in

Jay Powell afferma che la Fed è pronta a muoversi in modo più aggressivo per inasprire la politica

Jay Powell ha affermato che la Federal Reserve deve inasprire la politica monetaria “rapidamente” ed è pronta a diventare ancora più aggressiva se necessario per combattere l’inflazione eccessiva.

Parlando a una conferenza ospitata lunedì dalla National Association for Business Economics, il presidente della Fed ha presentato il caso di una serie di aumenti dei tassi quest’anno e di mosse sostanziali per scuotere il bilancio di $ 9 trilioni di dollari della banca centrale per ridursi di fronte a un mercato del lavoro “estremamente teso” e un’inflazione “troppo alta”.

Powell ha espresso fiducia nel fatto che la Fed potrebbe stringere ulteriormente senza innescare una recessione che alcuni temono.

“C’è un’ovvia necessità di agire rapidamente per riportare la posizione della politica monetaria a livelli più neutrali e poi passare a livelli più aggressivi quando necessario per ripristinare la stabilità dei prezzi”, ha affermato.

Il tasso di interesse “neutrale” non supporta né ostacola la crescita e la maggior parte dei responsabili politici ritiene che si aggiri intorno al 2,4%.

I commenti di Powell arrivano pochi giorni dopo che la Fed ha effettuato il suo primo aumento dei tassi dal 2018, che dovrebbe essere il primo di molti aumenti dei tassi quest’anno e nel 2023.

Le azioni statunitensi sono state vendute dopo che Powell ha ribadito l’impegno della Fed a utilizzare i suoi strumenti per smorzare l’inflazione, incluso un possibile aumento di mezzo punto percentuale dei tassi di interesse invece del solito aumento di un quarto di punto, una mossa che la banca centrale non ha fatto dal 2000 fatto di più.

Powell ha affermato che “nulla” ha impedito alla banca di andare avanti con un aumento del tasso di mezzo punto a maggio, ma ha aggiunto che il comitato deve ancora prendere una decisione sulla prossima mossa politica.

L’S&P 500 è sceso dello 0,8% prima di invertire alcune di queste perdite e i Treasury statunitensi sono rimasti sotto pressione. Il rendimento di riferimento a 10 anni è aumentato di 0,15 punti percentuali al 2,3 percento nella giornata.

I buoni del Tesoro hanno vissuto il loro mese peggiore da quando Donald Trump è diventato presidente nel 2016, sostenuti dai timori di inflazione esacerbati dall’invasione russa dell’Ucraina e dalle minori forniture di petrolio e altre materie prime chiave.

Il grafico a linee dei rendimenti dei Treasury a 10 anni (%) che mostra il sell-off dei Treasury statunitensi invia i rendimenti al livello più alto degli ultimi 33 mesi

La maggior parte dei funzionari della Fed ha segnalato la scorsa settimana che i tassi di interesse sarebbero saliti all’1,9% entro la fine dell’anno, dall’attuale intervallo dello 0,25% allo 0,50%. Per arrivarci sarebbe necessario un aumento di sei quarti di punto in ciascuna delle restanti riunioni del Federal Open Market Committee di quest’anno.

Il cosiddetto “dot plot” delle proiezioni dei tassi di interesse dei singoli responsabili politici ha mostrato che sette funzionari su 16 si aspettavano che i tassi di interesse salissero oltre il 2% nel 2022, suggerendo che almeno uno degli aggiustamenti di quest’anno sarà di mezzo punto. La maggior parte dei funzionari, nel frattempo, prevedeva che i tassi di interesse salissero al 2,8% nel 2023.

Powell ha affermato lunedì che, nonostante una forte escalation delle tensioni geopolitiche che circondano l’invasione russa dell’Ucraina, è necessario un “rafforzamento significativo della posizione politica” e continuerà fino a quando la Fed non vedrà segni di reali progressi sulle questioni dell’approvvigionamento.

La guerra avrebbe dovuto “aumentare nel breve termine” i prezzi dell’energia, dei generi alimentari e delle materie prime in un momento di “inflazione già troppo alta”.

La sfida per il presidente della Fed quest’anno sarà quella di creare consenso tra i membri del comitato sulla rapidità con cui la politica monetaria deve essere inasprita per portare l’inflazione in linea con l’obiettivo del 2% della Fed.

I funzionari la scorsa settimana hanno aumentato la stima mediana dell’inflazione core quest’anno al 4,1% dal 2,7% di dicembre. Le loro previsioni per il tasso sui fondi quest’anno variavano dall’1,4% al 3,1%.

Il presidente della Fed di Atlanta Raphael Bostic ha dichiarato lunedì di sostenere solo altri cinque aumenti dei tassi quest’anno, il che porterebbe il tasso sui fondi federali a circa l’1,63%. Ha respinto l’idea che la Fed avrebbe dovuto “rallentare attivamente l’economia” per riportare l’inflazione sotto controllo alzando i tassi di interesse sopra la neutralità.

Le opinioni di Bostic sono in netto contrasto con quelle del presidente della Fed di St. Louis James Bullard, che ha affermato venerdì di sostenere il tasso sui fondi federali, che aumenterà di oltre il 3% quest’anno.

Bullard non è stato d’accordo con la decisione del comitato di aumentare il tasso di interesse di riferimento di solo un quarto di punto la scorsa settimana, favorendo invece un aumento di mezzo punto.

Bullard è stato raggiunto venerdì da Christopher Waller, un governatore della Fed che quest’anno ha sostenuto l'”anticipo” degli aumenti dei tassi, con aumenti dei tassi di mezzo punto “in uno o più incontri nel prossimo futuro”. Sostiene tassi di interesse superiori a un intervallo del 2% e del 2,25% fino alla fine dell’anno e che la Fed inizierà presto a ridurre il suo bilancio di $ 9 trilioni.

Powell lunedì ha respinto i timori che la futura stretta monetaria avrebbe causato una recessione, citando episodi nel 1965, 1984 e 1994 quando la Fed ha rallentato un’economia surriscaldata senza innescare una forte contrazione.

I funzionari della Fed prevedono una crescita leggermente più lenta quest’anno, che secondo loro si stabilizzerà al 2% nel 2024. Si aspettano inoltre che il tasso di disoccupazione si stabilizzi al 3,5% prima di salire al 3,6% in due anni. Gli economisti hanno precedentemente avvertito che queste previsioni equivalgono a “pio desiderio”.

“Mi affretto ad aggiungere che nessuno si aspetta che realizzare un atterraggio morbido sarà facile nel contesto attuale – molto poco è facile nel contesto attuale”, ha avvertito Powell. “E la politica monetaria è spesso descritta come uno strumento contundente, incapace di precisione chirurgica”.

Billie Eilish è “nervosa e molto eccitata” all’idea di partecipare agli Oscar come candidata insieme a suo fratello

Quali sono le linee rosse e blu sulla mappa della Stagione 2 di Fortnite Capitolo 3?