in

Le azioni asiatiche seguono il rally di Wall Street dopo che la Fed ha aumentato i tassi

Le azioni cinesi sono aumentate dopo che Pechino ha promesso di adottare misure per sostenere l’economia, e le azioni nel resto della regione hanno ampiamente seguito il rialzo di Wall Street dopo che la Federal Reserve statunitense ha aumentato i tassi di interesse per la prima volta dal 2018.

Giovedì l’indice Hang Seng di Hong Kong è aumentato di quasi il 6%, mentre l’indice CSI 300 delle azioni quotate a Shanghai e Shenzhen è aumentato del 2,5%. Questi guadagni hanno spinto i benchmark in rialzo rispettivamente del 15 e 7%, dopo che la Cina ha cercato di attutire i ribassi a due cifre all’inizio della settimana, suscitati dalle preoccupazioni sulle prospettive di crescita del paese.

Altrove nella regione, il Topix del Giappone è aumentato del 2,5%, mentre il Kospi della Corea del Sud ha guadagnato l’1,4%. I futures hanno spinto l’Euro Stoxx 50 in rialzo dello 0,1%, mentre l’S&P 500 avrebbe dovuto scendere dello 0,1% in apertura.

Il rally delle azioni cinesi ha segnato il secondo giorno di forti guadagni dopo che il Comitato cinese per la stabilità finanziaria e lo sviluppo ha promesso “misure sostanziali” per sostenere la crescita e ha annunciato altre misure di sostegno.

“È probabile che i responsabili politici seguano quella strada”, ha affermato Xiangrong Yu, capo economista cinese di Citigroup. Yu ha indicato le dichiarazioni di una serie di importanti istituzioni, tra cui la People’s Bank of China e l’autorità di regolamentazione bancaria e assicurativa del paese, che si sono tutte impegnate ad attuare le nuove misure.

Ma Yu ha aggiunto che ci sono ancora “significativi venti contrari alla crescita”, compresi i segni di debolezza nel mercato immobiliare cinese e l’attuale ondata di casi di Covid-19 che minaccia di costringere le autorità a imporre ampi blocchi potrebbero interrompere la crescita economica.

I guadagni di giovedì in Asia hanno seguito un rally di Wall Street, dove l’S&P 500 ha chiuso in rialzo di oltre il 2% e il Nasdaq Composite, pesantemente tecnologico, è salito di quasi il 4% dopo che la Fed ha aumentato i tassi di interesse di un quarto di punto.

“L’accelerazione degli aumenti dei tassi è una chiara indicazione che la Fed ha riguadagnato il suo mojo anti-inflazione e sta cercando di mantenere la sua credibilità di fronte alle pressioni inflazionistiche”, ha affermato Kerry Craig, global market strategist di JPMorgan Asset Management.

“In questo momento, le prospettive per l’economia statunitense sono resilienti piuttosto che recessive e in grado di assorbire tassi di interesse più elevati”.

Le azioni globali sono state sostenute anche dalle notizie secondo cui Ucraina e Russia stavano compiendo “progressi significativi” nei negoziati per un cessate il fuoco e un possibile ritiro della Russia.

I rendimenti sono stati più bassi nei mercati dei titoli di stato dopo il picco iniziale in risposta alla mossa della Fed. I rendimenti dei Treasury USA a 10 anni sono scesi di 0,04 punti percentuali a 2,14 dopo aver brevemente toccato un massimo di tre anni durante la sessione di negoziazione di mercoledì.

Unhedged – Mercati, finanza e opinioni forti

Robert Armstrong analizza le principali tendenze del mercato e come le menti più brillanti di Wall Street stanno reagendo ad esse. Iscriviti qui per ricevere la newsletter direttamente nella tua casella di posta ogni giorno della settimana

Kim Cattrall brilla con un cappotto dorato e ipnotizza con un blazer colorato per la nuova campagna Farfetch

1Altra Mini recensione di ComfoBuds: quasi nessun aspetto negativo