in

Il crollo di Safe Hands mette a rischio i soldi degli acquirenti del piano funebre morte e morire

Migliaia di persone che avevano risparmiato per il loro funerale hanno rischiato di perdere denaro dopo che il fornitore di piani Safe Hands è entrato in amministrazione.

La società di ristrutturazione FRP, incaricata di gestire il processo, ha affermato di non essere in grado di fornire rimborsi immediati ai 46.000 clienti di Safe Hands, sollevando preoccupazioni sul fatto che i funerali pre-acquistati potrebbero non essere onorati.

Dignity, uno dei più grandi becchini del Regno Unito, aveva accettato di svolgere funerali per conto dell’azienda per le prossime due settimane. FRP sta sfruttando la finestra di opportunità per prendere in considerazione una soluzione a lungo termine, come il trasferimento dei suoi piani funebri a un’altra società.

Sul suo sito web, Safe Hands ha detto ai clienti che è “incerto se i piani funebri possono essere rispettati”. I clienti dovrebbero considerare il loro piano “cancellato con effetto immediato”, ha affermato. “Ciò include piani funebri che sono stati parzialmente pagati e piani funebri che sono stati elaborati. Non verranno riscossi ulteriori addebiti diretti o rate di ordini permanenti”.

Il settore funerario è in fase di revisione e da questa estate ogni fornitore sarà regolamentato dalla Financial Conduct Authority, una mossa che offre maggiore protezione ai consumatori.

Con sede a Wakefield, nello Yorkshire occidentale, Safe Hands è stata acquistata dalla società di private equity SHP Capital Holdings due anni fa. Tom Gormanly, che era intervenuto come amministratore delegato al momento dell’accordo, si è dimesso all’inizio di questo mese.

La società ha fallito dopo che gravi sfide finanziarie, comprese quelle causate dalla pandemia, l’hanno resa insostenibile nella sua forma attuale, ha affermato FRP.

“Il nostro obiettivo immediato è stato quello di garantire un piano di sepoltura provvisorio con Dignity per i prossimi 14 giorni per garantire che tutti i titolari di piani deceduti siano assistiti mentre cerchiamo una soluzione a lungo termine”, ha affermato Nedim Ailyan, uno degli amministratori.

“Purtroppo, l’amministrazione significa che la società non è attualmente in grado di emettere rimborsi. Sappiamo quanto sarà preoccupante questo periodo di incertezza”.

FRP ha affermato che condurrà un’indagine dettagliata per scoprire cosa potrebbe essere restituito ai creditori, compresi gli assicurati, i cui soldi sono detenuti in un fondo fiduciario che è esso stesso in deficit.

“Purtroppo, c’è un divario tra quanto investe il proprietario del piano e l’importo previsto dei costi del piano funebre da pagare”, ha detto Ailyan. “In sostanza, il valore degli investimenti è insufficiente per soddisfare gli obblighi di sepoltura dell’azienda”.

I pagamenti dei clienti sono stati utilizzati per acquistare beni, tra cui azioni, obbligazioni, contanti, immobili e prestiti. La struttura legale era complicata e FRP ha affermato che doveva capire quali potevano essere implementati a vantaggio dei proprietari dei piani.

Il processo di liquidazione delle attività e l’emissione di rimborsi parziali ai proprietari dei piani è un’impresa significativa e richiederebbe tempo, hanno affermato gli amministratori. Avrebbero contattato i proprietari del piano per spiegare come presentare un reclamo. I proprietari del piano e le loro famiglie possono anche contattare il team di assistenza clienti dell’azienda al numero 0800 640 9928.

Nicolas Cage nei panni di Dracula PRIMO SGUARDO: l’attore indossa un abito rosso e denti aguzzi, facendo la sua prima apparizione sul set di Renfield

Come completare la caccia al tesoro di Acura Me in Forza Horizon 5