in

Il principe Harry fa eco a sua madre elogiando gli sforzi “sorprendenti” degli ucraini

Il principe Harry ha elogiato gli sforzi “sorprendenti” degli ucraini che hanno lavorato per un’organizzazione benefica per lo sminamento.

Il duca di Sussex ha videochiamato due donne che hanno deciso di rimanere in Ucraina con l’Halo Trust, che dal 2016 gestisce i regolamenti militari nel paese dell’Europa orientale.

La principessa Diana ha lavorato con l’Halo Trust a Huambo, in Angola, per combattere le mine antiuomo negli anni ’90. A quel tempo, il suo sostegno a un trattato internazionale che vietava l’uso di ordigni esplosivi era visto come una posizione politica, ma era ampiamente considerato uno dei suoi più grandi sforzi umanitari.

Il duca di Sussex ha videochiamato due donne che hanno deciso di rimanere in Ucraina con l'Halo Trust, che dal 2016 gestisce i regolamenti militari nel paese dell'Europa orientale

Il duca di Sussex ha videochiamato due donne che hanno deciso di rimanere in Ucraina con l’Halo Trust, che dal 2016 gestisce i regolamenti militari nel paese dell’Europa orientale

Olesia

maryna

Il principe Harry ha incontrato virtualmente Olesia (a sinistra), responsabile delle comunicazioni di Halo in Ucraina, e Maryna (a destra), 25 anni, responsabile del monitoraggio e della valutazione dell’ente di beneficenza

La principessa Diana indossava una visiera a prova di bomba quando visitò un campo minato a Huambo, in Angola, nel 1997

La principessa Diana indossava una visiera a prova di bomba quando visitò un campo minato a Huambo, in Angola, nel 1997

Il principe Harry, che ha servito come patrono dell’ente di beneficenza ed era in visita in Angola per vedere il lavoro dell’ente di beneficenza, ha incontrato virtualmente Olesia, responsabile delle comunicazioni di Halo in Ucraina, e Maryna, 25 anni, responsabile del monitoraggio e della valutazione dell’ente di beneficenza.

Harry chiede alla coppia come sono state le ultime settimane, a cui Maryna risponde: “La vita è cambiata. A volte mi sembra solo un incubo e mi sveglio presto.

“E ora siamo tutti insieme alla mia famiglia e abbiamo un bambino di tre anni e ogni volta che sentiamo le sirene mio nipote mi chiede ‘che sta succedendo’ e ‘quando finirà la guerra’?

Harry continua chiedendo se le donne, entrambe ventenni, hanno avuto l’opportunità di lasciare l’Ucraina quando è iniziata la guerra.

Maryna ha dichiarato: “Personalmente ho scelto di restare perché era piuttosto vago per avere un’idea di cosa sta succedendo.

“Non sappiamo cosa accadrà domani e quale sia la decisione giusta, ma ora eccoci qui”.

Harry ha elogiato i volontari per il loro lavoro in Ucraina, aggiungendo:

Harry ha elogiato i volontari per il loro lavoro in Ucraina, aggiungendo: “Continua a fare quello che stai facendo salvando vite”.

Olesia ha aggiunto: “È davvero, davvero importante perché in questo momento stiamo assistendo all’uso di munizioni e mine, quindi abbiamo dovuto educare le persone su come individuare gli ordigni esplosivi e anche solo alcune parti di essi in modo che adulti e bambini possano stare al sicuro .” .”

Alla fine della telefonata, Harry ha aggiunto: “So che continuerai il lavoro di cui ha tanto bisogno per Halo, per le tue famiglie e per il tuo paese.

“Grazie per essere così coraggioso, così fantastico e ben fatto.

“Grazie per averlo fatto. Continua a fare quello che stai facendo e a salvare vite umane.’

Olesia ha risposto: “È il minimo che possiamo fare”.

Meghan Markle e il principe Harry hanno donato un importo non divulgato a enti di beneficenza per sostenere il popolo ucraino mentre hanno reso omaggio alla star di Invictus Games che è stata uccisa in azione in Ucraina

Meghan Markle e il principe Harry hanno donato un importo non divulgato a enti di beneficenza per sostenere il popolo ucraino mentre hanno reso omaggio alla star di Invictus Games che è stata uccisa in azione in Ucraina

Oggi la coppia ha annunciato di aver donato a diversi enti di beneficenza tra cui The Halo Trust, l'organizzazione benefica umanitaria dedicata allo sminamento, e HIAS, un'organizzazione umanitaria ebraica internazionale che sostiene i rifugiati (nella foto Kiev).

Oggi la coppia ha annunciato di aver donato a diversi enti di beneficenza tra cui The Halo Trust, l’organizzazione benefica umanitaria dedicata allo sminamento, e HIAS, un’organizzazione umanitaria ebraica internazionale che sostiene i rifugiati (nella foto Kiev).

Oggi, il principe Harry e Meghan Markle hanno annunciato di aver donato a diversi enti di beneficenza tra cui The Halo Trust.

L’ente di beneficenza apolitico aiuta le comunità di tutto il mondo a rimuovere le mine antiuomo mortali dalla loro terra.

Halo impiega 8.500 persone in 25 paesi e territori e ha fornito ambulanze e logistica alle autorità mediche in Zimbabwe, Somalia, Libia, Afghanistan e Guinea-Bissau.

Il duca ha compiuto un emozionante pellegrinaggio in Africa nel 2019 per seguire le orme di sua madre Diana, che notoriamente ha attraversato un campo minato angolano parzialmente sgomberato nel 1997 per evidenziare gli sforzi del Trust e la minaccia delle munizioni militari.

Nel 1997 Diana disse: “Non sono una figura politica. Come ho detto allora, e voglio ripeterlo ora, i miei interessi sono di natura umanitaria.

“Ecco perché sono stato attratto da questa tragedia umana. Come possono i paesi che producono e commerciano queste armi riconciliare le loro coscienze con una tale devastazione umana?’

Fonti: Abilità Soujourn, Orisa e Doomfist da The Overwatch 2 Alpha

La nuova tariffa per la condivisione della password di Netflix è solo la punta di un costoso iceberg