in

Il segreto “finale” di The Witcher 3 è stato rivelato quasi sette anni dopo

L'ultimo mistero di The Witcher 3

The Witcher 3: Wild Hunt compie sette anni a maggio, ma credi che il suo “ultimo” segreto sia stato appena scoperto? Il gioco di ruolo open world è pieno zeppo di tutti i tipi di easter egg, ma questa particolare stranezza ha portato i giocatori a rintracciare quasi un’intera generazione di console.

Tutto inizia con l’espansione Blood and Wine rilasciata nel 2016. Questo enorme DLC include una missione secondaria incentrata su una giovane donna di nome Vivienne che soffre di una maledizione in peggioramento che le fa assumere la forma di una creatura simile a un uccello contro la sua volontà.

Naturalmente, Geralt può aiutare Vivienne ad affrontare la maledizione, ma come giocatore, puoi scegliere come procedere. Puoi trasferire la maledizione a un’altra persona – qualcosa con cui Vivienne è decisamente in disaccordo – oppure puoi eseguire un rituale che eliminerà la maledizione da Vivienne a costo di accorciarle la vita. Quest’ultima opzione, secondo Geralt, lascia Vivienne “al massimo sette anni di vita”.

Dopo aver eseguito il rituale, Vivienne dice a Geralt che vuole viaggiare per il mondo e alla fine visitare le isole di Skellige. E proprio così, alcuni giocatori si sono sempre chiesti se ci fosse di più nella storia di Vivienne. Riesci a trovarli a Skellige? Puoi incontrarla da qualche altra parte durante le avventure di Geralt? Finora non c’è stata alcuna prova definitiva delle buffonate di Vivienne.

È qui che entra in gioco il segreto appena scoperto. Come YouTuber xLetalis ha scoperto e documentato, Vivienne finisce a Skelliege, ma solo dopo che sono trascorsi sette anni nel gioco. Follia!

Aspettare sette anni interi in The Witcher 3 richiederebbe ore e ore e ore e dovresti tenere traccia dell’intero processo. Fortunatamente, xLetalis è stato in grado di utilizzare i comandi della console su PC per avanzare rapidamente nel tempo solo per trovare Vivienne “morta” sul pavimento della stanza di Yennefer a Skellige.

Ma come notato nel video, tutto è un po’ difettoso. Il corpo di Vivienne taglia il terreno in modo piuttosto goffo e, stranamente, puoi ancora interagire con lei, risultando in una o due linee vocali generiche. Non è proprio la grande scoperta che i giocatori speravano, ma almeno sappiamo che c’è.

Questo particolare segreto è stato preso in giro dagli sviluppatori per un po’ di tempo – e in seguito al lavoro di xLetalis, gli stessi sviluppatori hanno confermato che questo è davvero l’uovo di Pasqua a cui si riferivano.

Quindi sì, questo è The Witcher 3, fatto giusto in tempo per la riedizione del gioco per PlayStation 5, che dovrebbe aver luogo quest’estate. Speriamo che Vivienne si sia divertita per sette anni!

Microsoft indaga sulla richiesta di Lapsus$ di Bing, il furto di Cortana • The Register

Il fidanzato di Ellie Warner di Gogglebox è in condizioni critiche ma stabili dopo un incidente