in

Importante aggiornamento delle specifiche man mano che Intel aggiorna gli standard di alimentazione ATX • The Register

Intel ha pubblicato specifiche dettagliate per le nuove unità di alimentazione (PSU) ATX, che, a suo avviso, supporteranno i requisiti delle prossime schede grafiche PCIe Gen 5 offrendo al contempo una maggiore efficienza.

Secondo il produttore di chip, le nuove specifiche ATX 3.0 sono progettate per “sprigionare tutta la potenza e il potenziale dell’hardware di nuova generazione”, mentre Intel ha anche rivisto il suo standard ATX12VO, che si concentra sul fornire solo un’alimentazione a 12V, per migliorare l’efficienza riducendo il consumo di energia di un sistema quando è inattivo.

La maggior parte degli alimentatori dei PC desktop moderni è conforme alle specifiche ATX e le specifiche riviste aggiungono un connettore da 600 watt per le GPU.

In una dichiarazione, Intel ha affermato che le specifiche ATX 3.0 sono state l’aggiornamento più significativo dall’introduzione delle specifiche ATX 2.0 nel 2003 per soddisfare i requisiti di prestazioni previsti dell’allora nuovissima interconnessione PCI Express.

Un’aggiunta è un nuovo connettore 12VHPWR che fornisce fino a 600 watt direttamente a qualsiasi scheda adattatore PCIe, con un occhio agli adattatori grafici PCIe 5.0 in arrivo che probabilmente assorbiranno più energia rispetto alle schede PCIe esistenti, soprattutto perché le GPU continuano a diventare più potenti.

Secondo Intel, il nuovo connettore supporta anche i segnali in banda laterale che consentono all’alimentatore di comunicare la massima potenza che può fornire a tutte le schede grafiche PCIe 5.0. Questo è già stato oggetto di speculazioni sul fatto che potrebbe impedire a determinati prodotti di fornire energia, ma uno scenario più probabile è che una scheda grafica potrebbe limitare le sue prestazioni se un alimentatore non è in grado di fornire energia sufficiente, piuttosto che rischiare un malfunzionamento .

La specifica ATX12VO 2.0 aggiunge anche una funzionalità chiamata I_PSU% alle piattaforme desktop, una funzionalità precedentemente implementata solo su piattaforme mobili e server.

Secondo Intel, questo aggiunge un pin di telemetria al connettore PSU, consentendogli di segnalare la percentuale di energia totale consumata dal sistema. Lo scopo, ovviamente, è avvisare il sistema quando la richiesta di alimentazione si avvicina ai limiti dell’alimentatore, in modo da poter ridurre la potenza e proteggere l’alimentatore dal sovraccarico.

Nel frattempo, Intel afferma che la specifica ATX12VO svolgerà un ruolo importante nell’aiutare l’industria dei PC a soddisfare le normative energetiche del governo. L’azienda cita normative recentemente annunciate come i requisiti di efficienza Tier 2 della California Energy Commission, che richiedono ai fornitori di utilizzare livelli di potenza inattiva del sistema estremamente bassi per ridurre i consumi quando il sistema è inattivo.

Nelle sue specifiche originali [PDF] per ATX12VO, Intel afferma che sta per “ATX 12V Only” e specifica un design di alimentazione a binario singolo che soddisfa i requisiti di alimentazione esistenti offrendo al contempo l’opportunità di una maggiore efficienza energetica complessiva. L’idea è che qualsiasi altra tensione richiesta nel sistema, come 3,3 V o 5 V, può essere generata su richiesta tramite l’uso di convertitori buck, che è già comune in molti modelli di schede madri moderne.

Secondo Intel, le nuove specifiche dovrebbero offrire prestazioni e miglioramenti della potenza in tutti i segmenti desktop, dai tower full-size ai sistemi con fattore di forma ridotto, grazie a un connettore più piccolo, design delle schede più flessibili e una migliore conversione dell’alimentazione.

Intel prevede che i primi alimentatori e sistemi basati su ATX 3.0 e ATX12VO 2.0 arriveranno sul mercato entro la fine dell’anno. ®

Il mercato obbligazionario crolla di fronte all’inevitabile aumento dei tassi di interesse

La donna stordisce i ventilatori delle pulizie con la funzione del cassetto della lavatrice poco conosciuta