in

Il distributore lascia Kaspersky per mostrare solidarietà all’Ucraina • Il registro

Il distributore di tecnologia australiano Dicker Data ha deciso di porre fine alla sua relazione con il fornitore russo di software di sicurezza Kaspersky.

Ha detto il CEO David Dicker Il rapporto finanziario australiano La decisione è stata presa nella convinzione che le nazioni occidentali abbiano la responsabilità di agire e perché il direttore operativo Vladimir Mitnovetski è ucraino e quindi Dicker Data è direttamente colpito dall’invasione illegale.

Kaspersky ha confermato che Dicker Data ha deciso di porre fine alla loro relazione e ha ringraziato il distributore per “duro lavoro, dedizione e supporto” da quando ha rilevato l’account nel 2019.

Il registro Kaspersky ha chiesto se altri distributori avessero fermato l’azienda e ha ricevuto la risposta: “Al momento non abbiamo queste informazioni”.

“Le operazioni commerciali di Kaspersky rimangono stabili”, ha affermato un portavoce. “L’azienda garantisce l’adempimento dei propri obblighi nei confronti dei partner, inclusa la consegna e il supporto dei prodotti, nonché la continuità delle transazioni finanziarie. Il team di gestione globale sta monitorando attentamente la situazione ed è pronto ad agire molto rapidamente, se necessario”.

Un altro distributore, Leader Distribution, rimane al suo posto Down Under dopo essere stato nominato il 15 febbraio, data entro la quale le truppe russe si erano già ammassate vicino al confine ucraino. Kaspersky non ha risposto alla nostra domanda se l’intenzione è quella di utilizzare più distributori o se Leader è un sostituto di Dicker Data.

Dicker Data è una società per azioni e non ha annunciato pubblicamente la sua decisione di porre fine alla sua collaborazione con Kaspersky, suggerendo che la decisione non avrà un impatto sufficiente sulle entrate per renderla significativa per gli investitori. E questo, a sua volta, implica che anche le perdite di Kaspersky potrebbero non essere significative.

Il registro ha chiesto al distributore se ha smesso di utilizzare i prodotti Kaspersky internamente e per i dettagli del suo processo decisionale e se ha sviluppato una politica interna che rispetti i diritti umani e la geopolitica dei marchi che rappresenta.

La società ci ha avvisato di altre segnalazioni della sua posizione che non affrontano queste preoccupazioni, ma non ha risposto alle nostre richieste prima della scadenza o dopo che abbiamo chiesto nuovamente dopo tale scadenza. I funzionari dell’azienda hanno affermato di avere un accesso limitato ai telefoni e quindi non hanno richiamato per ulteriori informazioni e chiarimenti.

Indipendentemente dalle sfumature della decisione di Dicker Data, sottolinea il potenziale per le organizzazioni di canale di fare pressione sull’industria tecnologica russa come parte di uno sforzo globale per protestare contro l’invasione illegale dell’Ucraina.

Dicker Data limita le sue attività all’Australia e alla Nuova Zelanda, ma altri distributori come Ingram e TD Synnex hanno una presenza globale. Quest’ultimo ha cessato le attività in Russia e Bielorussia. ®

Bizzarro cerchio spaziale catturato con dettagli senza precedenti

I poliziotti britannici ne arrestano sette nell’indagine su una banda criminale di lapsus • The Register