in

La bolletta della tua banda larga BT aumenterà QUESTA SETTIMANA

Sì, è di nuovo quella volta. BT aumenterà i prezzi per quasi tutti i clienti, inclusi BT Broadband, Fixed Line, BT Mobile, BT Sport e BT TV da giovedì 31 marzo. Peggio ancora, i clienti saranno colpiti dal più grande aumento dei prezzi degli ultimi anni, con la maggior parte che deve affrontare un aumento record del 9,3% delle bollette ogni mese. Ahia. BT ha contattato tutti i clienti colpiti dall’aumento di prezzo in modo che coloro che non hanno ancora ricevuto un’e-mail o una lettera dalla società di telecomunicazioni possano essere certi di essere esentati dall’aumento di prezzo.

Ogni anno BT aumenta il costo per i propri clienti – lo si legge nella stampa fine del contratto al momento della sottoscrizione dell’affare – con bollette mensili sempre in aumento secondo una formula fissa legata all’inflazione. BT utilizza l’indice dei prezzi al consumo o CPI per misurare l’inflazione nel Regno Unito. L’Ufficio di statistica nazionale rilascia ogni mese il tasso CPI, che si basa sulla spesa delle famiglie. BT aggiunge sempre il 3,9 per cento al tasso CPI rilasciato dall’agenzia governativa a gennaio – e basta. L’anno scorso, questo calcolo ha comportato un aumento del prezzo del 4,5% per tutti i clienti BT.

L’aumento dell’inflazione (CPI misurato al 5,4 per cento dall’Ufficio di statistica nazionale all’inizio di quest’anno) ha comportato un aumento molto più elevato per tutti i clienti BT. Con il 9,3 percento, i clienti a banda larga e televisivi pagano il doppio in questo momento rispetto all’anno scorso. Naturalmente, BT non è l’unica azienda che aumenta i propri prezzi ogni anno. Vodafone, Plusnet ed EE si basano tutti sulla stessa formula di BT e aumentano l’indice dei prezzi al consumo (CPI) misurato a gennaio del 3,9%. Pertanto, i clienti di queste società vedranno aumenti da record simili nei prossimi giorni.

Allora cosa puoi fare al riguardo?

Beh, questa è la cosa peggiore… molto probabilmente niente. Se sei ancora entro la durata minima del contratto con il tuo attuale provider – che sia BT, Vodafone, Plusnet o EE – devi solo far fronte all’aumento della bolletta mensile. Come accennato in precedenza, se hai firmato un accordo con BT o i suoi concorrenti più vicini, l’aumento annuale è delineato nella stampa fine. Sebbene l’aumento dei prezzi di questa settimana sia sorprendentemente ampio rispetto agli anni precedenti, non c’è altro da fare che assicurarsi che l’addebito diretto stia assorbendo una fetta maggiore del tuo stipendio mensile.

Parlando dell’imminente aumento dei prezzi, Nick Lane, amministratore delegato di BT per i servizi clienti consumer, ha detto a Broadband-Focused blog È Anteprima: “Gli aumenti di prezzo non sono mai popolari, ma a volte sono una parte necessaria dell’azienda se vogliamo tenere il passo con i costi in aumento e assicurarci di poter continuare a offrire un’esperienza di rete brillante poiché l’utilizzo dei dati dei clienti aumenta di mese in mese. Abbiamo riflettuto a lungo e intensamente su come garantire che eventuali modifiche ai prezzi siano prevedibili, chiare e non mirate ingiustamente ai nostri clienti esistenti, ma si riflettano anche nei nostri nuovi prezzi”.

“Tuttavia, queste modifiche non si applicheranno a tutti i nostri clienti. Per i nostri clienti finanziariamente vulnerabili BT Home Essentials, BT Home Phone Saver e BT Basic, lasceremo i loro prezzi invariati”, ha aggiunto Lane. “Presto scriveremo ai nostri clienti e faremo loro chiaramente sapere cosa significheranno per loro i cambiamenti di quest’anno. Spiegheremo anche perché l’aumento di quest’anno è necessario per poter continuare a offrire ai nostri clienti la connessione migliore e più affidabile sulle nostre reti. con le ultime tecnologie e un brillante servizio britannico, il tutto nel modo più sostenibile”.

Openreach di BT sta espandendo rapidamente la sua infrastruttura in fibra completa in tutto il Regno Unito con l’obiettivo di raggiungere 25 milioni di edifici entro dicembre 2026. Attualmente ha poco più di sei milioni di case collegate.

Questa tecnologia a banda larga di nuova generazione può fornire velocità fino a 1.000 Mbps o 1 Gbps. Per fare un confronto, la velocità media della banda larga domestica nel Regno Unito è attualmente di 70 Mbps, ovvero circa 14 volte più lenta. La banda larga in fibra ottica è anche più resistente rispetto ai vecchi cavi in ​​rame che sostituisce, che possono essere degradati dalle intemperie. Mentre la maggior parte delle case probabilmente non ha bisogno di velocità di download di 1.000 Mbps in questo momento, l’aggiornamento sarà una banda larga a prova di futuro man mano che emergerà la prossima generazione di tecnologie, tra cui streaming video 8K ad alta definizione, videogiochi di realtà virtuale (VR) e altro ancora.

Famiglie occupate da più persone che effettuano videochiamate, scaricano giochi per l’ultima generazione di console domestiche (che possono regolarmente superare i 100 GB di dimensione), streaming di musica e TV, controllo di termostati, lampadine e campanelli video su Internet, invio e ricezione di foto tramite WhatsApp e il backup dei propri dispositivi sul cloud… tutti beneficiano contemporaneamente della larghezza di banda estesa fornita dall’ultima generazione di banda larga full-fibra. Per fare un confronto, Virgin Media offre ora velocità di download superiori a 1.000 Mbps a tutti i 15,5 milioni di clienti.

Fortunatamente, non tutti saranno senza speranza di sopportare semplicemente l’aumento record dei prezzi di BT. Uno studio pubblicato dall’autorità di regolamentazione delle telecomunicazioni Ofcom ha rivelato che fino al 40% di tutti i clienti a banda larga sono attualmente non abbonati, il che significa che il periodo minimo del contratto originale è scaduto. Questi clienti sono liberi di lasciare BT senza penali. Li lascia inoltre liberi di negoziare un nuovo contratto con lo stesso provider di banda larga, poiché la società sarà desiderosa di firmarli per un nuovo periodo minimo di contratto.

Se non cambi offerte o provider di banda larga da un po’, non c’è mai stato un momento migliore per controllare le ultime offerte di banda larga. Per lo stesso costo mensile, potresti essere in grado di ottenere velocità più elevate o un regalo gratuito. Se sei soddisfatto della tua attuale velocità di download, potresti essere in grado di ridurre le bollette mensili.

Per coloro che sono preoccupati per il mal di testa del passaggio da un provider all’altro, niente panico. Con l’introduzione di nuove regole da parte di Ofcom, il passaggio da un provider all’altro che si basa sulla stessa infrastruttura Openreach, inclusi BT, EE, Sky e TalkTalk, è incredibilmente facile. Tutto quello che devi fare è contattare il nuovo Internet Service Provider (ISP) che hai scelto e tutto il resto sarà curato dietro le quinte. Non c’è bisogno di fare una telefonata di rottura imbarazzante con un rappresentante del servizio clienti presso l’azienda di banda larga che stai lasciando… è tutto ordinato dal nuovo provider che hai scelto. Organizzano anche per te la data di passaggio, così non finisci per pagare entrambe le società per la banda larga allo stesso tempo e non rimani mai senza Internet per più di un giorno o giù di lì.

e questo è tutto. Il tuo nuovo provider ti invierà un nuovo router per posta e molto probabilmente anche un telefono di casa. Quando arriva la data del tuo cambio, il tuo nuovo hub Wi-Fi diventerà attivo e il gioco è fatto. Riceverai una notifica quando il passaggio è avvenuto e potrai scollegare il vecchio kit e lasciare il vecchio addebito diretto.

C’è un piccolo avvertimento. Fino a quando le regole Ofcom non cambieranno di nuovo, ciò che accadrà a dicembre è il passaggio da un’azienda a banda larga che si affida a Openreach a un’altra che utilizza la propria infrastruttura, come Virgin Media, o uno dei nuovi marchi interamente in fibra, come Giganet, Hyperoptic, devi occuparti di tutto da solo. Non c’è ancora nessuna commutazione automatica. Invece, devi gestire tu stesso la mossa, sincronizzandola correttamente per assicurarti di non essere offline per un momento inopportuno.

Ofcom aveva chiesto all’industria di creare un processo per porre fine a questa discrepanza, quindi il passaggio da BT a Virgin Media o HyperOptic a Sky o TalkTalk a EE è lo stesso. Purtroppo non è successo. Dopo il fallimento, i funzionari Ofcom stanno ora lavorando per sviluppare la propria soluzione. Il regolatore afferma che consulterà il pubblico e le aziende interessate prima di lanciarlo prima della scadenza di dicembre 2022.

Ma nel frattempo, se vuoi sfruttare le ultime offerte di questi fornitori interamente in fibra, dovrai gestire tu stesso il passaggio. Express.co.uk ha arrotondato per eccesso scopri le migliori offerte di banda larga nel Regno Unito nella nostra guida approfondita qui.

Lo spettacolo di storia dell’arte della BBC salta il regno di Enrico VIII perché il re Tudor era “terribile”

Frail Phil Collins unisce le forze con i compagni di band dei Genesis come band iconica e suona l’ultimo concerto di sempre