in

ID@Xbox ha raccolto 1,8 miliardi di sterline per gli sviluppatori indipendenti • Eurogamer.net

“I risultati hanno superato i nostri sogni più sfrenati.”

Il programma ID@Xbox ha portato oltre 1,8 miliardi di sterline (2,5 miliardi di dollari) in royalties agli sviluppatori indipendenti.

In un aggiornamento pubblicato su Xbox Wire, Chris Charla – direttore generale della cura dei contenuti e dei programmi – ha riconosciuto che mentre il team “non sapeva davvero molto” quando il programma ID@Xbox è iniziato nove anni fa, Xbox invece ha capito che “[its] I giocatori adoravano l’arte e la diversità degli sviluppatori indipendenti” e “dovevano fare tutto il necessario per aiutare gli sviluppatori a massimizzare il loro successo nell’ecosistema Xbox”.

I risultati di ID@Xbox – che “hanno superato [Xbox’s] sogni più sfrenati” – ha visto anche “il fatturato totale generato dai partner ID@Xbox su Xbox è quasi raddoppiato negli ultimi tre anni”.

La megacorporazione aggiunge che ha anche pagato a sviluppatori ed editori “centinaia di milioni di dollari in royalties di Game Pass”.

“Nove anni fa abbiamo promesso agli sviluppatori indipendenti che avremmo lavorato il più duramente possibile per loro perché sapevamo che i giocatori Xbox sarebbero stati entusiasti di supportare il loro lavoro”, ha scritto Charla (grazie, TheGamer).

“Non riteniamo affatto che questa promessa sia stata mantenuta perché vediamo il nostro lavoro come un impegno continuo di Xbox nei confronti degli sviluppatori indipendenti. Ma attraverso ID@Xbox, il lancio di ID@Azure, il nostro lavoro con Game Pass e oltre per aiutare gli sviluppatori a portare i loro giochi su Xbox, e con la risposta della community ai fantastici giochi che vediamo sulla piattaforma, sentiamo di fare progressi nella giusta direzione”.

Per quanto riguarda l’impatto che Xbox Game Pass ha avuto sia sui giocatori che sugli sviluppatori?

“Ci sono giochi fantastici su Xbox (e altre piattaforme!) oggi che non sarebbero mai accaduti senza il supporto dei membri di Game Pass, ed è stato davvero un fenomeno incredibile”, ha aggiunto Charla. “Garantire che milioni di membri di Game Pass possano provare alcuni dei migliori giochi indipendenti di tutti i tempi è stato fondamentale per i giocatori e gli sviluppatori Xbox”.

ICYMI, Phil Spencer di Microsoft, desidera rassicurare gli sviluppatori sul fatto che, anche se l’abbonamento a Xbox Game Pass continua a dominare, le vendite di giochi rimangono ancora un fattore importante.

Parlando alla GDC Fireside Chat all’inizio di questa settimana, Spencer ha detto: “Ricevo molte domande dagli sviluppatori, ‘Se non ho un abbonamento, posso semplicemente non giocare più su Xbox?’ Non è assolutamente vero.”

Supporterai Eurogamer?

Vogliamo rendere Eurogamer migliore e migliore per i nostri lettori, non per gli algoritmi. Puoi aiutare! Diventa un sostenitore di Eurogamer e potrai visitare il sito completamente senza pubblicità e ottenere l’accesso esclusivo ad articoli, podcast e conversazioni che ti avvicinano alla squadra, alle storie e ai giochi che tutti amiamo. Gli abbonamenti partono da £ 3,99 / $ 4,99 al mese.

Supportaci

La carenza di gas sta innescando la prossima crisi della catena di approvvigionamento mondiale

La polizia presenterà accuse di molestie sessuali contro Noel Clarke | non esaminare Noel Clarke