in

Le azioni statunitensi salgono e i Treasury si svendono mentre i trader anticipano aumenti dei tassi

Martedì le azioni di Wall Street sono aumentate e i prezzi dei Treasury statunitensi sono scesi mentre gli investitori attendevano una politica monetaria più restrittiva da parte della Federal Reserve.

L’indice S&P 500 è salito dell’1,1% poiché gli investitori hanno bilanciato i commenti del presidente della Fed Jay Powell sulla necessità di rapidi aumenti dei tassi con la sua rassicurazione sul fatto che l’inasprimento non avrebbe innescato una recessione. Il Nasdaq Composite, ad alto contenuto tecnologico, ha guadagnato il 2%.

Nel frattempo, il rendimento del titolo del Tesoro a 10 anni di riferimento è aumentato di 0,09 punti percentuali al 2,38 percento, il massimo da maggio 2019, poiché il suo prezzo è sceso.

Powell ha detto lunedì che la Fed dovrebbe muoversi “rapidamente” verso un inasprimento della politica monetaria. Ha anche respinto le preoccupazioni che avrebbe portato a una recessione, citando episodi del 1965, 1984 e 1994 quando la banca centrale ha frenato un’economia surriscaldata senza innescare un forte calo.

“Il mercato del reddito fisso sta reagendo alle aspettative di una politica monetaria più restrittiva, ma i mercati azionari affermano che gli asset rischiosi andranno bene se Powell è fiducioso sulle prospettive di crescita”, ha affermato Seema Shah, global investment strategist presso Principal Global Investors.

“È alquanto sorprendente che i mercati azionari stiano reagendo in questo modo”, ha aggiunto. “Una di quelle prospettive alla fine si arrenderà”.

Non tutti gli investitori erano convinti che la dura retorica della Fed si sarebbe tradotta in decisioni politiche, il che potrebbe forse spiegare il continuo sostegno alle azioni.

“Questa è una Fed molto aggressiva e convince il mercato a fare il lavoro sporco per loro”, ha affermato Andy Brenner, capo del reddito fisso internazionale di NatAlliance Securities. “Non credo che questa sia una Fed aggressiva”.

Tesla è aumentata del 7,9% martedì dopo che il produttore di auto elettriche ha aperto uno stabilimento in Germania, alzando la sua capitalizzazione di mercato sopra $ 1 trilione per la prima volta da gennaio.

L’indice azionario regionale europeo Stoxx 600, che è stato di circa il 6% in meno per l’anno, ha chiuso la giornata in rialzo dello 0,8%, con forti guadagni per i titoli finanziari. Il presidente della Bundesbank Joachim Nagel ha dichiarato lunedì che la Banca centrale europea dovrebbe aumentare i tassi di interesse entro la fine dell’anno se le prospettive di inflazione lo giustificano. Il tedesco Xetra Dax ha chiuso in rialzo dell’1% e il London FTSE 100 ha guadagnato lo 0,5%.

Il mercato del Tesoro statunitense sta vivendo il suo mese peggiore dal 2016 dopo che la scorsa settimana la Fed ha aumentato i tassi di interesse per la prima volta dal 2018. L’inflazione dei prezzi al consumo negli Stati Uniti è salita al massimo da 40 anni del 7,9% il mese scorso.

L’invasione russa dell’Ucraina ha provocato forti aumenti dei prezzi delle materie prime dal petrolio al grano, esacerbato le pressioni inflazionistiche causate dalla ripresa della domanda dopo la chiusura del coronavirus e ha spinto i mercati a prevedere che la Fed manterrà i tassi di interesse fino a dicembre fino a oltre il 2%.

“Le aspettative di inflazione per il prossimo anno o due sono ora estremamente alte”, ha affermato Brian Nick, chief investment strategist di Nuveen. “Ma lo scenario in cui la Fed va avanti e fa ciò che segnala è probabilmente lo scenario migliore”, ha aggiunto. “Fai troppo poco e l’inflazione continuerà a radicarsi”.

Il rendimento del Bund tedesco a 10 anni, un barometro degli oneri finanziari dell’eurozona, è aumentato di 0,04 punti percentuali allo 0,5%, il livello più alto da ottobre 2018.

Il greggio Brent è sceso dello 0,1% martedì a 115,48 dollari al barile, con il benchmark petrolifero internazionale ancora di quasi il 20% in più dal 23 febbraio, il giorno prima che la Russia invadesse l’Ucraina.

L’indice Hang Seng di Hong Kong è salito del 3%. Ha iniziato a riprendersi la scorsa settimana quando il vicepremier cinese Liu He ha fatto un raro intervento per promettere il sostegno del governo all’economia e ai mercati dei capitali.

Un muro di ghiaccio alto migliaia di metri sbarrava l’ingresso degli antichi in America

Microsoft conferma che gli hacker di Lapsus$ hanno rubato il codice sorgente tramite accesso “limitato”.