in

I cosmonauti russi indossano i colori ucraini mentre si imbarcano sulla Stazione Spaziale Internazionale | Notizie di scienza e tecnologia

I cosmonauti russi sono saliti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) con insolite tute spaziali gialle, suscitando la speculazione che la mossa fosse un tranquillo gesto di sfida a sostegno dell’Ucraina.

I tre uomini, Sergey Korsakov, Oleg Artemyev e Denis Matveyev, sono i primi ad essere accolti a bordo della ISS dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina a febbraio.

Il video di uno degli uomini mentre la loro capsula spaziale attraccava alla stazione lo mostrava con un tradizionale abito azzurro, ma questo è stato sostituito con un altro con i colori della bandiera ucraina prima che lui e i suoi colleghi entrassero effettivamente.

Segui gli aggiornamenti in tempo reale sulla guerra in Ucraina

I cosmonauti russi Sergey Korsakov, Oleg Artemyev e Denis Matveyev si sono vestiti con tute da volo gialle nei colori della bandiera ucraina durante una cerimonia di benvenuto dopo il loro arrivo alla Stazione Spaziale Internazionale venerdì
Immagine:
I cosmonauti russi Sergey Korsakov, Oleg Artemyev e Denis Matveyev sono arrivati ​​alla ISS

Era davvero un gesto di sfida?

Alla domanda sull’importanza della tuta spaziale, il signor Artemyev ha spiegato che ogni equipaggio può scegliere la propria tuta di volo per distinguersi dal resto.

“Era il nostro turno di scegliere un colore. Ma in realtà avevamo accumulato molto materiale giallo, quindi abbiamo dovuto usarlo. Ecco perché dovevamo vestirci di giallo”, ha detto.

Altro sulla Stazione Spaziale Internazionale

Tuttavia, alcuni hanno ipotizzato che la negazione potrebbe essere una qualità importante per una tale protesta, a condizione la soppressione del dissenso all’interno della Russia.

Il servizio stampa Roscosmos ha dichiarato sul suo canale Telegram: “A volte il giallo è solo giallo.

“Le tute da volo del nuovo equipaggio sono realizzate con i colori dell’emblema dell’Università tecnica statale di Mosca Bauman, dove tutti e tre i cosmonauti si sono laureati… Vedere la bandiera ucraina ovunque e in ogni cosa è pazzesco”.

Gli uomini sono giunti sulla ISS per unirsi a due connazionali russi, quattro americani e un tedesco, ma si teme che le ricadute diplomatiche della guerra in Ucraina potrebbero minare la cooperazione internazionale necessaria per mantenerla in orbita e in sicurezza per trattenere gli astronauti.

Il futuro del progetto è probabilmente limitato. La NASA ha rilasciato piani per il deorbitamento della struttura da 444.615 kg nel gennaio 2031 si è schiantato contro un “cimitero di navi spaziali” nel luogo più remoto della terra.

Ma dopo le sanzioni statunitensi alla Russia, il capo spaziale del paese ha avvertito che la Russia potrebbe ritirarsi completamente dal progetto molto prima, anche se gli scienziati della NASA non sembravano eccessivamente preoccupati.

Altre notizie dall’Ucraina:

La Russia lancia un “missile ipersonico” per la prima volta dall’invasione
Decine di soldati temevano la morte in un attacco alla caserma mentre dormivano
Più di 1.000 persone ancora intrappolate nel teatro bombardato
Sopravvivenza eccezionale come uomo salvato da sotto le macerie dopo ore
Boris Johnson afferma che Putin è “in preda al panico” per la rivoluzione di Mosca

In questa immagine fornita dall'Agenzia Spaziale Europea (ESA) e dalla NASA, la Stazione Spaziale Internazionale e lo space shuttle attraccato Endeavour orbitano attorno alla Terra durante la missione finale di Endeavour nello spazio il 23 maggio 2011
Immagine:
La NASA afferma che “non c’è tensione” tra il team della ISS

La NASA afferma “nessuna tensione” nella stazione spaziale

L’agenzia spaziale ha detto a Sky News che la cooperazione Russia-USA sulla ISS continua nonostante accese discussioni e il deterioramento delle relazioni sulla Terra.

“Non c’è davvero nessuna tensione nella squadra”, ha detto Joel Montalbano, responsabile del programma per la ISS. ha detto Sky News.

La scorsa settimana un video ironico è stato pubblicato sui social media dalla RIA Novosti, controllata dal governo russo, che mostra l’astronauta della NASA Mark T. Vande Hei mentre viene abbandonato sulla stazione spaziale dai cosmonauti.

La preoccupazione è cresciuta quando il video è stato ritwittato dal capo dell’agenzia spaziale russa Roskosmos, Dmitry Rogozin.

Era solo uno dei tanti tweet pungenti che il capo spaziale russo ha rivolto ai colleghi statunitensi ed europei da quando sono state imposte sanzioni alla Russia.

“Posso dirti con certezza che Mark tornerà a casa con questa Soyuz”, ha detto Montalbano in una conferenza stampa. “C’è stato qualche dibattito su questo, ma posso dire che tutti arriveranno”.

Parlando a Sky News all’inizio di questo mese, Juliana Suess, analista di ricerca presso RUSI, ha dichiarato: “La ISS sta continuando a funzionare normalmente al momento.

“In quanto tali, gli astronauti in addestramento negli Stati Uniti non sono stati richiamati e la collaborazione tra gli ingegneri dei rispettivi centri di controllo della missione continua.

“Una dichiarazione di Dmitry Rogozin, capo di Roscosmos, il 2 marzo ha messo in guardia contro la cessazione della cooperazione, ma solo dopo il 2024.

“Un arresto completo e improvviso della collaborazione sulla ISS sarebbe a dir poco difficile, poiché la salute e le operazioni dell’equipaggio dipendono dalle tecnologie in entrambi i segmenti.

“Fondamentalmente, il segmento russo ha la capacità di riavvio della stazione, mentre il segmento russo dipende a sua volta dal segmento americano per la sua alimentazione”.

Alison Hammond mostra la sua figura snella con un abito rosa mentre prende in giro un nuovo libro per bambini

A cosa giochi questo fine settimana? (19 marzo)