in

JD Wetherspoon aumenta i prezzi mentre le vendite dei pub continuano a riprendersi | Cucchiaio meteo JD

Il capo di JD Wetherspoon ha avvertito dell’aumento dei costi causato dall’aumento dei prezzi di cibo e bevande e dall’aumento delle bollette energetiche mentre la catena di pub ha ridotto le perdite e ha affermato che l’attività è sul punto di tornare ai livelli pre-pandemia.

Tim Martin, il presidente e fondatore schietto, ha affermato di aspettarsi di mantenere gli aumenti dei costi appena al di sotto dei livelli di inflazione.

L’inflazione nel Regno Unito è al massimo degli ultimi 30 anni del 5,5% e dovrebbe salire a quasi l’8% ad aprile a causa dei timori che possa raggiungere una doppia cifra a causa della guerra in Ucraina.

“C’è una pressione sui costi di input dei fornitori di cibo, bevande ed energia che è in una certa misura alleviata da una serie di contratti a lungo termine”, ha affermato Martin. “Nel complesso, la società prevede che gli aumenti dei prezzi di input saranno leggermente inferiori all’inflazione”.

Giovedì, la Banca d’Inghilterra ha alzato i tassi di interesse allo 0,75% nel tentativo di arginare l’aumento del costo della vita.

Martin ha affermato che JD Wetherspoon ha beneficiato del fatto che quasi il 70% dei suoi oltre 800 pub sono di proprietà e che i tassi ipotecari sono fissi per il prossimo decennio. Ha aggiunto che la maggior parte dei suoi pub in affitto ha anche valutazioni degli affitti inferiori agli attuali livelli di inflazione.

JD Wetherspoon ha affermato che sta finalmente assistendo a un ritorno a modelli commerciali più normali dopo che le restrizioni finali sono state revocate in seguito alla diffusione della variante Omicron Covid a Natale e Capodanno.

Le vendite nelle tre settimane fino al 13 marzo sono state solo del 2,6% inferiori ai livelli pre-pandemia poiché il gruppo ha più che dimezzato le sue perdite a 21,6 milioni di sterline nei sei mesi fino al 23 gennaio.

“Dopo due anni traumatici per molte aziende e persone, la fine delle restrizioni legate al Covid ha spinto nelle ultime settimane a tornare a modelli commerciali più normali”, ha affermato Martin.

L’azienda non è stata colpita dalla carenza di manodopera segnalata in alcuni settori e opera con “personale completo”, ha aggiunto. Non ci sono stati problemi significativi della catena di approvvigionamento che hanno interessato l’azienda, che ha descritto come “pienamente dotata di risorse con poche eccezioni minori”.

Martin, un esplicito critico delle politiche del governo per contenere la pandemia, ha dichiarato: “Le restrizioni draconiane che equivalgono a un blocco furtivo sono, ovviamente, la kryptonite per l’ospitalità, i viaggi, il tempo libero e molte altre attività. La società è fiduciosa in un futuro forte se le restrizioni verranno evitate”.

La società quotata a Londra ha un valore di mercato di oltre 1 miliardo di sterline. Ha 859 pub in tutto il paese, 13 in meno rispetto a un anno fa e in calo rispetto al picco di 951 nel 2015.

Hands-on: Samsung Galaxy A53 5G in recensione

Gran Turismo 7 recensione bombardata mentre la manutenzione estesa si trascina • Eurogamer.net