in

Gli sviluppatori di Starfield parlano dei compagni della vecchia scuola e delle statistiche dei giochi di ruolo in un nuovo video

Starfield è sicuramente il più grande gioco ancora in arrivo nel 2022, ma i dettagli sul prossimo grande gioco di ruolo di Bethesda continuano a emergere. L’ultimo video di sviluppo di Into The Starfield offre più informazioni sul gioco di qualsiasi altra cosa che abbia mai visto prima. Non contiene quasi materiale di gioco, intendiamoci, ma contiene riferimenti a compagni, storie d’amore, punti di partenza dei personaggi, un nuovo sistema di persuasione dei dialoghi che mira a migliorare quello di Oblivion e Bethesda che torna alle sue radici RPG del vecchio ritorno a scuola.

Ecco il video con il Game Director Todd Howard, il Design Director Emil Pagliarulo, il Lead Quest Designer Will Shen e il Lead Artist Istvan Pely.

Starfield è il primo nuovo universo di Bethesda dopo secoli, ma gran parte della chat nel video ruota attorno al ritorno ad alcune vecchie idee. “Molti di noi lo fanno insieme da molto tempo”, dice Howard. “È bello poter tornare ad alcune cose con Starfield che non abbiamo fatto: i background, i tratti, la definizione del personaggio, tutte quelle statistiche. Penso che ci siano così tanti giochi che fanno queste cose che le persone sono pronte per qualcosa che fa molte delle cose che, sai, portano i vecchi giochi di ruolo hardcore – alcuni che facevamo noi – in un nuovo modo di giocare .

Si parla anche di Starfield come simulazione e sviluppo di un gioco in grado di gestire il caos dei giocatori. Non vengono offerti esempi specifici, ma ci sono principi di progettazione da cui la serie Elder Scrolls alla fine si è ritirata, come la capacità di uccidere qualsiasi personaggio, che mi piacerebbe vedere tornare.

Sembra anche che stiano cercando di fare un passo avanti significativo con alcuni vecchi standard Bethesda, come i compagni. Howard dice che si sono concentrati sul rendere significativi i sentimenti degli altri personaggi per te, mentre Pely osserva che i compagni possono commentare le cose che stai guardando mentre esplori. Entrambi sono commenti che si potrebbero teoricamente fare sui compagni di Fallout 4 o, in misura minore, su Skyrim, ma è un chiaro obiettivo per Starfield. C’è anche una menzione estremamente breve di “romanticismo”, sebbene legata agli elementi “romanticismo, mistero, avventura” del gioco, che è vaga. Posso baciare un robot o no, Bethesda?

Forse il più interessante è il riferimento al controverso (capacità?) sistema di credenze di Oblivion. “Ci siamo seduti e, è stato divertente, non abbiamo iniziato con ‘Facciamo un’evoluzione, guardiamo indietro al vecchio sistema di Oblivion,’ ma ci sono alcune battute lì”, dice il capo progettista Shen. “Devi pensare, ‘Qual è il mio rischio qui? Quale voglio prendere?’. Non volevamo che fosse un sistema in cui c’è sicuramente la cosa giusta da dire”. Ancora una volta, non c’è uno sguardo al nuovo sistema, solo filmati di Oblivion, ma anche il fatto che stiano cercando di far sentire i personaggi meno come macchine di ricerca è incoraggiante.

Dato il potenziale per essere coinvolto in un grande e ambizioso gioco di ruolo come Starfield, sono contento di averlo visto così poco in questa fase. Tuttavia, spero che tutti quegli elementi a cui si fa riferimento che lo fanno sembrare parte di un lignaggio con i precedenti giochi Bethesda facciano tutti un ambizioso balzo in avanti.

Approvato il nuovo farmaco AstraZeneca che riduce il rischio Covid

Billie Faiers si unisce al marito Greg Shepherd e ospita Luisa Zissman al gala annuale per Haven House