sono anche una delle principali cause di sbadiglianti disuguaglianze nella società. Il CEO di BP è pagato più di 200 volte gli stipendi del suo trimestre più basso”.

Ha aggiunto che un quarto dei dipendenti di BP nel Regno Unito viene pagato almeno £ 126.000 a persona, il che “confuta piuttosto l’affermazione della società secondo cui non possono pagare un po’ più di tasse sui loro profitti inaspettati e investire in energia verde quest’anno allo stesso tempo. “. .

La BP ha affermato che la sua manna è stata adeguata per garantire che non benefici semplicemente dell’impatto dell’aumento dei prezzi del petrolio, che in precedenza aveva trasformato la società in una “macchina da soldi”.

Il premio arriva l’anno prima dell’invasione russa dell’Ucraina, che ha costretto la BP a impegnarsi a vendere la sua quota del 20% in Rosneft dopo che il governo ha espresso “preoccupazione” per l’associazione decennale.

Looney è stato uno dei due rappresentanti della BP nel consiglio di amministrazione di Rosneft grazie a un accordo annunciato nella sede londinese della società nel 2013 dal suo predecessore Bob Dudley e Igor Sechin, ampiamente considerato il braccio destro di Vladimir Putin.

Prima di giurare di troncare i legami con la Russia, Looney era stato anche esaminato per il suo ruolo nella Società Geografica Russa, per il quale ha ricevuto i ringraziamenti personali di Putin.

Si prevede che BP effettuerà una svalutazione fino a $ 25 miliardi sulla vendita della sua partecipazione in Rosneft poiché le sanzioni alla Russia ostacolano le sue speranze di trovare un acquirente.

Tina O’Brien dice di aver accidentalmente lanciato un porro alla co-protagonista di Corrie Rebecca Ryan

Recensione Logitech G413 TKL SE: ottieni quello per cui paghi