in

La NASA si prepara a lanciare Artemis 1 mentre si prepara a riportare gli americani sulla superficie lunare

Il primo razzo lunare lanciato dalla NASA in cinque decenni dovrebbe decollare il 29 agosto dal Kennedy Space Center, sulla costa della Florida.

La NASA si sta preparando a lanciare il razzo senza pilota Space Launch System e la capsula Orion come parte della missione Artemis I dell’agenzia, che prevede di riportare gli astronauti americani sulla superficie lunare.

Questa missione è un banco di prova per le tecnologie che potrebbero portare a un atterraggio su Marte.

Al centro di Artemis I c’è lo Space Launch System, noto anche come SLS, il più grande progetto missilistico della NASA dai tempi di Saturn V.

Il lancio di SLS è previsto per il 29 agosto alle 8:33 ora orientale dal Launch Pad 39B. Il lancio ha una finestra di due ore.

Se il tempo ritarda il lancio della finestra, le altre possibili date di lancio sono il 2 e il 5 settembre.

Se tutto va secondo i piani, la NASA prevede il lancio di Artemis II nel 2023, un sorvolo con equipaggio della superficie lunare prima che gli astronauti americani atterrino sulla superficie nel 2025 come parte di Artemis III.

La NASA prevede di lanciare il razzo più potente che il mondo abbia mai visto per una missione sulla luna

La NASA prevede di lanciare il razzo più potente che il mondo abbia mai visto per una missione sulla luna

Questa missione è un banco di prova per le tecnologie che potrebbero portare a un atterraggio su Marte

Questa missione è un banco di prova per le tecnologie che potrebbero portare a un atterraggio su Marte

Il lancio di SLS è previsto per il 29 agosto alle 8:33 ora orientale dal Launch Pad 39B.  Il lancio ha una finestra di due ore

Il lancio di SLS è previsto per il 29 agosto alle 8:33 ora orientale dal Launch Pad 39B. Il lancio ha una finestra di due ore

Al posto del comandante c'è il comandante Moonikin Campos, un tributo all'ingegnere elettrico Arturo Campos, che ha svolto un ruolo chiave nel riportare in salvo sulla Terra la travagliata missione Apollo 13 nel 1970

Al posto del comandante c’è il comandante Moonikin Campos, un tributo all’ingegnere elettrico Arturo Campos, che ha svolto un ruolo chiave nel riportare in salvo sulla Terra la travagliata missione Apollo 13 nel 1970

Il razzo è molto sensibile alle intemperie e la NASA deve considerare la temperatura, i finestrini e la pioggia prima di approvare il lancio.

Secondo la previsione di esecuzione della missione di lancio: “Sebbene la minaccia complessiva di fulmini appaia bassa, questo regime di corrente a terra promuoverà acquazzoni isolati attraverso le acque dell’Atlantico attraverso la finestra di lancio”.

“Di conseguenza, i problemi meteorologici chiave per una prova del lunedì mattina saranno la regola del cumulo, la regola dei campi elettrici di superficie e il vincolo del volo attraverso le precipitazioni”, ha scritto il Launch Weather Officer.

Un portavoce della NASA ha indicato che le condizioni che normalmente porterebbero alla cancellazione di un lancio con equipaggio potrebbero non applicarsi a un lancio senza equipaggio.

Il progetto Artemis farà atterrare gli astronauti sulla luna ogni anno fino alla fine del decennio, a partire dal 2025. A quel punto, il prezzo del progetto Artemis sarà aumentato a 93 miliardi di dollari.

Questi astronauti stabiliranno una stazione spaziale e una base al polo sud della luna. Le tecnologie utilizzate in questa missione serviranno a supportare la NASA nel suo obiettivo finale di una spedizione con equipaggio su Marte. Queste missioni sono pianificate per i primi anni 2040.

Si prevede che circa 10.000 persone assisteranno al lancio di persona, molte allo Space View Park di Titusville e al Jetty Park di Cape Canaveral

Si prevede che circa 10.000 persone assisteranno al lancio di persona, molte allo Space View Park di Titusville e al Jetty Park di Cape Canaveral

Il razzo trasporterà astronauti fittizi, inclusa una donna, per riflettere il desiderio della NASA di inviare una donna sulla luna nel prossimo futuro

Il razzo trasporterà astronauti fittizi, inclusa una donna, per riflettere il desiderio della NASA di inviare una donna sulla luna nel prossimo futuro

Il progetto è stato ben oltre il budget da quando è stato concepito per la prima volta. Nel 2012, la costruzione dell’SLC sarebbe costata $ 6 miliardi e ogni lancio sarebbe costato $ 500 milioni.

Ad agosto 2022, il conto per costruire il razzo era di $ 20 miliardi, mentre i lanci costeranno $ 4,1 miliardi, riferisce la CNBC.

Se Artemis I riesce, si librerà a 60 miglia sopra la superficie lunare, nel 2024 Artemis II effettuerà un sorvolo lunare con quattro astronauti a bordo. Gli astronauti dovrebbero camminare sulla luna entro il 2025.

L’ispettore generale della NASA ha affermato all’inizio di quest’anno che il 2026 era un obiettivo più realistico per gli sbarchi umani sulla luna.

Tra una settimana, se tutto andrà secondo i piani, il Kennedy Space Center in Florida vedrà la prima missione lunare da quando l'Apollo 17 è stato lanciato nello spazio

Tra una settimana, se tutto andrà secondo i piani, il Kennedy Space Center in Florida vedrà la prima missione lunare da quando l’Apollo 17 è stato lanciato nello spazio

Un rover cinese fotografato nel 2019 dopo lo sbarco sulla luna.  La nazione spera un giorno di stabilire una base sulla sua superficie lunare

Un rover cinese fotografato nel 2019 dopo lo sbarco sulla luna. La nazione spera un giorno di stabilire una base sulla sua superficie lunare

L’Artemis III, che sarà il titolo della missione di sbarco lunare, potrebbe contenere una capsula realizzata dalla SpaceX di Elon Musk. Nel 2021, Musk ha ricevuto un contratto da 2,9 miliardi di dollari dalla NASA per sviluppare il progetto.

Questi astronauti sarebbero i primi esseri umani a mettere piede in superficie dal 1972.

L’SLS condivide somiglianze con lo Space Shuttle in quanto è dotato di due propulsori per razzi a combustibile solido contenenti idrogeno liquido e ossigeno su entrambi i lati.

I booster daranno all’SLS, che peserà 5,7 milioni di libbre con il serbatoio pieno, una spinta di quasi nove milioni di libbre. È circa il 15 percento in più rispetto a Saturno V. Può sollevare 90 tonnellate nell’orbita terrestre e 27 tonnellate verso la luna.

Dopo il lancio di Artemis I, l’SLS sarà il razzo più potente mai lanciato. L’attuale iterazione del razzo si chiama Block 1. La prossima versione si chiamerà Block 1B.

Al momento del lancio sarà accompagnato dal modulo Orion, sarà alto più di 320 piedi e conterrà oltre 700.000 galloni di carburante criogenico.

Orion, prodotto da Lockheed-Martin, è il mezzo da sbarco utilizzato dagli astronauti per portarli sulla luna. Sebbene simile nell’aspetto al mezzo da sbarco utilizzato dai primi astronauti dell’Apollo, è più grande all’interno e dotato delle ultime tecnologie.

Gli astronauti possono sopravvivere nella capsula fino a 21 giorni senza dover attraccare da nessuna parte.

Proprio come il suo antenato Apollo, Orion ha uno scudo termico che protegge gli astronauti dall’attrito causato dal rientro nell’atmosfera terrestre.

Il veicolo atterrerà utilizzando paracadute che lo rallenteranno da 25.000 miglia orarie a circa 20 miglia orarie per riportare in sicurezza gli astronauti sulla Terra nell’Oceano Pacifico vicino a Baja California.

La durata totale della missione Artemis I è di 42 giorni, durante i quali coprirà 1,3 milioni di miglia. L’obiettivo principale è garantire che il razzo funzioni come previsto prima che gli astronauti salgano a bordo nel 2023.

Il razzo Artemis della NASA che trasporta la navicella spaziale Orion è attualmente parcheggiato sul Pad 39B al Kennedy Space Center

Il razzo Artemis della NASA che trasporta la navicella spaziale Orion è attualmente parcheggiato sul Pad 39B al Kennedy Space Center

Durante la missione, l’SLS lancerà l’Orion, dove si librerà a circa 60 miglia sopra la superficie lunare. Ci saranno tre manichini a bordo mentre la NASA tenta di determinare gli effetti del viaggio sul corpo umano.

Fondamentalmente, alla fine della missione, gli scienziati della NASA monitoreranno come Orion sta affrontando il suo arrivo sulla Terra mentre rientra nell’atmosfera a 30 volte la velocità del suono.

Funzionari della NASA hanno affermato che testare lo scudo termico di Orion è la parte più importante della missione.

In una conferenza stampa del 3 agosto, l’amministratore della NASA Bill Nelson ha dichiarato: “Questo è uno scudo termico ablativo e l’unico modo per testarlo è portarlo fuori e lasciarlo entrare a Mach 32”.

Ha continuato: “Orion tornerà a casa più velocemente e più caldo di qualsiasi astronave prima”.

Circa 10.000 persone dovrebbero assistere al lancio di persona, molte allo Space View Park di Titusville e al Jetty Park di Cape Canaveral.

Il lancio sarà trasmesso in diretta su NASA.gov, NASA TV tramite gli account dei social media dell’agenzia e su YouTube.

Il sito Web Artemis Real-time Orbit (AROW) fornirà immagini, dati e le ultime notizie, consentendo agli appassionati di spazio di individuare esattamente dove si trova Orione, la sua distanza dalla Terra, la distanza dalla Luna, la durata della missione e altro ancora. ‘

Perseverance Mars Rover trova sorprendenti rocce vulcaniche

Artemis 1: La folla si accalca per vedere il razzo più potente della NASA decollare verso la luna | posto