in

Il Credit Suisse perde la causa per il banchiere che ha rubato a clienti miliardari

L’ex primo ministro georgiano Bidzina Ivanishvili ha vinto una lunga battaglia con Credit Suisse per recuperare i fondi rubati a un ex impiegato di banca svizzera, lo sanno le persone a conoscenza del caso.

Credit Suisse ha detto mercoledì sera che potrebbe essere costretto a pagare più di $ 500 milioni se un tribunale delle Bermuda emettesse una sentenza contro la filiale locale dell’assicurazione sulla vita della banca.

Il tribunale delle Bermuda dovrebbe emettere il verdetto la prossima settimana, ma le persone informate sul caso hanno confermato che si trattava della denuncia di Ivanishvili e che la corte si era pronunciata a suo favore.

“Il Credit Suisse si è precedentemente trattenuto su questa questione e intende intraprendere tutte le azioni legali disponibili”, ha affermato la banca in una nota.

A gennaio, la banca ha dichiarato di aver effettuato un accantonamento di 436 milioni di franchi (469 milioni di dollari) nel quarto trimestre del 2021 per coprire le risoluzioni delle controversie, ma ha aggiunto che questi erano principalmente legati alla sua attività di investment banking.

“Valuteremo se sono necessarie ulteriori riserve come parte dei risultati del primo trimestre, che saranno rilasciati il ​​27 aprile 2022”, ha aggiunto mercoledì. La banca ha rifiutato di commentare ulteriormente.

Ivanishvili ha rifiutato di commentare e il tribunale delle Bermuda non ha risposto alle richieste di commento al momento della pubblicazione.

La disputa del miliardario Ivanishvili con Credit Suisse risale al 2011, quando era cliente del private banking del gruppo.

All’epoca, sono emersi dettagli secondo cui il banchiere privato del Credit Suisse Patrice Lescaudron aveva trascorso più di un decennio a frodare alcuni dei conti più sensibili della banca svizzera, inclusi quelli di Ivanishvili e dell’oligarca russo Vitaly Malkin, e a vivere uno stile di vita sontuoso fatto di case di lusso e auto sportive finanziate , orologi Rolex e regali di gioielli Chanel.

Un rapporto schiacciante sulla vicenda del regolatore svizzero Finma, pubblicato accidentalmente lo scorso febbraio, ha rilevato ripetuti segnali di allarme, prove di centinaia di transazioni sospette e quattro procedimenti disciplinari formali non sono stati seguiti dal Credit Suisse.

Ivanishvili ha presentato diverse accuse penali in Svizzera e ha citato in giudizio la filiale del Credit Suisse alle Bermuda in una causa presso la corte suprema del paese a novembre e dicembre dello scorso anno.

Credit Suisse sostiene da tempo che Lescaudron – condannato nel 2018 e morto suicida nel 2020 dopo essere stato rilasciato in anticipo – era un operatore canaglia di grande successo che ha lavorato instancabilmente per nascondere le sue attività illegali a superiori e colleghi. Il procedimento penale svizzero contro Lescaudron ha rilevato che la banca era una parte lesa.

Gordon Ramsay accusato di crimini ispirati dall’odio mentre scherza sul fatto che “non sopporta il popolo della Cornovaglia”

Quali sono le prospettive per Dying Light 2: un’intervista con il suo capo progettista di giochi