in

La fusione di mostri buchi neri dà ragione a Einstein (di nuovo).

I ricercatori che studiano le conseguenze di una gigantesca collisione di buchi neri potrebbero aver confermato un fenomeno gravitazionale previsto da Albert Einstein un secolo fa.

Secondo una nuova ricerca pubblicata oggi (si apre in una nuova scheda) (12 ottobre) sulla rivista Nature, il fenomeno – noto come precessione, simile al movimento oscillante a volte visto in una trottola – si è verificato quando due antichi buchi neri si sono scontrati e si sono fusi in uno solo. Mentre i due massicci oggetti si avvicinavano vorticosamente, scatenavano tremende increspature attraverso il tessuto dello spaziotempo noto come onde gravitazionali, che si sollevavano verso l’esterno attraverso il cosmo, trasportando energia e momento angolare lontano dai buchi neri in fusione.

Questo buco nero ha ingoiato una stella anni fa. Ora sta “ruttando” qualcosa da: ScienceAlert

Trovate le stelle morte nel cimitero della Via Lattea – Prima mappa del “mondo sotterraneo galattico”