in

La NASA fa un’enorme svolta su Marte mentre sul pianeta vengono trovati “mattoni della vita” | sono stati scoperti Scienza | notizia

Gli scienziati della NASA hanno fatto un’importante scoperta su Marte quando il rover Perseverance, che ha esplorato il pianeta rosso alla ricerca di segni di vita antica, ha raccolto più campioni di materia organica da un ex delta del fiume. L’agenzia spaziale statunitense sta pianificando una futura missione per recuperare i campioni raccolti dal rover e riportare sulla Terra i primi frammenti di Marte.

Ken Farley, scienziato del progetto Perseverance, ha dichiarato durante una conferenza stampa: “Le rocce che abbiamo esaminato nel delta hanno la più alta concentrazione di materiale organico che abbiamo trovato finora nella missione.

“E, naturalmente, le molecole organiche sono i mattoni della vita, quindi è tutto molto interessante che abbiamo rocce che sono state depositate in un ambiente abitabile in un lago che contiene materia organica”.

Con quei quattro campioni raccolti nel delta, che si pensava fosse un ex fondale marino, il rover su Marte ha ora raccolto un totale di 12 campioni.

Situato nel cratere Jezero, il sito di atterraggio del rover della NASA, questo delta a forma di ventaglio si è formato circa 3,5 miliardi di anni fa in un punto di convergenza tra un lago marziano e un fiume.

Attualmente, il rover Perseverance sta studiando le rocce sedimentarie del delta del fiume, formate come sulla Terra quando le regioni un tempo piene d’acqua trasportavano molte particelle di diverse dimensioni che si sono depositate nel tempo.

Durante la prima campagna scientifica del rover, ha esplorato il fondo del cratere Jezero e ha scoperto roccia ignea che si forma in profondità nel sottosuolo dal magma o come risultato dell’attività vulcanica in superficie.

Nella sua attuale campagna, la NASA sta indagando sul delta del fiume dove ha scoperto materiale organico. Sebbene tale materia sia stata trovata in precedenza sia dai rover Perseverance che Curiosity, l’ultima scoperta è stata fatta in una regione in cui sedimenti e sali si sono depositati in un lago miliardi di anni fa.

I ricercatori ritengono che questi sedimenti siano stati depositati in condizioni in cui potrebbe essere esistita la vita.

LEGGI DI PIÙ: Il mistero della vita su Marte viene svelato mentre la NASA sonda il “lago incantato”

Il Prof. Farley ha scoperto in un caso che l’arenaria conteneva grani e frammenti di roccia formati lontano dal cratere Jezero e anche una pietra fangosa contenente composti organici.

A luglio, il rover ha raccolto campioni dalla superficie di Wildcat Ridge e li ha analizzati utilizzando uno strumento chiamato Scanning Habitable Environments with Raman and Luminescence for Organics & Chemicals, o SHERLOC.

Attraverso la loro analisi, la NASA ha stabilito che i campioni contenevano un tipo di molecola organica correlata a quelle che si trovano nei minerali solfati. Trovato in strati di roccia sedimentaria, questi minerali potrebbero dire molto ai ricercatori sugli ambienti acquosi in cui si sono formati.

Lo scienziato SHERLOC Sunanda Sharma durante la conferenza stampa: “Questa correlazione suggerisce che quando il lago è evaporato, sia i solfati che la materia organica si sono depositati, conservati e concentrati in quest’area.

“Personalmente, trovo questi risultati così commoventi perché sembra che siamo nel posto giusto con gli strumenti giusti in un momento cruciale”.

La NASA ha affermato che le particelle organiche scoperte contengono una vasta gamma di composti, per lo più costituiti da carbonio, insieme a idrogeno e ossigeno, e alcuni azoto, fosforo e zolfo.

Thomas Zurbuchen, vice amministratore per la scienza della NASA a Washington, ha dichiarato in un comunicato stampa: “Abbiamo scelto il cratere Jezero da esplorare per Perseverance perché pensavamo che avesse le migliori possibilità di produrre campioni scientificamente eccellenti – e ora lo sappiamo”. il rover nel posto giusto.

“Queste prime due campagne scientifiche hanno prodotto un’incredibile varietà di campioni da restituire sulla Terra dalla campagna Mars Sample Return”.

Acqua aliena trovata per la prima volta in un meteorite atterrato nel Regno Unito | Notizie dal Regno Unito

Una luna perduta potrebbe finalmente risolvere lo strano mistero di Saturno e dei suoi anelli: ScienceAlert