in

I dinosauri non furono spazzati via da un asteroide 66 milioni di anni fa

Illustrazione di Pteranodon sp.  rettili volanti osservano un enorme asteroide che si avvicina alla superficie terrestre.  Si ritiene che un impatto simile abbia ucciso i dinosauri circa 65 milioni di anni fa.  L'impatto avrebbe gettato trilioni di tonnellate di polvere nell'atmosfera e avrebbe notevolmente raffreddato il clima terrestre, forse responsabile dell'estinzione di massa.  Si ritiene che uno strato di roccia ricca di iridio noto come confine K-pg sia il residuo dei detriti dell'impatto.

Un asteroide è stato davvero responsabile della morte dei dinosauri? (Getty)

Circa 66 milioni di anni fa, un gigantesco asteroide colpì il nostro pianeta, scatenando una terribile tempesta di fuoco che cancellò il sole e uccise i dinosauri.

O è? Un nuovo studio ha messo in dubbio la teoria secondo cui i dinosauri sono stati spazzati via da un solo asteroide delle dimensioni di una montagna, piuttosto che puntare il dito contro i vulcani.

I ricercatori ritengono che le eruzioni di “basalto mareale” giganti che attraversano il continente abbiano causato l’estinzione di massa – e altre nella storia della Terra.

La presenza di un asteroide ha solo peggiorato le cose, hanno detto.

Il loro studio, pubblicato nel Atti dell’Accademia Nazionale delle Scienze (PNAS) afferma che l’attività vulcanica sembra essere stata la causa principale dell’estinzione di massa.

Continua a leggere; Resti antichi potrebbero riscrivere la storia dell’intelligenza umana

In effetti, un certo tipo di attività vulcanica potrebbe anche spiegare altre estinzioni di massa nella storia, hanno detto i ricercatori.

Il coautore Brenhin Keller, assistente professore di geoscienze al Dartmouth College nel New Hampshire, ha dichiarato: “Tutte le altre teorie che hanno cercato di spiegare cosa ha ucciso i dinosauri, incluso il vulcanismo, sono state sopraffatte quando è stato scoperto il cratere da impatto Chicxulub”.

Ma, ha aggiunto, nonostante decenni di esplorazione, ci sono pochissime prove di eventi di impatto simili in coincidenza con le altre estinzioni di massa.

Keller ha detto: “Sebbene sia difficile determinare se una specifica eruzione vulcanica abbia causato uno specifico evento di estinzione di massa, i nostri risultati rendono difficile ignorare il ruolo del vulcanismo nell’evento di estinzione”.

I ricercatori hanno scoperto che quattro estinzioni di massa su cinque si sono verificate contemporaneamente a un tipo di eruzione vulcanica chiamata basalto alluvionale.

Queste eruzioni hanno inondato vaste aree – anche un intero continente – di lava in appena un milione di anni, in un batter d’occhio geologico.

Hanno lasciato enormi impronte digitali come prova: vaste regioni di roccia ignea a gradini (solidificata dalla lava eruttata) che i geologi chiamano “grandi province ignee”.

Per essere considerata “grande”, una provincia magmatica deve contenere almeno 100.000 chilometri cubi di magma.

Continua a leggere: Il misterioso “pianeta canaglia” potrebbe essere ancora più strano di quanto pensassimo

Per contesto, l’eruzione del Monte Sant’Elena del 1980 ha coinvolto meno di un chilometro cubo di magma.

Una serie di eruzioni nell’odierna Siberia ha innescato la più devastante estinzione di massa circa 252 milioni di anni fa, rilasciando una gigantesca esplosione di anidride carbonica nell’atmosfera e soffocando quasi tutta la vita.

Testimoniato dalle trappole siberiane, una vasta regione di roccia vulcanica delle dimensioni dell’Australia.

Le eruzioni vulcaniche hanno scosso anche il subcontinente indiano nel periodo della grande estinzione dei dinosauri, creando quello che oggi è noto come l’altopiano del Deccan. Simile all’impatto dell’asteroide, questo avrebbe avuto effetti globali di vasta portata, ricoprendo l’atmosfera di polvere e fumi nocivi, soffocando i dinosauri e altre forme di vita e alterando il clima per lunghi periodi di tempo.

I ricercatori hanno confrontato le migliori stime disponibili delle eruzioni di basalto alluvionale con periodi di drastiche estinzioni di specie su scala temporale geologica, incluse ma non limitate alle cinque estinzioni di massa.

Paul Renne, Professore in Residenza di Scienze della Terra e Planetarie presso l’Università della California, Berkeley, ha dichiarato: “I nostri risultati indicano che ci sarebbe stato, con ogni probabilità, un evento di estinzione del Cretaceo-Terziario su larga scala che, indipendentemente dal fatto che c’è stato un impatto o meno, che ora può essere mostrato in modo più quantitativo.

“Il fatto che ci sia stato un impatto ha indubbiamente peggiorato le cose”.

Il tasso di epidemia di Deccan Traps in India suggerisce che le condizioni per un’estinzione diffusa fossero poste anche senza l’asteroide, ha affermato l’autore principale Theodore Green.

Green, che ha condotto questa ricerca come parte del programma Senior Fellowship a Dartmouth e ora è uno studente laureato a Princeton, ha aggiunto che l’impatto è stato il doppio smacco che ha suonato a gran voce la campana a morto per i dinosauri.

Le esplosioni di basalto alluvionale non sono comuni nella documentazione geologica, ha detto Green. L’ultimo di scala comparabile ma molto più piccola si è verificato circa 16 milioni di anni fa nel Pacifico nord-occidentale degli Stati Uniti.

“Mentre la quantità totale di anidride carbonica rilasciata nell’atmosfera durante i moderni cambiamenti climatici è ancora molto inferiore alla quantità emessa da una grande provincia vulcanica, fortunatamente stiamo emettendo molto rapidamente”, ha detto Keller, “ecco perché preoccupatevi”.

Osserva: le tracce dei dinosauri compaiono dopo una siccità in Texas

L’aumento dell’illuminazione a LED “mette in pericolo la salute umana e animale” | Dintorni

Palla di fuoco ‘incredibile’ attraversa i cieli della Scozia e dell’Irlanda del Nord | posto