in

I resti di padre e figlia forniscono informazioni sulla vita familiare di Neanderthal Notizie di scienza e tecnologia

Un padre e una figlia sono tra i resti che secondo i ricercatori forniscono prove della vita familiare di Neanderthal.

Il DNA di otto adulti e cinque bambini – sette maschi e sei femmine – è stato recuperato da una grotta nella Siberia meridionale, una regione che si è dimostrata fertile per tale ricerca.

Come parte del maggior numero di resti di Neanderthal mai sequenziato in un singolo studio, i ricercatori hanno scoperto che diversi cosiddetti eteroplasmi erano condivisi tra individui.

È un tipo speciale di variante genetica che dura solo poche generazioni ed è quindi un segno rivelatore di una sorta di connessione familiare.

Insieme al padre e alla figlia adolescente sono stati scoperti due parenti di secondo grado: un ragazzo e una donna adulta, forse una cugina, una zia o una nonna.

“Il fatto che abbiano vissuto allo stesso tempo è molto eccitante”, ha detto l’autore dello studio Laurits Skov.

“Ciò significa che probabilmente provenivano dalla stessa comunità sociale. Quindi per la prima volta possiamo usare la genetica per studiare l’organizzazione sociale di una comunità di Neanderthal”.

Un tesoro di scoperte

La grotta dove sono stati ritrovati i resti era uno scrigno di tesori per studi precedenti.

La grotta Chagyrskaya è stata scavata più volte negli ultimi 14 anni, trovando più di 80 frammenti di ossa e denti di Neanderthal, oltre a diverse centinaia di migliaia di strumenti in pietra e ossa di animali.

I Neanderthal a Chagyrskaya e in un’altra grotta, Okladnikov, cacciavano cavalli, bisonti e altri animali che migravano attraverso le vicine valli dei fiumi.

Hanno realizzato i loro strumenti con materie prime raccolte a decine di chilometri di distanza e i nuovi dati genetici forniscono ulteriori prove che i gruppi che vivevano nelle grotte erano strettamente collegati.

Un altro autore dello studio, Benjamin Peter, ha dichiarato: “Il nostro studio fornisce un quadro concreto di come potrebbe essere stata una comunità di Neanderthal.

“Mi fa sembrare i Neanderthal molto più umani.”

Grotta Chagyrskaya, Siberia.  Immagine: Bence Viola
Immagine:
Grotta Chagyrskaya, Siberia. Immagine: Bence Viola

Il lavoro precedente svolto presso il sito mostra anche che i Neanderthal hanno interagito con un’altra antica popolazione umana nota come Denisoviani.

Entrambi erano presenti nella regione per centinaia di migliaia di anni, e uno studio precedente ha scoperto che la madre e il padre di una ragazza delle caverne provenivano da ciascun gruppo.

Ma c’era una diversità genetica estremamente bassa all’interno della comunità trovata a Chagyrskaya, coerente con un piccolo gruppo di soli 10-20 individui.

Esplora il futuro con Sky News al Big Ideas Live 2022 per saperne di più su scienza e tecnologia.
Scopri di più e prenota i biglietti qui

Le grandi idee vivono nel 2022
Immagine:
Le grandi idee vivono nel 2022

Il resoconto più preciso dell’energia oscura e della materia oscura fino ad oggi

Gli scienziati risolvono un mistero di 50 anni: come si muovono i batteri?