in

Imprese indebitate colpite dal rialzo dei tassi: Cineworld lancia l’allarme

Imprese indebitate scosse dall’aumento dei tassi di interesse: Cineworld lancia l’allarme mentre la Banca d’Inghilterra aumenta i costi dei prestiti per la terza volta in tre mesi

L’aumento dei tassi di interesse sta mettendo sotto pressione le società fortemente indebitate poiché il costo del servizio dei prestiti è alle stelle.

La Banca d’Inghilterra ha alzato i tassi di interesse allo 0,75% ieri, il terzo aumento in tre mesi, mentre intensifica la sua lotta contro l’inflazione.

La mossa è arrivata poche ore dopo che la Federal Reserve statunitense ha aumentato i tassi di interesse per la prima volta in tre anni.

Lotta all'inflazione: ieri la Banca d'Inghilterra ha aumentato i tassi di interesse allo 0,75%, il terzo aumento in tre mesi, mentre intensifica la sua lotta contro l'inflazione.

Lotta all’inflazione: ieri la Banca d’Inghilterra ha aumentato i tassi di interesse allo 0,75%, il terzo aumento in tre mesi, mentre intensifica la sua lotta contro l’inflazione.

E mentre l’inflazione cresce a spirale, sono probabili ulteriori aumenti dei tassi su entrambe le sponde dell’Atlantico. Ciò significa cattive notizie per le aziende che lottano sotto il peso del loro debito.

In un cupo aggiornamento di ieri, la catena di cinema Cineworld ha avvertito di “incertezza materiale” sulla sua capacità di ripagare il proprio debito.

Molte aziende hanno assunto debiti significativi per sopravvivere alla pandemia e gli aumenti dei tassi della banca centrale aumenteranno il costo del servizio e del rifinanziamento di tali prestiti.

La Federation of Small Businesses, che sostiene 5,8 milioni di imprese nel Regno Unito, ha affermato che l’aumento dei tassi di interesse aumenterebbe l’onere per le imprese che si sono indebitate durante la pandemia.

Ha chiesto il sostegno del governo per le società indebitate, sostenendo che l’impennata ostacolerà la loro ripresa dalla pandemia.

Il presidente dell’FSB Martin McTague ha dichiarato: “Questa mossa significa costi del debito più elevati per molte aziende in un momento in cui l’aumento delle spese generali minaccia il futuro.

“Le ricadute economiche della pandemia sono ancora avvertite dalle piccole imprese, la cui capacità di recuperare tempo e reddito persi è stata erosa da un circolo vizioso di aumento dei costi”.

E il direttore degli investimenti di AJ Bell, Russ Mold, ha detto: “Se hai molti debiti e i tuoi tassi di interesse salgono, le tue bollette degli interessi aumenteranno”.

Ha indicato alcune delle società quotate a Londra più indebitate che potrebbero lottare se i tassi di interesse aumentano, tra cui IAG, Tui e Cineworld, proprietari di British Airways.

Atto di bilanciamento: il governatore della Banca d'Inghilterra Andrew Bailey

Atto di bilanciamento: il governatore della Banca d’Inghilterra Andrew Bailey

Cineworld, la seconda catena di cinema più grande del mondo, ha accumulato 3,7 miliardi di sterline di debiti durante la pandemia.

Nel 2021 ha aggiunto altri 374 milioni di sterline al suo debito e ieri ha avvertito che il costo del servizio di prestito sarebbe aumentato.

La catena, che ha 751 sale cinematografiche in tutto il mondo, ha affermato che c’era “incertezza materiale” sulla sua capacità di ripagare il proprio debito. Mold ha dichiarato: “Cineworld, IAG e Tui sono tutti sensibili all’economia.

Sperano tutti di uscire dai blocchi e iniziare a guadagnare, accettare prenotazioni e imparare molto rapidamente.

“Ma devono pensare a tutte le altre cose, come aumentare le bollette del carburante per i tour operator”.

Secondo Mold, gli aumenti dei tassi potrebbero segnalare un’economia forte, in cui la crescita degli utili aziendali supererebbe l’aumento del costo del loro debito.

Ha detto che questo potrebbe potenzialmente portare a un aumento delle azioni delle società, ma ha aggiunto: “Se qualcosa va storto, potrebbe essere il contrario”.

Il CEO di Cineworld, Mooky Greidinger, ha affermato di “non essere preoccupato” che la società potesse tenere il passo con il rimborso del debito.

Ha detto: “La storia principale è che stiamo tornando in pista”.

Tui, la più grande agenzia di viaggi del mondo, ha affermato di aver ridotto la sua montagna di debiti nel 2021, ma è ancora pari a 4,2 miliardi di sterline. Nel frattempo, IAG ha assunto ulteriori 1,6 miliardi di sterline di debiti nel 2021, portando il suo debito totale a 10 miliardi di sterline.

L’analista del settore Henry Carver di Peel Hunt ha affermato che l’aumento dei tassi rappresenterebbe una minaccia minore per le aziende globali con debiti in tutto il mondo.

Carver ha affermato che l’aumento dei tassi di interesse aumenterebbe l’importo che le aziende devono rimborsare e potrebbe causare un “colpo di grazia” per alcune, in particolare quelle con alti livelli di debito.

Ha detto: “Un aumento dei tassi nel Regno Unito non sta chiaramente aiutando, ma non cambia nulla”.

annuncio

Meghan sarà sostituita da Camilla come il primo dei precedenti patrocini della Duchessa a partecipare a Firm | reale | Messaggi

Elden Ring: procedura dettagliata per il combattimento con i boss di Starscourge Radahn