in

Guerra in Ucraina: Nestlé ritira KitKat e Nesquik dalla Russia dopo il contraccolpo, ma continua a vendere generi alimentari essenziali | notizie dal mondo

Nestlé ha annunciato che sta ritirando dalla Russia marchi famosi come le barrette di cioccolato KitKat e Nesquik a causa dell’invasione dell’Ucraina, ma continuerà a vendere generi alimentari essenziali nel paese.

Il colosso alimentare svizzero è stato criticato dal presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy per non aver seguito altre società occidentali nella cessazione delle attività in Russia.

Nestlé ha interrotto tutta la pubblicità e gli investimenti in Russia dopo l’offensiva militare di Vladimir Putin.

Tuttavia, la società ha dovuto affrontare un contraccolpo per non essere andata abbastanza lontano e, di conseguenza, ha smesso di vendere marchi come KitKat e Nesquik.

Guerra in Ucraina: il consigliere Putin lascia il governo ‘e fugge dalla Russia’ – segui gli aggiornamenti in tempo reale

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

Ucraina sull’orlo della sopravvivenza

I prodotti interessati, che includono anche cibo per animali domestici e caffè, rappresentano “la maggior parte del volume e delle vendite” in Russia, che nel 2021 hanno totalizzato 1,7 miliardi di franchi svizzeri (1,38 miliardi di sterline), ha affermato un portavoce dell’azienda.

Nestlé ha dichiarato in una dichiarazione: “Mentre la guerra in Ucraina infuria, le nostre attività in Russia si concentreranno sulla fornitura di cibo essenziale, non sul profitto.

“Rispettiamo pienamente tutte le sanzioni internazionali contro la Russia”.

Viene dopo che Zelenskyy ha sbattuto contro Nestlé in un discorso in streaming ai manifestanti in Svizzera sabato.

Disse: “‘Buon cibo. Bella vita.’ Questo è lo slogan di Nestlé, la tua azienda che si rifiuta di lasciare la Russia.

“Anche ora, quando ci sono minacce dalla Russia contro altri paesi europei. Non solo contro di noi. Se c’è anche un ricatto nucleare dalla Russia”.

Immagine:
La Russia ha condotto un’invasione dell’Ucraina lunga mesi

Sviluppi importanti

• Un funzionario della difesa statunitense ha detto a Reuters che la capacità di combattimento della Russia in Ucraina è scesa al di sotto del 90% dei livelli pre-invasione per la prima volta dall’inizio della guerra, indicando pesanti perdite
• Nella regione di Luhansk, nell’Ucraina orientale, dove i separatisti sostenuti dalla Russia hanno il controllo, è in atto un cessate il fuoco per evacuare i civili intrappolati dai combattimenti, afferma il governatore locale
• Le Nazioni Unite affermano di aver registrato 953 morti tra i civili e 1.557 feriti tra gli ucraini, mentre milioni sono fuggiti dalle loro case
“La cosa più spaventosa è che il mondo dimenticherà Mariupol”: i profughi raccontano le loro storie

Il primo ministro ucraino Denys Schmyhal ha dichiarato su Twitter che il capo della Nestlé Mark Schneider ha mostrato “nessuna comprensione” per la difficoltà di continuare gli affari in Russia.

Ha detto: “Pagare le tasse al bilancio di un Paese terrorista significa uccidere bambini e madri indifesi. Speriamo che Nestlé cambi idea presto”.

Le sue parole hanno anche portato al trend di #BoycottNestle su Twitter.

All’inizio di questo mese, Nestlé ha dichiarato di aver interrotto le spedizioni di prodotti non essenziali come le cialde di caffè Nespresso e l’acqua San Pellegrino.

Tuttavia, ha ancora venduto molti dei suoi altri prodotti.

Ha detto che continuerà a pagare i suoi 7.000 lavoratori in Russia, dove ha sei fabbriche che producono prodotti come piatti pronti, bevande e cibo per animali domestici.

Nestlé ha dichiarato: “Abbiamo una responsabilità nei confronti dei nostri oltre 7.000 dipendenti in Russia, la maggior parte dei quali sono locali.

“Anche se in Russia non ci aspettiamo di realizzare profitti nel Paese o di pagare le relative tasse per il prossimo futuro, tutti i profitti saranno donati alle organizzazioni di aiuto umanitario.

“Siamo lì con il popolo ucraino e i nostri 5.800 dipendenti”.

Segui il podcast quotidiano su Apple Podcasts, Google Podcasts, Spotify, Spreaker

L’ultima mossa significa che Nestlé venderà solo alimenti per lattanti e alimenti medici e ospedalieri.

Anche altri marchi internazionali come McDonald’s, L’Oreal, H&M e Apple hanno sospeso o limitato le loro operazioni in Russia.

Guida quotidiana a cosa riserva il tuo segno zodiacale per le tue date zodiacali

I giocatori di Elden Ring creano capolavori terrificanti con il Character Creator