in

L’Agenzia spaziale europea sospende la missione su Marte da 1 miliardo di euro con la Russia | Marte

L’Agenzia spaziale europea ha sospeso la sua missione ExoMars da 1 miliardo di euro, un progetto congiunto con la Russia che avrebbe dovuto lanciare un rover robotico a settembre. Gli stati membri dell’ESA hanno votato giovedì per annullare il lancio a causa dell’invasione russa dell’Ucraina.

“È stato deciso che questo lancio non può aver luogo date le circostanze attuali e in particolare le sanzioni imposte dai nostri Stati membri”, ha affermato il direttore generale dell’agenzia Josef Aschbacher. “Ciò rende praticamente impossibile, ma anche politicamente impossibile, avere un lancio [the rover] nel mese di settembre.”

Il rover Mars, soprannominato Rosalind Franklin, è stato assemblato nel Regno Unito per un lancio programmato a bordo di un razzo russo. Dopo aver viaggiato su Marte su un veicolo spaziale di costruzione tedesca, sarebbe stato portato in superficie da un lander russo. Invece, il rover verrà archiviato per il prossimo futuro.

La decisione era considerata inevitabile, ma rappresenta un duro colpo per il programma spaziale europeo. La prossima finestra di lancio disponibile, basata sull’allineamento di Terra e Marte, sarà il 2024, ma le questioni tecniche e politiche potrebbero richiedere più tempo per essere risolte.

L’ESA ha commissionato uno studio di fattibilità su come far funzionare ExoMars senza il coinvolgimento di Roscosmos. Lavorare con la NASA è un’opzione e Aschbacher ha affermato che l’agenzia statunitense ha espresso una “forte volontà di supportare” la missione.

Rosalind Franklin è la seconda tappa della missione congiunta europeo-russa. La prima parte, un satellite chiamato Trace Gas Orbiter, è stato lanciato nel 2016 e sta studiando l’atmosfera del pianeta. Doveva anche fungere da ripetitore di telecomunicazioni per Rosalind Franklin quando il rover arrivò.

Il rover dovrebbe perforare 2 m nella superficie marziana per cercare segni di vita. Non sono previste missioni simili per il prossimo decennio e il rover dovrebbe essere immagazzinato per diversi anni. Tuttavia, mantenere in vita la missione dovrebbe contribuire in modo significativo al suo prezzo di oltre 1 miliardo di euro.

Giovedì l’ESA ha anche affermato che cinque missioni satellitari che dovrebbero essere lanciate da Soyuz sono state cancellate dopo che Roscosmos ha deciso di ritirare il suo personale dallo spazioporto europeo nella Guyana francese.

Tuttavia, la situazione a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), che attualmente ospita quattro americani, due russi e un astronauta tedesco dell’ESA, è stabile, ha affermato Aschbacher. “Gli astronauti lavorano nominalmente. Stanno facendo bene e stanno eseguendo i loro interventi chirurgici come previsto”, ha detto.

All’inizio di questa settimana, la Nasa ha confermato che uno dei suoi astronauti condividerà un viaggio di ritorno dalla ISS con due cosmonauti a bordo della sua capsula Soyuz alla fine di questo mese.

Meghan Markle e il principe Harry donano in beneficenza in Ucraina

Le bottiglie di plastica riciclate perdono più sostanze chimiche nelle bevande, secondo le recensioni plastica