in

Il passeggero Rowdy Emirates A380 arrestato a Manchester dopo l’atterraggio da Dubai

Quando il volo Emirates EK019 da Dubai atterrò all’aeroporto di Manchester il 17 marzo 1907, la polizia salì a bordo dell’Airbus A380 e arrestò un passeggero maschio di 29 anni “indisciplinato”. La polizia di Greater Manchester ha confermato oggi l’incidente a Simple Flying.

La polizia ha detto quanto segue:

“I funzionari sono stati chiamati a riferire di un passeggero inquietante intorno alle 18:30 del 17 marzo 2022 e hanno interrogato un uomo sospettato di aggressione sessuale, rissa, danni criminali, intossicazione a bordo e comportamento minaccioso dopo che è stato visto al The 29- un bambino di un anno è stato rilasciato dalla custodia dopo essere stato interrogato.

Cosa è successo sul volo Emirates per Manchester?


Emirates Airbus A380 Getty

Un volo Emirates da Dubai a Manchester è stato intercettato dalla polizia, che ha arrestato un passeggero recalcitrante che stavano scortando fuori dall’aereo. Foto: Getty Images

Il 19 marzo, il Manchester Evening News ha riferito che un passeggero ha detto che l’uomo aveva bisogno di parlare con l’equipaggio dell’A380 a circa quattro ore dall’inizio del volo. Poiché l’aereo volava a 38.000 piedi sopra Europa, gli fu ordinato di rimanere al suo posto per il resto delle otto ore di volo. Secondo il rapporto, il passeggero ha affermato che dopo circa quattro ore si sentivano grida e urla. Gli assistenti di volo hanno dovuto individuare la persona e metterla al proprio posto.

VIDEO SEMPLIFICATIVO DEL GIORNO

Per isolare l’uomo indisciplinato, i passeggeri nelle file davanti e dietro di lui sono stati spostati in altre parti dell’aereo, anche se il testimone ha aggiunto:

“Continuava ad alzarsi e provare verbalmente. Non c’è stato alcun annuncio fino a quando non siamo atterrati e ci siamo rullati fino alla tribuna.

Un portavoce di Emirates ha dichiarato oggi a Simply Flying:

“Gli Emirati possono confermare che un incidente si è verificato il 17 marzo 2022 sul volo EK019 da Dubai a Manchester, dove un passeggero recalcitrante è stato gestito dall’equipaggio di cabina. All’arrivo a Manchester, il passeggero è stato accolto dalla polizia. La sicurezza dei nostri passeggeri e dell’equipaggio è la nostra massima priorità e non sarà compromessa. La questione è attualmente oggetto di indagine da parte della polizia. Emirates non può commentare ulteriormente l’incidente”.

Le indagini sui passeggeri recalcitranti della FAA sono aumentate dell’850% nel 2021

Le interruzioni dei voli sono diventate molto più comuni nell’era del COVID, in gran parte a causa del mancato rispetto dei requisiti delle maschere. La FAA ha riferito che nel 2021 sono stati segnalati 5.981 passeggeri per presunti comportamenti indisciplinati, di cui circa 4.290, ovvero il 72%, che hanno coinvolto incidenti legati alla maschera.


Maschere della compagnia aerea della Corte Suprema degli Stati Uniti Getty

Nel 2021, la FAA ha aperto 1.121 indagini su incidenti con passeggeri recalcitranti, rispetto a una media di 136 nel 2016-2020. Foto: Getty Images

Sorprendentemente, la FAA ha condotto una media di 136 indagini all’anno nei cinque anni dal 2016 al 2020, ma nel 2021 quel numero è salito a 1.121, nonostante sanzioni più severe e più azioni esecutive.

In passato, la FAA ha risolto questi casi con sanzioni civili o avvertimenti, o si è trattenuta dall’azione, quando non c’erano prove sufficienti di una violazione della legge federale o statale. Ma ora la FAA dice:

“Come parte della nostra attuale politica di tolleranza zero per i passeggeri indisciplinati, non trattiamo i casi con avvertimenti o consigli”.

Per completare, o forse ammorbidire, il suo approccio più punitivo, la FAA ha creato un toolkit di tolleranza zero per comportamenti indisciplinati e pericolosi. Si tratta di una serie di prodotti digitali per promuovere un comportamento sicuro e responsabile dei passeggeri e sensibilizzare alla politica di tolleranza zero.

È un momento difficile per l’aeroporto di Manchester poiché la domanda torna

Anche l’aeroporto di Manchester è stato nelle notizie il 17 marzo, quando centinaia di passeggeri sono stati ritardati per ore al check-in, alla sicurezza e al ritiro bagagli. Nelle sue scuse, l’aeroporto ha attribuito il caos a un numero inaspettato di passeggeri e un numero elevato di bagagli rifiutati ai controlli di sicurezza.

La situazione era così grave che al personale non operativo è stato chiesto di fare volontariato nelle aree di check-in in prima linea per aiutare a gestire le code e fornire il servizio clienti il ​​giorno successivo ai passeggeri.


GettyImages-1235896375

Il Gulfstream di Roman Abramovich tra i 100 jet presi di mira dagli USA

Continua a leggere


Circa l’autore

L’assenza della regina “per paura di ripetere l’immagine inquietante della sorella prima che morisse”

Flashback: la fotocamera flip-up del Galaxy A80 è ancora unica nella gamma Samsung