in

Il capo dell’aeroporto di Manchester avverte che le lunghe code dureranno “per settimane” dopo aver finalmente ammesso la carenza di personale

I passeggeri dell’aeroporto di Manchester potrebbero dover fare la fila per “molte altre settimane” poiché i capi ammettono che stanno lottando con la carenza di personale in mezzo a un’impennata dei viaggi internazionali. Il centro è impegnato in un’importante campagna di reclutamento per risolvere la crisi, anche cercando di collaborare con le università per trovare lavoratori temporanei, ma hanno avvertito che lunghe attese potrebbero estendersi fino ad aprile.

Karen Smart, amministratore delegato dell’aeroporto di Manchester, ha dichiarato: “Vorremmo scusarci con tutti i nostri clienti che hanno subito interruzioni nelle ultime settimane.

“Vogliamo chiarire ai nostri clienti che ci vorrà del tempo per tornare al pieno delle forze e che sfortunatamente ci saranno periodi nelle prossime settimane in cui ci vorrà più tempo per attraversare l’aeroporto di quanto dovrebbe”.

LEGGI DI PIÙ: Il personale dell’aeroporto di Manchester ha chiesto di fare volontariato dopo giorni di code caotiche

È stato un mese difficile per i passeggeri e il personale dell’aeroporto di Manchester, con enormi code al check-in, sicurezza e controllo passaporti e problemi in altri dipartimenti, incluso il ritiro bagagli. Nelle parole di un passeggero, ha creato “carneficina” per molti viaggiatori.

Anche i dipendenti stanno lottando con il carico di lavoro. Alcuni li hanno contattati Notiziario della sera di Manchester lamentarsi di “esaurimento” a carico di lavoro elevato e spirito di squadra in declino.

Un membro dello staff ha detto: “Al momento le cose sono diaboliche. L’intero ambiente di lavoro è scioccante. Molte persone sono state licenziate e licenziate.

“Tutte le compagnie in aeroporto hanno appena tagliato troppo personale, tutti sono stati presi dal panico durante la pandemia. Ora tutto sta tornando a posto, non possiamo semplicemente riportare indietro lo staff.

“Molti dipendenti minacciano di andarsene e molti sono già partiti. Abbiamo appena perso molti dipendenti, abbiamo dovuto rassegnare molte dimissioni nelle ultime due settimane”.




All’inizio di questo mese è emerso che ai vigili del fuoco era stato chiesto di aiutare sui caroselli bagagli, mentre venerdì è stata inviata una lettera al personale chiedendo loro di offrirsi volontari per aiutare a gestire le code.

Finora, i capi del Manchester Airports Group (MAG) hanno ampiamente concentrato le loro risposte a queste storie sull’allentamento delle restrizioni e sulla domanda “inaspettata”, nonché sul rifiuto di un gran numero di bagagli dalla sicurezza. Ma una nuova dichiarazione ammette che ci sono anche problemi di reclutamento e personale.

Ha affermato: “L’aeroporto soffre di carenza di personale mentre cerca di soddisfare la domanda in rapida crescita di viaggi internazionali in seguito alla revoca dei requisiti di test e quarantena a metà febbraio”.

Avverte che “si aspettano che ci siano code di sicurezza più lunghe del solito per diverse settimane”. Come hai vissuto l’aeroporto nelle ultime settimane? Condividi i tuoi pensieri nei nostri commenti qui sotto

Ha affermato che l'”aumento” delle operazioni dopo che le restrizioni sono state revocate il mese scorso non coprirà solo le aree gestite dagli aeroporti come la sicurezza – dove ci sono “centinaia” di posti di lavoro – ma anche quelle gestite da agenzie esterne, comporta sfide. Ciò include il check-in, il ritiro dei bagagli e i controlli dell’immigrazione al confine.

Dopo una pandemia che ha devastato l’industria dei viaggi e provocato più di 2.000 licenziamenti nel solo aeroporto di Manchester, i capi stanno lottando per assumere e formare il personale abbastanza rapidamente per soddisfare l’enorme domanda. Il numero di passeggeri è raddoppiato negli ultimi due mesi, con 60.000 passeggeri che transitano ogni giorno nei terminal.

spinta al reclutamento

L’aeroporto ha lanciato un’importante campagna di reclutamento per ricoprire centinaia di posizioni nelle sue operazioni di sicurezza. Anche altre compagnie, comprese le compagnie aeree e gli operatori di terra, stanno cercando di assumere.

Ma competono con altri datori di lavoro in quello che i capi dell’hub descrivono come “uno dei mercati del lavoro più ristretti nella memoria recente”. Aggiungi a ciò il tempo necessario per formare i nuovi assunti, in particolare per posizioni in lavori come la sicurezza, motivo per cui le code dovrebbero durare “diverse settimane”.



All’aeroporto di Manchester si è tenuta una fiera del lavoro per gli ex dipendenti della Thomas Cook

Attualmente ci sono 400 reclute che stanno attraversando il processo di formazione e autorizzazione di sicurezza e si prevede che la situazione migliorerà entro aprile con l’aumento della forza lavoro. Nel frattempo, giovedì l’aeroporto terrà una fiera del lavoro a Wythenshawe per reclutare “lavoratori temporanei” dalle università e sviluppare “modi” per la forza lavoro esistente per supportare le operazioni.

Karen Smart, amministratore delegato dell’aeroporto di Manchester, ha dichiarato: “Vorremmo scusarci con tutti i nostri clienti che hanno subito interruzioni nelle ultime settimane. Sappiamo che i passeggeri non vedono l’ora di andarsene e che le lunghe code non sono chiaramente ciò che vogliono vedere quando viaggiano attraverso il nostro aeroporto”.

Ha detto che il Covid-19 è stata la “più grande crisi” che l’industria ha dovuto affrontare. Ha aggiunto: “Abbiamo dovuto ridurre drasticamente le nostre operazioni senza un lungo periodo di certezza su quando le cose sarebbero tornate alla normalità.

“Vogliamo chiarire ai nostri clienti che ci vorrà del tempo per tornare al pieno delle forze e che sfortunatamente ci saranno periodi nelle prossime settimane in cui ci vorrà più tempo per attraversare l’aeroporto di quanto dovrebbe”.

revoca delle restrizioni

Gli esperti del settore affermano che la decisione del governo del 5 gennaio di eliminare i requisiti per i test pre-partenza ha provocato un aumento delle prenotazioni. Poi, l’11 febbraio, è stato revocato anche l’obbligo per i passeggeri completamente vaccinati di sottoporsi a un test all’arrivo. Entro il 18 marzo, tutte le restanti restrizioni sono state revocate indipendentemente dallo stato di vaccinazione.

La signora Smart ha aggiunto: “È fantastico che le restrizioni di viaggio siano state ora revocate e la velocità di recupero che stiamo vedendo è incoraggiante. Ma presenta anche grandi sfide a noi e alle nostre operazioni aeroportuali.



I passeggeri hanno detto che domenica (6 marzo) c’erano code di un’ora all’aeroporto di Manchester.

“Quando i viaggi sono stati severamente limitati durante la pandemia, abbiamo dovuto ridurre il nostro personale a causa del basso numero di passeggeri. A causa della situazione in quel momento, molti colleghi decisero di assumere anche altri compiti.

“Con così tanta incertezza su quanto tempo sarebbero rimaste in vigore le restrizioni di viaggio, era difficile pianificare in anticipo e sapere non solo quando sarebbe iniziata la ripresa, ma anche quanto velocemente sarebbe tornata la domanda”.

Ha affermato che il numero di passeggeri è più che raddoppiato negli ultimi due mesi e continuerà ad aumentare durante l’estate, aggiungendo: “Gli ampi controlli di sicurezza e la formazione di nuovi agenti di sicurezza hanno impedito di tenere il passo con la domanda in rapida crescita. – ma intervistamo centinaia di candidati ogni settimana e nuovi colleghi entrano in azienda ogni giorno.

“Purtroppo, questo significa che nelle prossime settimane ci saranno momenti in cui non saremo in grado di fornire lo standard di servizio che abbiamo sempre cercato di offrire ai nostri clienti.

“Sappiamo che i nostri partner devono affrontare sfide simili, il che significa che potrebbero esserci anche interruzioni ai servizi che forniscono – come il check-in, la gestione dei bagagli e i controlli sull’immigrazione alle frontiere – ma ci sforziamo di lavorare come un’unica squadra”. in esecuzione.”

Cosa possono fare i passeggeri

I capi affermano che molti passeggeri non hanno viaggiato da prima della pandemia e hanno “meno familiarità” con le regole di ciò che può essere preso attraverso la sicurezza, il che porta a più ricerche manuali e code più lunghe.

L’aeroporto chiede ai passeggeri di arrivare il prima possibile quando la loro compagnia aerea consente loro di effettuare il check-in e di assicurarsi che siano a conoscenza di eventuali interruzioni stradali o ferroviarie che potrebbero influire sui loro piani di viaggio. Ha inoltre esortato i passeggeri a ricordare le regole su cosa è e cosa non è consentito nel bagaglio a mano al fine di accelerare il controllo di sicurezza e ridurre le code.

La signora Smart ha dichiarato: “Vogliamo offrire ai nostri clienti la migliore esperienza possibile quando viaggiano attraverso Manchester e sapere che le persone sono entusiaste di volare di nuovo dopo così tanto tempo.

“Voglio rassicurare le persone sul fatto che stiamo lavorando duramente per tornare dove dobbiamo essere e mentre le code a volte possono essere più lunghe di quanto le persone siano abituate, i clienti possono sicuramente aiutarci arrivando in tempo e assicurandosi di sapere esattamente cosa stanno facendo può e non può superare la sicurezza. Ringrazio tutti i colleghi per il loro impegno in questo periodo di ripresa”.

Leggi altre storie sull’aeroporto di Manchester nel Manchester Evening News

Recensione di Halo – Il gioco di fantascienza di successo si trasforma in una serie TV di medie dimensioni da $ 200 milioni | televisione americana

Trapelano due anni di aggiornamenti di Apex Legends: nove personaggi e nuove mappe