in

Il nuovo modello della placca tettonica mostra come la Terra fosse organizzata come un supercontinente 2,8 milioni di anni fa

Il nuovo modello di placca tettonica mostra come la Terra è stata organizzata come un supercontinente 2,8 milioni di anni fa: gli scienziati sperano che aiuterà a prevedere i rischi naturali come terremoti e vulcani

  • Un nuovo modello delle placche tettoniche della terra dovrebbe aiutarci a capire meglio terremoti e vulcani
  • Il modello organizza continenti come il primo supercontinente Vaalbara
  • Vaalbara si disintegrò circa 2,8 milioni di anni fa
  • L’utilizzo di questo design ha consentito agli scienziati di includere più micropiastre
  • Ciò ha consentito loro di “spiegare meglio la distribuzione spaziale del 90% dei terremoti e dell’80% dei vulcani negli ultimi 2 milioni di anni

Gli scienziati hanno creato una nuova mappa delle placche tettoniche della Terra che mostra i continenti organizzati come il primo supercontinente, Vaalbara, che si è sciolto circa 2,8 milioni di anni fa.

Il team, guidato dall’Università di Adelaide, ritiene che il modello aggiornato aiuterà a comprendere meglio i rischi naturali come terremoti e vulcani.

Le placche tettoniche sono il graduale spostamento dei continenti sulla superficie terrestre che provoca terremoti ed eruzioni vulcaniche.

Tornando indietro di milioni di anni fa, gli scienziati possono includere nuove micropiastre, come la micropiastra Macquarie, che si trova a sud della Tasmania, e la micropiastra Capricorno, che separa le placche indiana e australiana.

Ciò ha consentito loro di “spiegare meglio la distribuzione spaziale del 90% dei terremoti e dell’80% dei vulcani negli ultimi due milioni di anni, mentre i modelli esistenti catturano solo il 65% dei terremoti”, ha affermato il dott. Derrick Hasterok, docente presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Adelaide che ha guidato il team, in una dichiarazione.

Scorri verso il basso per i video

Gli scienziati hanno creato una nuova mappa delle placche tettoniche della Terra che mostra i continenti organizzati come il primo supercontinente, Vaalbara, che si è sciolto circa 2,8 milioni di anni fa

Gli scienziati hanno creato una nuova mappa delle placche tettoniche della Terra che mostra i continenti organizzati come il primo supercontinente, Vaalbara, che si è sciolto circa 2,8 milioni di anni fa

Per ottenere queste statistiche, Hasterok e il suo team hanno anche aggiunto informazioni più dettagliate sui confini delle zone di deformazione: i modelli precedenti le mostravano come aree discrete piuttosto che come zone ampie.

“I più grandi cambiamenti al modello della placca si sono verificati nel Nord America occidentale, dove il confine con la placca del Pacifico è spesso tracciato come le faglie di San Andreas e Queen Charlotte”, ha detto Hasterok.

“Ma il limite appena stabilito è molto più ampio, intorno ai 1500 km [932 miles]rispetto alla zona stretta disegnata in precedenza.

“L’altro grande cambiamento sta avvenendo in Asia centrale. Il nuovo modello ora include tutte le zone di deformazione a nord dell’India mentre la placca si fa strada in Eurasia.’

Ciò ha consentito loro di

Ciò ha consentito loro di “spiegare meglio la distribuzione spaziale del 90% dei terremoti e dell’80% dei vulcani negli ultimi due milioni di anni, mentre i modelli esistenti (nella foto) catturano solo il 65% dei terremoti”.

L’ultimo aggiornamento del modello della placca tettonica risale al 2003.

“Il modello della piastra può essere utilizzato per migliorare i modelli di rischio geografico; Il modello dell’orogenesi aiuta a comprendere i sistemi geodinamici e modellare meglio l’evoluzione della Terra, e il modello provinciale può essere utilizzato per migliorare la ricerca di minerali”, ha affermato Hasterok.

Uno studio separato pubblicato nel 2019 supporta il nuovo modello, scoprendo che le placche tettoniche hanno iniziato a formarsi circa 2,5 miliardi di anni fa, appena prima che Vaalbara si disintegrasse.

Per valutare quando si sono formate le placche tettoniche della Terra, il geologo Robert Holder della Johns Hopkins University di Baltimora e colleghi hanno esaminato rocce metamorfiche provenienti da 564 località in tutto il mondo, risalenti a 3 miliardi di anni fa.

Le rocce metamorfiche si formano quando altri tipi di roccia – quelli dei sedimenti o quelli raffreddati dalla lava o dal magma – vengono alterati da temperature o pressioni estreme.

Tornando indietro di milioni di anni fa, gli scienziati possono includere nuove micropiastre, come la micropiastra Macquarie, che si trova a sud della Tasmania, e la micropiastra Capricorno, che separa le placche indiana e australiana

Tornando indietro di milioni di anni fa, gli scienziati possono includere nuove micropiastre, come la micropiastra Macquarie, che si trova a sud della Tasmania, e la micropiastra Capricorno, che separa le placche indiana e australiana

Analizzando queste rocce, il team è stato in grado di determinare le profondità e le temperature alle quali si sono formate e ottenere un quadro del flusso di calore mutevole in diverse parti della crosta terrestre e, a sua volta, della tettonica a placche che lo guida.

L’autore dell’articolo e geologo della Curtin University, Tim Johnson, ha dichiarato in una dichiarazione: “Alcuni geologi ritengono che la Terra abbia avuto una tettonica a placche durante i suoi quattro miliardi e mezzo di anni di esistenza.

“Mentre altri credono che la tettonica a placche sia apparsa improvvisamente circa un miliardo di anni fa.

“Utilizzando una semplice analisi statistica di temperatura, pressione ed età delle rocce metamorfiche, abbiamo dimostrato che la tettonica a placche si è evoluta gradualmente negli ultimi 2,5 miliardi di anni mentre il nostro pianeta si è lentamente raffreddato”.

La terra si muove sotto i nostri piedi: le placche tettoniche si muovono attraverso il mantello, creando terremoti quando si sfregano l’una contro l’altra

Le placche tettoniche sono costituite dalla crosta terrestre e dalla parte più alta del mantello.

Di seguito c’è l’astenosfera: il caldo e viscoso nastro trasportatore di roccia su cui viaggiano le placche tettoniche.

La terra ha quindici placche tettoniche (nella foto), che insieme hanno modellato la forma del paesaggio che vediamo oggi intorno a noi

La terra ha quindici placche tettoniche (nella foto), che insieme hanno modellato la forma del paesaggio che vediamo oggi intorno a noi

I terremoti si verificano tipicamente ai confini delle placche tettoniche, dove una placca si tuffa sotto un’altra, ne spinge un’altra verso l’alto o dove i bordi della placca si raschiano l’un l’altro.

I terremoti si verificano raramente nel mezzo delle placche, ma possono verificarsi quando vecchie faglie o fessure si riattivano ben al di sotto della superficie.

Queste aree sono relativamente deboli rispetto alla placca circostante e possono facilmente scivolare e causare un terremoto.

annuncio

Starlink consente a SpaceX di registrare per la prima volta un video in alta definizione del suo atterraggio di un razzo da 187 piedi!

Il “Grande Morire” 252 milioni di anni fa fu seguito da “una drammatica rinascita della vita”