in

La NASA pubblica le immagini del “test di difesa planetaria” mentre la navicella spaziale si è schiantata contro un asteroide | posto

La Nasa ha rilasciato le prime immagini dettagliate del suo rivoluzionario “test di difesa planetaria” nello spazio, in cui un’astronave si è schiantata contro un asteroide distante per alterarne la traiettoria.

Le immagini sono state scattate dai telescopi spaziali James Webb e Hubble, che l’agenzia chiama i suoi “due principali osservatori”, che hanno catturato l’impatto di lunedì con Dimorphos, la luna dell’asteroide Didymos, a 6,8 metri dalla Terra.

Le foto della missione Dart (Double Asteroid Redirection Test) da 325 milioni di dollari sono state combinate in due animazioni time-lapse colorate, che mostrano l’approccio del veicolo spaziale e quindi la luminosità del momento della collisione.

Accanto alle animazioni, pubblicate giovedì sul sito web della Nasa, ci sono una serie di immagini prima e dopo che mostrano l’impatto e le vivide punte dell’ejecta, il materiale della superficie rocciosa dell’asteroide che viene espulso dalla forza della collisione.

“Webb e Hubble mostrano ciò che abbiamo sempre saputo essere vero alla Nasa: impariamo di più quando lavoriamo insieme”, ha affermato Bill Nelson, amministratore dell’agenzia ed ex astronauta, in una dichiarazione che accompagnava le immagini.

“Per la prima volta, Webb e Hubble hanno catturato simultaneamente immagini dello stesso bersaglio nel cosmo: un asteroide colpito da un’astronave dopo aver percorso 7 miglia. Tutta l’umanità attende con impazienza le scoperte di Webb, Hubble e dei nostri telescopi terrestri sulla missione Dart e oltre”.

I responsabili della missione hanno dichiarato lunedì in una conferenza stampa post-impatto che potrebbero volerci fino a due mesi prima che si sappia se la forza dell’impatto del dardo è stata sufficiente per rimuovere Dimorphos dalla sua orbita regolare attorno a Didymos.

Gli scienziati ne monitoreranno i movimenti e la velocità alla ricerca di anomalie attraverso telescopi terrestri ed esamineranno i dati dello strumento nel medio infrarosso e degli spettrografi del vicino infrarosso di Webb.

Ma erano felicissimi per il completamento con successo “innovativo” della prima parte della missione. Elena Adams, assistente responsabile del programma Freccette, ha detto che la nave ha colpito Dimorphos frontalmente, a soli 17 metri dal suo obiettivo.

“E’ stato fondamentalmente un successo. Penso che per quanto ne sappiamo, il primo test di difesa planetaria è stato un successo e possiamo applaudire per questo”, ha detto.

La missione Dart è stato il primo tentativo dell’umanità di spostare un altro corpo celeste in un test senza precedenti della capacità della Nasa di proteggere la Terra da uno scenario apocalittico di un grande asteroide che sfreccia verso di esso.

Gli astronomi accolgono con favore le prime immagini dell’impatto di un asteroide

Un nuovo studio fornisce la migliore prova che c’è acqua liquida su Marte | Notizie di scienza e tecnologia