in

Il ritardo della questione significa che dovrai aspettare più a lungo per alcuni nuovi prodotti per la casa intelligente

Non preoccuparti di ritardare Matter, il nuovo standard di interoperabilità della casa intelligente, perché non lo siamo. Questo è il messaggio dei produttori di dispositivi per la casa intelligente Eve Systems e Nanoleaf, che sono stati coinvolti sin dall’inizio nello sviluppo del protocollo che promette il nirvana della casa intelligente. “Penso che il ritardo di tre mesi potrebbe effettivamente essere una buona cosa”, afferma Gimmy Chu, CEO di Nanoleaf. “Sento che ora ci sia più certezza in tutto il settore che saremo uniti al lancio”.

Anche se potrebbe esserci più certezza nel settore, gli attuali proprietari di case intelligenti sono ancora impantanati in un pantano di incertezza su quali prodotti acquistare e quando. Soprattutto ora che Chu ha acconsentito Il bordo che la lampadina intelligente e la striscia luminosa A19 abilitate per Thread di Nanoleaf non funzioneranno con lo standard. “[They] richiederà un chip diverso”, afferma Chu. “Speriamo di lanciare un nuovo Essentials A19 e Lightstrip quando Matter verrà lanciato quest’anno.” Questo è un duro colpo per i proprietari che hanno acquistato i prodotti pensando che essere Thread-ready significava che sarebbero stati aggiornati su Matter. Tuttavia, i dispositivi continueranno a funzionare con HomeKit tramite Thread e con altre piattaforme tramite Bluetooth o tramite Thread con integrazione da cloud a cloud, afferma Chu.

Annunciato nel 2019 da Amazon, Apple, Google e Samsung, Matter è il risultato di una collaborazione tra gran parte del settore. Il suo scopo è consentire ai dispositivi di qualsiasi produttore di funzionare senza problemi con i dispositivi di qualsiasi altro produttore. Come ho riportato la scorsa settimana, lo standard era originariamente previsto per il lancio nel giugno di quest’anno, ma il programma è stato rimandato a una data più nebulosa “autunno 2022”.

Sebbene le principali piattaforme di smart home siano state fin dall’inizio ottimiste su Matter, con Amazon, Google e Samsung che hanno promesso il loro pieno supporto per SmartThings, non è chiaro esattamente come ciò si manifesterà nelle loro app e altri dispositivi di controllo. Chu di Nanoleaf ha scelto Apple, con la quale Nanoleaf ha lavorato a stretto contatto per il lancio della sua lampadina Essentials A19, in concomitanza con il lancio dell’HomePod Mini. “Non sappiamo nulla di ciò che Apple intende fare con Matter”, afferma. “Ma sappiamo che lanceranno un nuovo iOS a settembre. Se Matter fosse stato lanciato in estate, Apple sarebbe stata pronta o avrebbe aspettato?”

Nanoleaf rilascerà una nuova versione compatibile con Matter della sua lampadina Essentials A19 una volta che lo standard sarà disponibile.
Immagine: Nanofoglia

Il fatto che tutti i grandi attori stiano abbracciando la Materia è la chiave del successo dello standard, che secondo Chu è la solida base di cui la casa intelligente ha un disperato bisogno per andare oltre i primi utenti e nel mainstream. “In realtà, i clienti non dovrebbero nemmeno sapere se un dispositivo utilizza Matter, HomeKit o comunicazioni da cloud a cloud, funzionerà semplicemente”, afferma.

Tim Böth di Eve Systems concorda sul fatto che la materia è fondamentale per la casa intelligente, e se dobbiamo aspettare per farlo bene, così sia. “Garantire che tutto funzioni: questa è la promessa di Matter, e sarebbe davvero brutto se non funzionasse fin dal primo giorno.” La Connectivity Standards Alliance, che sovrintende a Matter, afferma che il motivo principale del recente ritardo è l’ottimizzazione del modo in cui funziona lo standard con le piattaforme, che è diventato più complicato man mano che più produttori di sistemi operativi e chipset sono saliti a bordo di Matter del previsto.

Sembra anche che molto venga ancora “martellato” su come esattamente gli ecosistemi esistenti adotteranno la materia. “I produttori di ecosistemi vorranno posizionarsi in Matter con una funzionalità unica, sarà un panorama competitivo”, afferma Böth. “Cercheranno di convincere tutti dell’importanza di creare elementi personalizzati per la propria piattaforma”. la folla.

Ma mentre i produttori aspettano che ecosistemi e piattaforme raggiungano il ritardo, il consumatore perde. Ho sentito da molti lettori che sono riluttanti ad acquistare dispositivi per la loro casa intelligente perché vogliono sapere se funziona con Matter. Stiamo aspettando da quasi tre anni. E nonostante le assicurazioni del CSA che stanno lavorando per portare i dispositivi esistenti nell’ovile Matter, sembra sempre più probabile che se vogliamo prodotti abilitati per Matter, dovremo acquistare nuovi dispositivi.

I pannelli di illuminazione Nanoleaf Elements sono router thread border, ma non è stato ancora deciso se verranno aggiornati a Matter.
Immagine: Nanofoglia

Nanoleaf sta rilasciando “alcuni nuovi prodotti di illuminazione” che funzioneranno con Matter, mi ha detto Chu. In effetti, questi sono operativi dall’anno scorso, quando il lancio di Matter era originariamente previsto, ma Nanoleaf li ha trattenuti quando il lancio dello standard è stato ritardato. “Non prevediamo di lanciare questi nuovi prodotti fino a quando non saranno disponibili le specifiche finali”, afferma. “Non vogliamo lanciare nulla che sarà obsoleto tre mesi dopo”.

Fallo una volta e fallo bene, questo è l’approccio di Nanoleaf ora. Ma con il programma di Matter in continuo cambiamento, Chu ammette che è stata una sfida. “Ci sarebbe piaciuto realizzare prima questo fatturato e ampliare questo aspetto della nostra attività”, afferma. “Ma ci siamo per il lungo raggio.”

Nanoleaf ha anche una linea di prodotti che funge da thread border router, un dispositivo che collega una rete thread ad altre reti basate su IP come Wi-Fi o Ethernet. Filo e materia vanno di pari passo al lancio. Ma Chu afferma che la società non ha ancora deciso se aggiornerà i pannelli di illuminazione Shapes, Lines ed Elements a Matter, nonostante abbia l’hardware giusto per farlo. “Non ho trovato un motivo incentrato sull’utente per aggiornarli a Matter. Funzionano con Alexa, Google e HomeKit, cosa farebbe un aggiornamento per il cliente?” I router di confine Nanoleaf supporteranno i dispositivi Thread indipendentemente dal fatto che funzionino su HomeKit o Matter, dice.

Il ritardo non ha influenzato i piani di Eve. “Siamo molto tranquilli al riguardo”, afferma Böth. “Ci stiamo preparando da un po’ e abbiamo un’attività esistente che sta andando bene, quindi questo non cambia quello che stiamo facendo. Continua a migliorare.” L’azienda ha introdotto le nuove versioni filettate di tutti i suoi prodotti che fanno parte della prima specifica Matter, inclusi un sensore per porte e finestre, una presa intelligente e un sensore di perdite d’acqua. Böth dice che saranno tutti aggiornabili su Materia. “Eravamo disposti a spendere soldi per rendere questi dispositivi a prova di futuro includendo componenti che non vengono utilizzati oggi ma lo saranno quando arriverà la materia”, afferma.

Eve ha recentemente rilasciato una versione abilitata ai thread del suo rilevatore di perdite Water Guard, lanciato per la prima volta nel 2020.
Immagine: Eve Systems

Sfortunatamente, questo significa che se disponi di dispositivi Eve esistenti che utilizzano solo il Bluetooth, dovrai acquistare le versioni Thread più recenti se desideri passare a Matter, poiché i più vecchi non lo supportano. Significa anche che Eve dovrà aspettare ancora più a lungo per concretizzare i suoi piani di espansione. Attualmente, i suoi dispositivi funzionano solo con HomeKit, che limita la sua base di clienti agli utenti di iPhone. Quando Matter arriverà, i dispositivi funzioneranno con i telefoni Android, espandendo notevolmente il mercato potenziale di Eve.

Lo stesso vale per i clienti Belkin Wemo. Gli interruttori e le prese intelligenti esistenti non funzionano con Matter, ma quest’anno la società ha rilasciato nuove versioni Thread delle sue prese intelligenti, interruttori della luce e interruttori dimmer e ha recentemente aggiornato il suo Stage Scene Controller per supportare Thread. Alcuni di questi prodotti funzionano anche solo con HomeKit, ma Belkin ha annunciato che li aggiornerà tutti a Matter.

Sebbene ci siano alcuni dispositivi per la casa intelligente esistenti che ci è stato detto verranno aggiornati a Matter, come l’altoparlante Echo di quarta generazione, Google Nest Hub, HomePod Mini, il bridge di illuminazione intelligente Philips Hue, ma sembra sempre più che i primi utenti stiano prendendo piede il disegno di legge per Matter per portare la casa intelligente nel mainstream. Ma se significa che otteniamo la casa intelligente che “funziona e basta”, potrebbe valerne la pena.

Aggiornamento: giovedì 24 marzo, 17:45: Chiarito che i dispositivi Eve Bluetooth esistenti non possono essere aggiornati a Matter, solo le versioni Thread più recenti supporteranno Matter.

Spiegazione della controversia sull’eredità di Hogwarts

È ora di cancellare Netflix? Milioni di film gratuiti sono ora disponibili per lo streaming su YouTube