in

L’impatto del 2052 è stato escluso poiché l’ESA conta alla rovescia fino al giorno dell’asteroide

sicurezza

29/06/2022
5554 visualizzazioni
51 piace

In breve

Giusto in tempo per la Giornata mondiale degli asteroidi, una minacciosa roccia spaziale è stata in cima alle liste dei rischi in tutto il mondo per mesi, con una reale possibilità di colpire la Terra il 2 aprile 2052. Ora il team di asteroidi dell’ESA, in collaborazione con esperti dell’European Southern Observatory, ha ufficialmente rimosso “2021 QM1” dall’elenco dei rischi di asteroidi, risultato di intelligenti osservazioni e analisi dell’asteroide più debole mai osservato con uno dei telescopi più sensibili del mondo.

Con Asteroid Day Live 2022 previsto per il 30 giugno, possiamo dire con certezza che l’asteroide più rischioso conosciuto dall’umanità nell’ultimo anno non colpirà, almeno non per il prossimo secolo.

* Com’è stato seguire quell’asteroide? Scopri la storia completa in un affascinante sguardo dietro le quinte di come gli esperti europei gestiscono i rischi degli asteroidi nel conto alla rovescia ufficiale dell’Asteroid Day in diretta il 30 giugno, trasmesso alle 10:30 CEST su AsteroidDay.org e tramite ESA WebTV.*

in arrivo

Impatto 2052

2021 QM1 è stato originariamente scoperto il 28 agosto 2021 dal Mount Lemmon Observatory a nord di Tucson, in Arizona. Prima di tutto, non c’era nulla di insolito nella scoperta: ogni notte buia vengono scoperti circa una dozzina di nuovi asteroidi vicini alla Terra. Le osservazioni di follow-up di routine sono state quindi effettuate dai telescopi di tutto il mondo, ma queste stavano iniziando a raccontare una storia più preoccupante.

“Queste prime osservazioni ci hanno fornito maggiori informazioni sul percorso dell’asteroide, che abbiamo poi proiettato nel futuro”, ha affermato Richard Moissl, capo della difesa planetaria dell’ESA.

“Potremmo vedere le sue future orbite attorno al Sole e nel 2052 potrebbe avvicinarsi pericolosamente alla Terra. Più è stato osservato l’asteroide, maggiore è diventato questo rischio.

Come gli asteroidi passano dalla minaccia alla non sudorazione

È importante notare che i calcoli dell’orbita basati su osservazioni di poche notti sono soggetti a qualche incertezza, motivo per cui gli asteroidi vengono spesso inseriti nell’elenco dei rischi dell’ESA poco dopo la loro scoperta e quindi rimossi man mano che vengono raccolti più dati che potrebbero indicare l’asteroide Le incertezze si riducono e così via Asteroide ha dimostrato di essere sicuro. Non era possibile questa volta.

Sfortunato allineamento cosmico

Proprio mentre il rischio sembrava aumentare, si verificò un (im)perfetto allineamento cosmico: l’orbita dell’asteroide lo avvicinò al Sole visto dalla Terra, e per mesi la brillante brillantezza della nostra stella ha reso impossibile avvicinarsi alla sua vista.

L’orbita del 2021 QM1 mentre si avvicinava al Sole nel cielo visto dalla Terra poco dopo la scoperta

“Abbiamo dovuto solo aspettare”, ha spiegato Marco Micheli, astronomo del Near-Earth Object Coordination Center (NEOCC) dell’ESA.

“Ma per finire, sapevamo che nel 2021 anche QM1 si stava allontanando dalla Terra nella sua orbita attuale, il che significa che potrebbe essere troppo debole per vedere se lascia la luce del sole”.

Mentre aspettavano, si preparavano.

Accesso prioritario a uno dei telescopi più potenti al mondo

Drammatico tramonto della luna dietro il Very Large Telescope (VLT) dell’ESO, in Cile

Il Very Large Telescope (VLT) dell’European Southern Observatory era pronto e pronto. Una volta che l’asteroide di 50 metri si è allontanato dalla luce solare – e condizioni meteorologiche permettendo – il VLT dell’ESO ha rivolto il suo specchio di 8 metri sulla roccia che stava scomparendo.

“Avevamo una breve finestra per individuare il nostro asteroide rischioso”, ha spiegato Olivier Hainaut, astronomo dell’ESO.

“A peggiorare le cose, stava attraversando una regione di cielo con la Via Lattea appena oltre. Il nostro piccolo, debole asteroide in ritirata dovrebbe essere trovato su uno sfondo di migliaia di stelle. Queste si rivelerebbero essere alcune delle osservazioni di asteroidi più complicate che abbiamo mai fatto”.

L’asteroide più debole mai osservato

La notte del 24 maggio, il VLT dell’ESO ha catturato una serie di nuove immagini. I dati sono arrivati ​​e Olivier e Marco hanno iniziato a elaborarli, accatastando le osservazioni successive l’una sull’altra e rimuovendo le stelle di sfondo: ci è voluto del tempo.

Il Very Large Telescope dell’ESO sta registrando il QM1 2021, che da mesi è in cima alle liste dei rischi in tutto il mondo. Questo avvistamento cruciale ha escluso un evento di impatto terrestre del 2052.

Il risultato? Un rilevamento positivo dell’asteroide più debole mai osservato. Con una magnitudine di 27 sulla scala usata dagli astronomi per descrivere la luminosità degli oggetti nel cielo, il QM1 del 2021 era 250 milioni di volte più debole delle stelle più deboli visibili ad occhio nudo da una macchia scura. (In questa scala astronomica di magnitudini visibili, più un oggetto appare luminoso, minore è il valore della sua magnitudine, mentre gli oggetti più luminosi raggiungono valori negativi, ad esempio il Sole ha una magnitudine di -27).

Olivier era sicuro che questo puntino fosse in realtà un asteroide, e Marco era sicuro che fosse il nostro asteroide per via della sua posizione.

Finalmente al sicuro?

Asteroidi il 13 giugno 2022 con Gaia

Con queste nuove osservazioni, il percorso del nostro asteroide rischioso è stato perfezionato, un impatto nel 2052 escluso e QM1 rimosso dall’elenco dei rischi dell’ESA nel 2021. Ne restano altri 1377.

Più di un milione di asteroidi sono stati avvistati nel sistema solare, con quasi 30.000 che sono passati vicino alla Terra e molti altri sono attesi là fuori. L’Ufficio per la difesa planetaria dell’ESA, il NEOCC e gli astronomi di tutto il mondo stanno cercando di proteggerci e stanno lavorando insieme per assicurarci di sapere in tempo quando un asteroide viene individuato in rotta di collisione.

Guarda l’Asteroid Day in diretta il 30 giugno

Devastazione di Tunguska

Quanto sono preoccupati gli esperti mondiali di asteroidi? Come ci si sente a inseguire l’asteroide più rischioso dell’umanità? Leggi la storia completa nella trasmissione di 30 minuti dell’ESA che fa il conto alla rovescia per l’Asteroid Day del 30 giugno in diretta, in onda alle 10:30 CEST su AsteroidDay.org e su ESA WebTV.

L’Asteroid Day è la giornata sanzionata dalle Nazioni Unite per sensibilizzare l’opinione pubblica sui rischi degli impatti degli asteroidi, che si tiene ogni anno il 30 giugno. Quest’anno torna in Lussemburgo per un evento faccia a faccia dopo due anni vissuti esclusivamente nel mondo virtuale. Esperti di asteroidi dell’ESA provenienti da tutta Europa e dal mondo si riuniranno in città per un ricco programma dal vivo di quattro ore di panel e interviste individuali.

Il razzo Starship Super Heavy di SpaceX, il più alto del mondo, è pronto per i test sulla rampa di lancio

L’astronave Marte viene finalmente aggiornata dal software dell’era Windows 98