in

La Fed annuncia il suo primo aumento dei tassi dal 2018 con l’aumento dell’inflazione

La Federal Reserve ha alzato il tasso di interesse di un quarto di punto percentuale, il primo aumento dal 2018 e l’inizio di ciò che i funzionari della Fed hanno segnalato quest’anno sarebbe stata una serie di aumenti dei tassi, con ulteriori aumenti attesi su tutte e sei le restanti politiche che diventeranno sessioni.

Al termine della riunione politica di due giorni di mercoledì, il Federal Open Market Committee ha aumentato il tasso sui fondi federali di un quarto di punto percentuale, portando l’intervallo target dallo 0,25 allo 0,50 percento. È l’ultima pietra miliare per l’economia statunitense nella sua ripresa dalla pandemia e la mossa più vigorosa finora per combattere l’inflazione più alta degli ultimi quattro decenni.

In una conferenza stampa dopo l’incontro, il presidente della Fed Jay Powell ha affermato che il comitato ha aumentato i tassi “sullo sfondo di un mercato del lavoro estremamente teso in un contesto di alta inflazione” e che “si aspetta che l’intervallo target per i fondi federali venga ulteriormente raccolto per essere ragionevole .”

Il FOMC non ha sostenuto all’unanimità l’aumento di un quarto di punto, tuttavia, poiché James Bullard, presidente della St. Louis Fed e membro votante del comitato quest’anno, si è opposto a un aumento di mezzo punto più ampio.

Powell ha precedentemente affermato che quest’anno è possibile un aumento del tasso con incrementi di oltre un quarto di punto in una o più sessioni.

I funzionari della Fed hanno rivisto le loro previsioni per i tassi di interesse quest’anno in modo significativo al rialzo rispetto a tre mesi fa, quando avevano previsto aumenti dei tassi di tre quarti di punto nel 2022, seguiti da altri cinque nel 2023 e nel 2024.

Secondo il cosiddetto dot plot delle proiezioni sui tassi di interesse dei singoli membri del comitato, i responsabili politici ora si aspettano sei ulteriori aumenti dei tassi nel 2022 oltre alla mossa di marzo.

Almeno tre aumenti sono previsti per il 2023, portando il tasso dei fed funds al 2,8%, al di sopra di una posizione “neutrale” che non stimola né limita la crescita. La maggior parte dei funzionari della Fed prevede un tasso di interesse neutro del 2,4%. Non sono previsti aumenti dei tassi per il 2024.

Fino a settembre, i funzionari erano divisi sulla necessità di un aumento dei tassi quest’anno, sottolineando l’enormità di un cambiamento restrittivo avvenuto in pochi mesi.

La posizione da falco dei politici della Fed ha smussato il continuo rally del mercato azionario statunitense, facendo scendere i prezzi del Tesoro mentre i trader hanno aumentato le scommesse su quanto aggressivamente agirà la banca centrale per domare l’inflazione.

All’inizio della giornata, l’S&P 500 ha rinunciato a guadagni fino al 2%.

I rendimenti dei titoli di Stato sono aumentati, con gli aumenti più bruschi dei titoli di debito a breve scadenza, che sono sensibili ai movimenti politici. Il rendimento dell’obbligazione a due anni è aumentato di 0,12 punti percentuali all’1,97%, il più alto da maggio 2019. I rendimenti aumentano quando il prezzo di un’obbligazione scende.

Il rendimento del Treasury a 10 anni di riferimento è aumentato di 0,06 punti percentuali al 2,22%, anche il livello più alto dal 2019.

L’introduzione da parte della Fed di una politica monetaria molto più restrittiva arriva nonostante una forte escalation delle tensioni sull’invasione russa dell’Ucraina, che è ampiamente previsto pesare sulla crescita e aumentare le pressioni sui prezzi. Anche la Banca centrale europea ha adottato una posizione più aggressiva questo mese, riducendo il suo piano di acquisto di obbligazioni poiché la guerra ha aumentato le aspettative di inflazione.

Nella sua dichiarazione politica rilasciata mercoledì, la Fed ha riconosciuto l’incertezza geopolitica che offusca le prospettive, ma ha sottolineato che il conflitto potrebbe “creare un’ulteriore pressione al rialzo sull’inflazione e pesare sull’attività economica”.

Sebbene la banca centrale abbia storicamente ritardato le decisioni politiche chiave durante i periodi di conflitto acuto per evitare di esacerbare la volatilità, l’aumento dell’inflazione e un mercato del lavoro estremamente forte hanno spinto la Fed a portare avanti piani per una più significativa stretta monetaria.

I funzionari della Fed mercoledì hanno anche rivisto al rialzo le loro previsioni di inflazione, che sono derivate dall’indice di spesa per consumi personali. La stima mediana dell’inflazione core di fine anno, che esclude voci volatili come cibo ed energia, è salita al 4,1% dal 2,7% di dicembre. Anche le stime per il prossimo anno sono aumentate, con la maggior parte dei funzionari che ora prevede che l’indice PCE core si aggirerà al 2,6% e al 2,3% nel 2024. Attualmente è del 5,2%, ben al di sopra dell’obiettivo del 2% della Fed.

La decisione mostra “che la Fed è piuttosto preoccupata per l’inflazione”, ha affermato Bob Michele, chief investment officer di JPMorgan Asset Management. “Attualmente stai vedendo impronte di alta inflazione. . . C’è ancora molta riapertura davanti e hanno bisogno di normalizzare le cose”.

Brian Smedley, capo economista di Guggenheim Partners, ha affermato che la Fed “ha riconosciuto la guerra in Ucraina. . . esercita una maggiore pressione sull’inflazione”, aggiungendo: “Hanno anche riconosciuto l’estensione delle pressioni sui prezzi, che richiede una risposta politica più forte”.

Anche la stima mediana della crescita economica statunitense è scesa al 2,8 per cento dal 4 per cento previsto a dicembre, mentre la previsione per il tasso di disoccupazione è rimasta stabile al 3,5 per cento. La maggior parte dei funzionari della Fed ha visto il tasso di disoccupazione salire al 3,6% nel 2024.

La Fed ha anche accennato ai piani per tagliare il suo enorme bilancio, che era più che raddoppiato a $ 9 trilioni nel corso della pandemia, poiché la banca centrale ha risucchiato i titoli di stato come parte dei suoi sforzi per sostenere l’economia. Il comitato prevede di ridurre le sue partecipazioni in titoli garantiti da ipoteca dell’Agenzia del Tesoro “in una prossima riunione”.

Segnalazioni aggiuntive di Eric Platt e Kate Duguid

Orrore della ISS: Putin scatena il panico mentre due astronauti della NASA PARTONO per la passeggiata spaziale | Scienza | Messaggi

Asus sta rendendo le GPU più economiche nel Regno Unito