in

Il VERO piccolo negozio di orrori! Gli scienziati identificano la pianta carnivora che cattura le prede sottoterra

Una pianta carnivora potrebbe suonare come qualcosa uscito dalla fantascienza, ma esistono e tendono a mangiare insetti e piccoli animali.

Gli scienziati hanno identificato una nuova specie dall’aspetto strano chiamata Nepenthes pudica che cattura la sua preda in un modo unico tra queste specie vegetali.

Questa pianta recentemente identificata è conosciuta come pianta carnivora per le foglie modificate chiamate insidie ​​che usa per catturare la preda, con una profonda cavità bulbosa contenente liquido digestivo sul fondo.

“Abbiamo trovato una pianta carnivora abbastanza diversa da qualsiasi altra specie conosciuta”, afferma in una dichiarazione il botanico Martin Dancak della Palacky University di Olomouc nella Repubblica Ceca, autore principale dello studio.

Le piante carnivore uniche sono state scoperte in Indonesia.  Sono mostrate le brocche inferiori visibili sotto un tappetino di muschio (a sinistra) e le brocche inferiori estratte da una nota di cavità

Le piante carnivore uniche sono state scoperte in Indonesia. Sono mostrate le brocche inferiori visibili sotto un tappetino di muschio (a sinistra) e le brocche inferiori estratte da una nota di cavità

Le piante di brocca di solito producono insidie ​​fuori terra in superficie o sugli alberi in modo che gli insetti vengano attratti e intrappolati.

Gli insetti vengono poi disciolti nei succhi digestivi sul fondo della cavità.

Tuttavia, N. pudica differisce da altre piante che i botanici hanno osservato in quanto le sue insidie ​​si trovano nel sottosuolo.

“Questa specie è lunga fino a 11 cm [4.3-inch] Brocche sotterranee, dove si formano in cavità o direttamente nel terreno, e catturano animali sotterranei, di solito formiche, acari e coleotteri”, afferma Dancak.

La pianta carnivora appena identificata è conosciuta come Nepenthes pudica.  Viene mostrato un dettaglio di brocche inferiori da terra (a sinistra) e brocche inferiori scavate sotto le radici degli alberi

La pianta carnivora appena identificata è conosciuta come Nepenthes pudica. Viene mostrato un dettaglio di brocche inferiori da terra (a sinistra) e brocche inferiori scavate sotto le radici degli alberi

Il modo unico della specie di catturare le prede potrebbe averle dato un vantaggio evolutivo.  Sono mostrati fiori maschili (a sinistra) e una pianta maschio con infiorescenza (a destra)

Il modo unico della specie di catturare le prede potrebbe averle dato un vantaggio evolutivo. Sono mostrati fiori maschili (a sinistra) e una pianta maschio con infiorescenza (a destra)

Le brocche mantengono le loro dimensioni sotterranee e sono spesso di colore rossastro.

“È interessante notare che abbiamo trovato numerosi organismi che vivono nelle brocche, tra cui larve di zanzara, nematodi e una specie di verme, che è stata anche descritta come una nuova specie”, spiega Václav Čermák dell’Università Mendel di Brno, nella Repubblica Ceca, che è stato anche coinvolto in il gruppo di ricerca.

Questo modo unico di catturare le prede potrebbe aver dato a questa particolare specie un vantaggio evolutivo.

La specie è stata scoperta per la prima volta nel 2012 sull'isola del Borneo, nella provincia indonesiana del Kalimantan settentrionale.  Viene mostrata (a sinistra) l'infruttescenza, che si riferisce al frutto derivato dalla parte riproduttiva delle piante, e una pianta femmina (a destra) con infruttescenza

La specie è stata scoperta per la prima volta nel 2012 sull’isola del Borneo, nella provincia indonesiana del Kalimantan settentrionale. Viene mostrata (a sinistra) l’infruttescenza, che si riferisce al frutto derivato dalla parte riproduttiva delle piante, e una pianta femmina (a destra) con infruttescenza

“La concorrenza potenzialmente intensa per le prede e i potenziali vincoli ambientali nel sottobosco forestale (ad esempio la siccità che colpisce le creste montuose) potrebbero essere evitati posizionando le trappole nel sottosuolo”, spiegano i ricercatori. Viene mostrato il lanciatore di rosette giovanile di Nepenthes pudica (a sinistra) e i lanciatori superiori (a destra)

“La strategia di vita di Nepenthes pudica può essere vista come un benefico adattamento evolutivo. Poiché le piante carnivore dipendono fortemente dalle prede per i nutrienti organici essenziali per il successo riproduttivo, forti pressioni selettive potrebbero aver agito sui tratti legati alla cattura delle prede”, osservano i ricercatori nel loro articolo pubblicato sulla rivista PhytoKeys.

“Pertanto, spostando le trappole nel sottosuolo è possibile evitare la concorrenza potenzialmente forte per le prede e i potenziali vincoli ambientali nel sottobosco forestale (ad esempio la siccità che colpisce le creste) spostando le trappole nel sottosuolo”, continuano.

La specie è stata scoperta per la prima volta nel 2012 sull’isola del Borneo, nella provincia indonesiana del Kalimantan settentrionale.

“Questa scoperta è importante per la conservazione nel Borneo indonesiano”, afferma uno scienziato. Viene mostrato un habitat con una pianta adulta (a sinistra) e un habitat con brocche inferiori scavate nel terreno (a destra)

I ricercatori sperano che il loro lavoro ispiri ulteriori sforzi di conservazione in queste parti dell'Indonesia ricche di biodiversità.  Viene mostrato un abito (A), una brocca inferiore (B), un'infruttescenza (C), un'infiorescenza maschile (D) e un dettaglio di un germoglio rampicante con una foglia (E)

I ricercatori sperano che il loro lavoro ispiri ulteriori sforzi di conservazione in queste parti dell’Indonesia ricche di biodiversità. Viene mostrato un abito (A), una brocca inferiore (B), un’infruttescenza (C), un’infiorescenza maschile (D) e un dettaglio di un germoglio rampicante con una foglia (E)

Durante una gita nella zona, i ricercatori hanno visto piante che erano Nepenthes ma non producevano brocche.

Mentre continuavano a esplorare quest’area e ne trovavano di più, alla fine si resero conto di aver individuato una specie che prende di mira l’ambiente sotterraneo.

“Questa scoperta è importante per la conservazione nel Borneo indonesiano in quanto sottolinea la sua importanza come hotspot globale della biodiversità.

“Ci auguriamo che la scoperta di questa pianta carnivora unica possa aiutare a proteggere le foreste pluviali del Borneo e, in particolare, prevenire o almeno rallentare la conversione delle foreste incontaminate in piantagioni di palma da olio”, conclude Wewin Tjiasmanto di Yayasan Konservasi Biota Lahan Basah, che ha aiutato scopri che la nuova specie ha contribuito.

Gli scienziati hanno pubblicato il loro lavoro sulla rivista PhytoKeys.

Microbi mai visti prima intrappolati nel ghiaccio glaciale potrebbero innescare un’ondata di nuove pandemie se rilasciati

Perso nello spazio: gli astronauti di ritorno lottano per ripristinare la densità ossea, rileva lo studio posto