in

Gli sviluppatori ucraini di Sherlock Holmes discutono di come si sviluppano durante una guerra

Nota dell’editore: La guerra in Ucraina è una questione in corso, dolorosa ed emotiva. IGN incoraggia i membri della comunità a essere rispettosi quando si impegnano in conversazioni relative a questo argomento e non sostiene molestie di alcun tipo.

Lo sviluppatore di Sherlock Holmes: Chapter One Frogwares ha sede in Ucraina e il team ha condiviso un po’ di com’è sviluppare un gioco durante una guerra.

Sherlock: Holmes: Chapter One è stato rilasciato il 15 novembre 2021 e Frogwares ha appena annunciato che non solo il DLC M for Mystery è ora disponibile su PC, PS5 e Xbox Series X/S, ma arriverà anche Sherlock Holmes: The Devils Daughter il 7 aprile 2022 su Switch.

Frogwares ha sede a Kiev, in Ucraina (gli uffici sono a Dublino, in Irlanda) e il team ha affermato che “sebbene sia stato coinvolto in una terribile guerra, il team a maggioranza con sede in Ucraina lo ha fatto tramite partner esterni e una manciata di dipendenti remoti. Vogliono adattarsi alla situazione ora e fare il possibile per mantenere lo studio semifunzionale e a galla”.

“In parole povere, ora più che mai abbiamo bisogno di mantenere lo studio vivo e funzionante al meglio delle nostre capacità”, ha affermato Wael Amr, CEO di Frogwares. “Nessuno nella squadra dovrebbe lavorare, solo chi può e vuole farlo. Alcuni membri del team sono diventati volontari a tempo pieno negli sforzi umanitari in tutto il paese. Altri si sono uniti alle Forze di Difesa. Il resto si trova in aree, luoghi diversi e più sicuri all’estero o in tutto il paese e ha accettato di lavorare in remoto e continuiamo a pagare tutte queste persone come una squadra.

“Per coloro che combattono o si offrono volontari, ognuno dei loro posti nella squadra li aspetterà alla fine della guerra. Ma essenzialmente attraverso una raccolta di collaboratori che sono fuggiti dall’Ucraina nei paesi vicini dell’UE, o che si sono trasferiti in aree più sicure che attualmente fanno funzionare Frogwares. Siamo uno studio indipendente senza finanziamenti esterni, investitori o società madre che ci tengono a galla.

“Quindi dipende solo da noi e attraverso il supporto dei nostri giocatori che vogliono giocare ai nostri giochi che mantengono vivo questo studio. E mentre questa guerra si trascina, noi e il popolo di tutta l’Ucraina stiamo vedendo che, anche se non sono direttamente coinvolti nei combattimenti, devono in qualche modo portare avanti le cose. Quindi, quando tutto sarà finito ed è ora di ricostruire e ripartire, non si parte da zero”.

Per saperne di più su questo conflitto e su come puoi aiutare, leggi come altri membri dell’industria del gioco e dell’intrattenimento stanno dando il loro sostegno, perché le società di gioco e intrattenimento stanno ricevendo sostegno in Russia e come puoi aiutare i civili ucraini.

Hai un consiglio per noi? Vorresti parlare di una possibile storia? Si prega di inviare una e-mail a newsstips@ign.com.

Adam Bankhurst è uno scrittore di notizie per IGN. Potete seguirlo su Twitter @Adam Bankhurst e inoltre Tira fuori.

M&S si scusa dopo che il personale ha smesso di impedire a mamma “piena di tè” di usare il bagno

Homebase apre un nuovo negozio a Coventry