in

Goldman Sachs cessa le nuove attività con il gruppo di private equity affiliato agli oligarchi

Goldman Sachs e Kirkland & Ellis hanno interrotto le nuove attività con Pamplona Capital Management, la società di private equity da 9 miliardi di dollari la cui potenza di fuoco deriva principalmente dal gruppo di investimento LetterOne dell’oligarca sanzionato Mikhail Fridman.

Le mosse di due dei più grandi e regolari consulenti di Pamplona arrivano come un duro colpo per il gruppo di acquisizione, almeno l’80% dei cui fondi provengono da LetterOne, secondo due persone che hanno familiarità con la questione.

La banca statunitense Goldman e lo studio legale Kirkland non sono gli unici consulenti che mettono in discussione i loro legami con Pamplona per capire fino a che punto si possono tagliare i legami con organizzazioni che non sono sanzionate ma che hanno legami con gli oligarchi russi, che lo sono.

Waystone, una società delle Isole Cayman che fornisce amministratori per fondi privati ​​nel paradiso fiscale, ha rassegnato le dimissioni da tutte le sue posizioni relative ai fondi di Pamplona il 4 marzo, giorni dopo che l’UE aveva imposto sanzioni a Fridman e Petr Aven, un altro azionista di LetterOne.

Anche UBS, Houlihan Lokey e Nomura stanno prendendo consulenza legale in relazione al rapporto con il gruppo di private equity, anche se i loro prossimi passi non sono chiari, hanno detto persone che hanno familiarità con la questione. Le banche hanno rifiutato di commentare.

La stessa Pamplona ha detto la scorsa settimana che avrebbe restituito i soldi di LetterOne mentre cerca di separarsi dal gruppo. Giovedì ha detto che avrebbe liquidato tre fondi, cosa che potrebbe essere fatta vendendo azioni di LetterOne o le società acquistate da Pamplona.

Il ritiro di alcune delle aziende più importanti del mondo da Pamplona è l’ultimo segno di come le vene della finanza che un tempo scorrevano con il capitale russo siano state ostruite da sanzioni volte a punire gli uomini d’affari legati al Cremlino per l’invasione dell’Ucraina da parte di Vladimir Putin.

Mostra anche come le sanzioni si stanno diffondendo all’economia in generale, facendo precipitare le aziende nell’incertezza sui legami con gli oligarchi russi. Nel Regno Unito, Holland & Barrett, il rivenditore di prodotti sanitari acquistato da LetterOne nel 2017, ha lottato per effettuare un pagamento di interessi programmato poiché una delle sue banche lotta per regolare la transazione.

LetterOne ha acquistato Holland & Barrett nel 2017 © Charlie Bibby/FT

Pamplona “ha ricevuto conferma da tutte le autorità competenti in materia di sanzioni che LetterOne, il suo unico investitore con collegamenti russi, non è soggetto a sanzioni e quindi Pamplona è libera di continuare con le sue operazioni quotidiane”, ha affermato un portavoce.

“Qualsiasi suggerimento che Pamplona sia a rischio di essere sanzionata è completamente falso”, ha affermato, aggiungendo che nessun investitore o individuo sanzionato “ha mai avuto alcun interesse vantaggioso o influenza sul gestore degli investimenti”.

LetterOne ha affermato che “non è sanzionato e ciò è stato confermato dalle autorità competenti nel Regno Unito e in Lussemburgo”.

Tre dei maggiori azionisti di LetterOne, Fridman, Aven e German Khan, sono stati sanzionati nel Regno Unito e nell’UE in risposta all’invasione russa dell’Ucraina, il che significa che oltre il 50% di LetterOne è di proprietà di individui sanzionati. Tutti e tre si sono dimessi da LetterOne questo mese in risposta alle sanzioni e la loro partecipazione è stata congelata. L’UE ha anche sanzionato un altro fondatore di LetterOne, Alexey Kuzmichev, questo mese.

Pamplona è diventata un attore sempre più importante nel settore del private equity. Con sede in Park Lane a Londra, a pochi metri dal rinomato Dorchester Hotel, l’azienda ha stretto legami con consulenti di livello mondiale quando ha acquistato attività che vanno dalla società di disinfestazione Pelsis con sede nello Yorkshire all’azienda olandese di snack Signature Foods.

Pamplona aveva in gestione 9 miliardi di dollari a dicembre 2020, secondo un deposito normativo.

Pamplona è stata fondata nel 2004 da Alex Knaster, che gestiva l’Alfa-Bank dopo la crisi finanziaria russa del 1998. Alfa-Bank, fondata da Fridman e di cui Aven era presidente, è stata sanzionata giovedì dalla Gran Bretagna.

Pamplona è stata fondata nel 2004 da Alex Knaster, che gestiva l’Alfa-Bank dopo la crisi finanziaria russa del 1998 © Gabriele Masotti/Getty Images

Fridman e Aven hanno capitalizzato una manna nel 2013 – vendendo la loro partecipazione nella compagnia petrolifera russa TNK-BP a Rosneft – per creare LetterOne, la società di investimento che poi ha versato denaro a Pamplona.

L’accordo TNK-BP valeva oltre $ 500 milioni per Knaster, secondo una persona che ha familiarità con la questione.

Knaster è anche sponsor di una società di acquisizione da 345 milioni di dollari insieme a Edward Eisler, ex partner di Goldman Sachs.

Eisler ha lasciato Goldman nel 2012 ed è stato Presidente del Comitato Investimenti e Rischi di LetterOne tra il 2015 e il 2017.

Goldman Sachs ha lavorato più volte con Pamplona. Il braccio di gestione patrimoniale di EQT ha acquistato la società farmaceutica Parexel con sede a Pamplona a novembre. La banca ha guidato l’IPO di Privia Health nell’aprile 2021, in cui le operazioni di merchant banking di Pamplona e Goldman rimangono i principali azionisti dopo aver investito nella società nel 2014.

“Abbiamo solidi processi e procedure attorno a ogni transazione che includono considerazioni normative e reputazionali più ampie”, ha affermato un portavoce della banca.

Un altro collegamento tra Goldman e LetterOne è Michael Casey, che era responsabile del settore della vendita al dettaglio europea presso Goldman Sachs quando ha consigliato all’allora proprietario Carlyle Group di Holland & Barrett la sua vendita a LetterOne. Un mese prima dell’annuncio dell’accordo, Casey ha lasciato Goldman Sachs per unirsi a LetterOne, dove ora è senior partner e presidente di Holland & Barrett.

Kirkland & Ellis, che ha lavorato per Pamplona in diverse transazioni negli ultimi anni, ha cessato la nuova attività di consulenza con il gruppo, hanno affermato due persone a conoscenza della questione, anche se hanno aggiunto che continua in situazioni in cui in precedenza era in grado di dare qualche consiglio per il gruppo ha lavorato. Pamplona rappresenta una parte molto piccola degli affari dello studio legale, ha aggiunto una delle persone.

Kirkland non ha risposto a più richieste di commento.

Le sanzioni hanno portato a una certa autoriflessione tra le istituzioni finanziarie. Un banchiere che ha lavorato per Pamplona ha detto di trovarsi in una situazione difficile perché il suo studio “non ha l’abitudine di perdere clienti”.

Nel frattempo, il ruolo di Waystone nel fornire registi per Pamplona è stato rilevato dal gruppo rivale delle Isole Cayman Calderwood, secondo una persona che ha familiarità con la questione.

“Lavoro con Pamplona da molto tempo”, ha detto Ronan Guilfoyle, co-fondatore e direttore di Calderwood, ma ha rifiutato di commentare ulteriormente.

“Continuiamo a utilizzare un certo numero di fornitori di servizi aziendali nelle Isole Cayman e le nostre operazioni rimarranno inalterate”, ha affermato Pamplona.

Segnalazioni aggiuntive di Daniel Thomas e Mark Vandevelde

Gli scienziati risolvono il mistero del calore estremo del sole e la sua connessione con le condizioni meteorologiche spaziali

Stock PS5 UK – live: aggiornamenti delle azioni da gioco, Smyths, curry e altro ancora