in

La Nasa “dovrebbe lasciare che Elon Musk lanci razzi” dopo che Artemis ha fallito, il che potrebbe fermare le missioni future, afferma l’esperto

La NASA ha dovuto annullare per la terza volta la sua missione con il razzo Artemis I Moon e il suo razzo da un miliardo di dollari è ora fuori dalla rampa di lancio e rientrato.

Mentre il mondo osserva l’agenzia spaziale statunitense e la missione che ci riporterà sulla luna, alcuni esperti temono che la Nasa sarà eclissata da SpaceX come Elon Musk.

Artemis 1 ha dovuto essere lanciato dalla rampa di lancio dopo diversi tentativi di lancio interrotti

1

Artemis 1 ha dovuto essere lanciato dalla rampa di lancio dopo diversi tentativi di lancio interrottiCredito: Alamy

L’osservatore dell’industria spaziale Richard Speed ​​ha seguito i lanci spaziali per tutta la sua carriera.

Ha detto a The US Sun: “A peggiorare le cose, le società commerciali come SpaceX hanno continuato a lanciare, spesso in vista dell’SLS in difficoltà, e hanno dimostrato la riutilizzabilità.

“D’altra parte, la NASA ha speso miliardi per trasformare componenti riutilizzabili dello space shuttle in hardware sacrificabile che si blocca risolutamente sulla rampa di lancio.

“C’è un rischio molto reale che alla NASA possa essere ordinato di ritirarsi dal business dei lanci spaziali e concentrarsi sui veicoli spaziali.

“Infine, c’è un chiaro promemoria della volontà di sacrificare l’hardware rispetto alla rampa di lancio SLS sotto forma di un Saturn V progettato per la visualizzazione.

“Lo stesso destino potrebbe attendere lo Space Launch System se il flusso di finanziamenti fosse dirottato altrove”.

La Nasa non ha confermato una nuova data per il prossimo tentativo di lancio di Artemis I.

Si ritiene che l’agenzia spaziale statunitense ci riproverà entro la fine dell’anno.

Cos’è Artemide I?

La prima parte della missione per riportare gli esseri umani sulla luna si chiama Artemis I e doveva essere lanciata lunedì 29 agosto dal Kennedy Space Center della NASA in Florida.

Tuttavia, la prima data di lancio ha dovuto essere posticipata a causa di un errore di rifornimento.

Il secondo tentativo di lancio ha riscontrato un problema simile e il terzo è stato scartato prima che potesse iniziare a causa di Storm Ian.

Una volta lanciata, la missione includerà un viaggio di 42 giorni intorno alla luna e ritorno.

Tuttavia, la Nasa potrebbe interrompere la missione se qualcosa va storto.

Il volo testerà l’hardware per consentire alla Nasa di far atterrare la prima donna e la prima persona di colore sulla luna entro il 2025.

Questa missione con equipaggio è denominata Artemis III e resta ancora molto da fare prima che possa aver luogo.

Artemis I non è una missione con equipaggio, ma deve orbitare attorno alla luna per testare tre componenti chiave.

Si tratta dello Space Launch System (SLS) della NASA, della navicella spaziale Orion e dell’European Service Module (ESM).

La navicella spaziale Orion e l’ESM dovrebbero arrivare entro 62 miglia dalla superficie lunare e poi viaggiare per 40.000 miglia oltre.

Una volta che il razzo ha orbitato attorno al lato oscuro della luna, dovrebbe atterrare nell’Oceano Pacifico al largo della costa di San Diego.

La Nasa ha completato una “prova in costume” dell’SLS a marzo e da allora ha cambiato più volte la data di lancio proposta.

Il modello di superconduttività con 100.000 equazioni ora ne contiene solo 4 grazie all’intelligenza artificiale: ScienceAlert

L’asteroide che si è schiantato sulla Terra 2 miliardi di anni fa era largo fino a 15 miglia