in

L’impatto di un asteroide sulla Terra si riflette sulla luna, incluso l’assassino di dinosauri

Crateri lunari Langrenus e Petavius

cratere lunare. Credito e diritto d’autore: Eduardo Schaberger Poupeau

Moon Glass mostra gli impatti degli asteroidi lunari riflessi sulla Terra

Gli scienziati hanno scoperto che gli impatti di un asteroide sulla luna milioni di anni fa coincidevano esattamente con alcuni dei più grandi impatti di meteoriti sulla Terra, come quello che spazzò via i dinosauri.

Inoltre, il nuovo studio di ricerca ha anche scoperto che i grandi eventi di impatto sulla Terra non erano eventi a sé stanti, ma erano accompagnati da una serie di impatti minori. Questi risultati gettano nuova luce sulla dinamica degli asteroidi nel Sistema Solare interno, inclusa la probabilità di asteroidi potenzialmente devastanti basati sulla Terra.

Guidato dalla Curtin University, il team di ricerca internazionale ha studiato microscopiche perle di vetro, vecchie fino a due miliardi di anni, scoperte nel suolo lunare e riportate sulla Terra nel dicembre 2020 come parte della missione lunare Chang’e-5 dell’Agenzia spaziale nazionale cinese. Poiché le perle di vetro sono state formate dal calore e dalla pressione degli impatti dei meteoriti, la loro distribuzione per età dovrebbe imitare gli impatti e rivelare una sequenza temporale del bombardamento.

Capsula di ritorno Chang'e-5

La capsula di ritorno Chang’e-5 con campioni di suolo lunare. Credito fotografico: Agenzia spaziale nazionale cinese

Secondo l’autore principale, il professor Alexander Nemchin dello Space Science and Technology Center (SSTC) della Curtin University presso la School of Earth and Planetary Sciences, i risultati suggeriscono che i tempi e la frequenza degli impatti degli asteroidi sulla Luna potrebbero essersi rispecchiati sulla Terra, che è rivelandoci di più sulla storia evolutiva del nostro pianeta.

“Abbiamo combinato un’ampia gamma di tecniche di analisi microscopica, modelli numerici e indagini geologiche per determinare come e quando si sono formate queste microscopiche perle di vetro dalla luna”, ha affermato il professor Nemchin.

“Abbiamo scoperto che alcune delle età delle perle di vetro lunari corrispondevano esattamente all’età di alcuni dei più grandi crateri da impatto sulla Terra, incluso il cratere da impatto Chicxulub, responsabile dell’estinzione dei dinosauri.

“Lo studio ha anche scoperto che grandi eventi di impatto sulla Terra, come il cratere Chicxulub 66 milioni di anni fa, potrebbero essere stati accompagnati da una serie di impatti minori. Se corretto, ciò suggerisce che le distribuzioni della frequenza dell’età dell’impatto lunare potrebbero fornire informazioni preziose sugli impatti sulla Terra o sul sistema solare interno”.

Futuri studi comparativi potrebbero fornire ulteriori informazioni sulla storia geologica della luna, ha affermato la professoressa associata Katarina Miljkovic, coautrice dell’SSTC di Curtin.

“Il prossimo passo sarebbe confrontare i dati ottenuti da questi campioni di Chang’e-5 con altri suoli lunari e crateri lunari per scoprire altri eventi significativi di impatto a livello lunare, che a loro volta potrebbero fornire nuove prove di possibili impatti che interessano la vita sulla Terra “, ha affermato il professore associato Miljkovic.

Riferimento: “Limiting the Formation and Transport of Impact Glasses on the Moon Using the Age and Chemical Composition of Chang’e-5 Glass Beads” di Tao Long, Yuqi Qian, Marc D. Norman, Katarina Miljkovic, Carolyn Crow, James W Head , Xiaochao Che, Romain Tartèse, Nicolle Zellner, Xuefeng Yu, Shiwen Xie, Martin Whitehouse, Katherine H Joy, Clive R Neal, Joshua F Snape, Guisheng Zhou, Shoujie Liu, Chun Yang, Zhiqing Yang, Chen Wang, Long Xiao, Dunyi Liu e Alexander Nemchin, 28 settembre 2022, progressi scientifici.
DOI: 10.1126/sciadv.abq2542

La collaborazione internazionale è stata supportata dall’Australian Research Council e ha incluso ricercatori provenienti da Australia, Cina, Stati Uniti, Regno Unito e Svezia, inclusi i coautori Dr. Marco Norman di[{” attribute=””>Australian National University, Dr. Tao Long from the Beijing SHRIMP Center at the Chinese Academy of Geological Sciences and PhD student Yuqi Qian from the China University of Geosciences.

Ritirata la straordinaria dichiarazione di superconduttore a temperatura ambiente

Guarda la diretta giovedì presto: i cosmonauti escono dalla stazione spaziale