in

Il “ghiacciaio del giorno del giudizio” che potrebbe innescare l’innalzamento del livello del mare di 6 piedi è “bloccato dalle unghie”

Il ghiacciaio Thwaites in Antartide è visibile in questa immagine della NASA non datata.  Enormi ghiacciai nell'Antartide occidentale sembrano essere coinvolti in un disgelo irreversibile legato al riscaldamento globale che potrebbe aumentare il livello del mare per secoli, hanno affermato gli scienziati il ​​12 maggio 2014. Sei ghiacciai, tra cui il ghiacciaio Thwaites, sono stati erosi dal riscaldamento del mare eroso dalle acque sottostanti. intorno al continente ghiacciato è sfociato rapidamente nel Mare di Amundsen, secondo il rapporto, che si basa in parte su misurazioni radar satellitari dal 1992 al 2011.  NON IN VENDITA PER CAMPAGNE MARKETING O PUBBLICITARIE.  QUESTA IMMAGINE È STATA FORNITA DA TERZE PARTI.  VERRA' DISTRIBUITO AI CLIENTI ESATTAMENTE COME RICEVUTO DA REUTERS COME SERVIZIO

Ghiacciaio Thwaites in Antartide (dispensa Reuters/NASA)

Gli scienziati hanno avvertito che il ghiacciaio Thwaites dell’Antartide occidentale – noto come “ghiacciaio del giorno del giudizio” – è “appeso per le unghie”.

Il ghiacciaio potrebbe causare un innalzamento del livello del mare fino a due metri se innescasse un crollo incontrollato, hanno precedentemente avvertito i ricercatori.

Questo studio, basato su scansioni del fondale marino che hanno mostrato quanto velocemente il ghiacciaio si fosse ritirato in passato, ha indicato che cambiamenti catastrofici potrebbero arrivare al ghiacciaio in un futuro molto prossimo.

Robert Larter del British Antarctic Survey ha dichiarato: “Thwaites si sta davvero aggrappando alle unghie oggi.

“Dovremmo aspettarci grandi cambiamenti su scale temporali ridotte, anche da un anno all’altro, una volta che il ghiacciaio si ritira su una cresta piatta nel suo letto”.

Continua a leggere: L’Antartide ha ora più di 65.000 laghi di acqua di disgelo

Con 74.000 miglia quadrate, il ghiacciaio Thwaites ha le dimensioni della Gran Bretagna ed è considerato particolarmente vulnerabile ai cambiamenti climatici.

Negli ultimi 30 anni, la quantità di ghiaccio che fuoriesce dal Thwaites e dai suoi vicini ghiacciai è quasi raddoppiata.

Il ghiaccio che scorre da Thwaites nel Mare di Amundsen rappresenta già circa il 4% dell’innalzamento del livello del mare globale poiché scarica 50 miliardi di tonnellate di ghiaccio nell’oceano ogni anno.

Se collassa, potrebbe aumentare il livello del mare di circa 65 cm mentre si scioglie, ma potrebbe innescare un crollo incontrollato nella metà occidentale dell’Antartide che potrebbe causare un innalzamento del livello del mare fino a 6 piedi, hanno detto gli scienziati del Financial Times.

Un nuovo studio in geoscienze della naturaguidato dal geofisico marino Alastair Graham del College of Marine Science della University of South Florida, aggiunge preoccupazione.

Per la prima volta, gli scienziati hanno mappato ad alta risoluzione un’area critica del fondale marino di fronte al ghiacciaio, dando loro un’idea della velocità con cui i Thwaites si sono ritirati e si sono spostati storicamente.

Il team ha documentato più di 160 creste parallele che formavano come un’impronta mentre il bordo d’attacco del ghiacciaio si ritirava e oscillava su e giù con le maree quotidiane.

“È come guardare un mareografo sul fondo del mare”, ha detto Graham. “Sono davvero sbalordito da quanto siano belli i dati.”

Per comprendere il ritiro passato di Thwaites, il team ha analizzato le formazioni simili a costole sommerse poco meno di mezzo miglio sotto l’oceano polare e ha preso in considerazione il ciclo di marea per la regione, come previsto dai modelli computerizzati, per dimostrare che potrebbe essersi formata una costola. ogni singolo giorno.

Ad un certo punto negli ultimi 200 anni, la faccia del ghiacciaio ha perso il contatto con una dorsale del fondale marino per meno di sei mesi e si stava ritirando a una velocità di oltre 2,1 km (1,3 miglia) all’anno, il doppio della velocità registrata dai satelliti tra il 2011 e documenti 2011 2011 2019.

All’inizio di quest’anno, gli scienziati hanno avvertito la BBC che cambiamenti drammatici potrebbero verificarsi entro 10 o anche cinque anni. Hanno detto che una sezione galleggiante del ghiacciaio Thwaites “potrebbe rompersi come il finestrino di un’auto”.

Il professor Ted Scambos, il principale coordinatore statunitense della International Thwaites Glacier Collaboration (ITGC), ha dichiarato: “Probabilmente in meno di un decennio ci saranno cambiamenti drammatici sulla parete del ghiacciaio. Sia gli studi pubblicati che quelli inediti puntano in questa direzione.

“Ciò aumenterà il ritmo (di Thwaites) ed espanderà efficacemente la parte pericolosa del ghiacciaio”.

Continua a leggere: L’Antartide registra la temperatura più calda di sempre

A dicembre, Paul Cutler, direttore del programma per la glaciologia antartica presso la National Science Foundation degli Stati Uniti, ha dichiarato: “[Thwaites] è una chiave di volta per gli altri ghiacciai che lo circondano nell’Antartide occidentale… La sua rimozione potrebbe far defluire anche altro ghiaccio nell’oceano.

Cutler ha detto che il ghiacciaio Thwaites sta perdendo ghiaccio a un ritmo accelerato e il processo sembra accelerare.

Ha detto: “La grande domanda è quanto velocemente diventi instabile. Sembra essere in bilico”.

Il Polo Sud, il luogo più remoto della Terra, si è riscaldato tre volte più velocemente rispetto ad altre aree negli ultimi tre decenni, hanno affermato i ricercatori.

Guarda: Doomsday Glacier potrebbe aumentare il livello del mare di diversi piedi

Il capo spaziale europeo “vede” non un ritorno alla cooperazione con la Russia

Gli scienziati scoprono che un meteorite che ha spazzato via i dinosauri “istantaneamente” ha scatenato incendi migliaia di miglia prima dell’impatto