in

Gli scienziati stanno creando una sostanza che può sentire

Gli scienziati hanno creato un pezzo di stoffa che può sentire.

Ad esempio, è in grado di trasformare una maglietta in qualcosa come un microfono: convertendo il suono in vibrazioni e segnali elettrici per registrarli. Lo fa secondo gli stessi principi dell’orecchio umano.

E l’udito del fazzoletto è incredibilmente preciso: può captare suoni che vanno da una biblioteca tranquilla a una strada trafficata e persino individuare la direzione di rumori improvvisi.

Potrebbe essere usato per una serie di scopi, dicono i suoi creatori, incluso essere cucito nei vestiti in modo che possano sentire il battito del cuore del loro proprietario.

“Se indossi un indumento acustico, puoi parlarci per rispondere alle chiamate e comunicare con gli altri”, ha affermato l’autore principale Yet Wan, che ha sviluppato la tecnologia al MIT.

“Inoltre, questo tessuto può entrare in contatto impercettibilmente con la pelle umana, consentendo a chi lo indossa di monitorare comodamente, continuamente, in tempo reale ea lungo termine il proprio stato cardiaco e respiratorio”.

I tessuti vibrano tutti in risposta al suono, sebbene queste vibrazioni siano generalmente piccole e impercettibili. In generale, il loro principale rapporto con il rumore è quello di attutirlo e storicamente sono stati utilizzati come insonorizzazione in spazi in cui le perdite o gli echi dovrebbero essere ridotti al minimo.

Tessuti acustici sul telaio

(Fink Lab MIT/Elizabeth Meiklejohn RISD)

Tuttavia, il nuovo studio reinventa il modo in cui il tessuto risponde al suono: i ricercatori lo hanno ricavato da un materiale che converte ogni movimento del tessuto in un segnale elettrico, e lo fa con il suono.

Durante il test, il tessuto è stato in grado di captare un’ampia gamma di suoni e vibrare in proporzione ai suoni che si verificano intorno ad esso. “Questo dimostra che le prestazioni della fibra sulla membrana sono paragonabili a quelle di un microfono palmare”, ha affermato Grace Noel, coautrice dell’articolo.

Hanno quindi intrecciato questo tessuto acustico in filati più tradizionali, creando un pezzo di tessuto che poteva essere drappeggiato e lavato come un tessuto tradizionale.

I ricercatori l’hanno descritta come una giacca leggera, a metà tra il denim e una camicia di peso.

Anche se convertito in un tessuto indossabile – essendo cucito sul retro di una maglietta – potrebbe comunque captare il suono delle persone che sbattono le mani intorno ad esso. È stato in grado di trovare l’angolo con cui stavano battendo le mani entro un grado da dieci piedi di distanza.

I ricercatori hanno suggerito tutta una serie di possibili opzioni per mettere in pratica il tessuto: apparecchi acustici, abbigliamento in grado di comunicare, tessuti in grado di tracciare le risposte del corpo delle persone che li indossano e altre possibilità che vanno anche oltre l’abbigliamento tradizionale.

“Può essere integrato nelle pelli dei veicoli spaziali per sentire (accumularsi) la polvere spaziale o essere incorporato negli edifici per rilevare crepe o allungamenti”, ha affermato Yan in una nota. “Può anche essere intrecciato in una rete intelligente per monitorare i pesci nell’oceano. La fibra apre possibilità di vasta portata”.

Kanye West bandito da Instagram dopo aver insultato Trevor Noah | Kanye West

Ocado aumenta i prezzi mentre i costi salgono, avverte che la guerra in Ucraina si aggiunge alle preoccupazioni sull’inflazione | notizie di affari