in

Gli ingegneri della NASA risolvono i problemi di trasmissione della telemetria da Voyager 1 • The Register

La NASA conosce il “come” ma non il perché di un pasticcio di instradamento dei dati di telemetria che ha portato a informazioni “confuse” sulla posizione della sonda Voyager-1 di 45 anni che sono state inviate ai controllori di missione a terra.

Ieri sera gli ingegneri dell’agenzia spaziale hanno annunciato una soluzione al problema e hanno affermato di aver scoperto che i dati venivano instradati nel posto sbagliato: un computer di bordo, secondo il team, “noto per non essere anni fa”, ha smesso di funzionare” che poi ” danneggiato” le informazioni”.

L’ingegnere di propulsione della Voyager Todd Barber ha definito la riparazione a miliardi di miglia di distanza “l’ultima telechirurgia” e ha detto che il team è stato “contentissimo” dopo essere stato “stordito” dall’assurda telemetria di controllo dell’assetto. “Non siamo stati in grado di ottenere alcuna informazione sulla salute e sulla sicurezza per quanto riguarda l’orientamento del veicolo spaziale o il funzionamento del motore”, ha osservato.

Il personale di terra ha bisogno dei dati del venerabile Attitude Articulation and Control System (AACS) della sonda degli anni ’70 per controllare l’orientamento del veicolo spaziale. Una delle funzioni più importanti dell’AACS è puntare l’antenna ad alto guadagno del Voyager 1 esattamente verso la Terra, altrimenti non trasmetterà i dati a casa.

Quando il problema è emerso per la prima volta in “marzo o aprile”, i tecnici di Pasadena si sono affrettati a sottolineare che la nave, che è entrata nello spazio interstellare nel 2012 ed è attualmente l’oggetto creato dall’uomo più lontano dalla Terra, funzionava normalmente.

Ha ricevuto ed eseguito ordini dalla Terra, ha raccolto e restituito dati scientifici, il tutto senza compromettere il segnale, suggerendo che le letture AACS erano davvero in buone condizioni. Il team ha affermato che all’epoca i dati ricevuti non “riflettevano alcun possibile stato in cui potrebbe trovarsi l’AACS”, aggiungendo: “Neanche il segnale della Voyager 1 si è indebolito, suggerendo che”. l’antenna rimane nel suo orientamento prescritto rispetto alla Terra.”

Suzanne Dodd, project manager di Voyager, ha affermato che poiché il team aveva dei sospetti sul problema sottostante, ha optato per una soluzione a basso rischio: ordinare all’AACS di inviare i dati al computer corretto, che è stata confermata dalla loro tesi come sembra aver lavorato.

Non è ancora noto il motivo per cui la sonda ha iniziato a inviare dati di telemetria alla casella sbagliata, ma la NASA afferma che probabilmente ha ricevuto un comando errato generato da un altro computer di bordo. “Se è così, indicherebbe che c’è un problema da qualche altra parte sul veicolo spaziale”, ha aggiunto il team del JPL, dicendo che avrebbe continuato a cercare il problema sottostante ma non pensava che fosse una “minaccia” per molto tempo. tempo di Voyager 1. Salute a termine.

video Youtube

Il fatto che 45 anni dopo stiamo ancora ricevendo dati dalla nave, attualmente a 22,5 miliardi di chilometri (14 miliardi di miglia, o circa 20 ore di luce) dalla Terra, è straordinario e alcuni dei membri del team originale erano sul posto ieri per discutere esso .

Sonda Voyager.  Immagine: NASA/JPL-Caltech

La NASA sta costruendo per sempre: la missione Voyager è ancora in corso dopo 45 anni

CONTINUA A LEGGERE

L’ingegnere di propulsione Barber ha elencato gli attuali problemi con il veicolo. “Perdiamo 4 watt [of power] un anno sull’astronave; le cose sono follemente fredde; le linee del propellente stanno per gelare; Abbiamo avuto problemi con i chip dei computer”, ha detto, aggiungendo che era “un po’ come tenere in funzione una vecchia macchina: sono geriatrici per gli standard della NASA, ed è stato il lavoro di ingegneria più difficile che abbia mai fatto in tutta la mia carriera”. ha fatto, ma anche il più divertente”.

Lanciata nel 1977, la sonda, con un’antenna radio larga 3,7 metri (12 piedi), è stata originariamente progettata per i cinque anni che l’agenzia ha ritenuto necessari per completare le immagini ravvicinate di Giove e Saturno, degli anelli di Saturno, e le lune maggiori dei due pianeti.

Il registro ha trovato interessante che il problema della telemetria sia stato divulgato a maggio, ma quando gli ingegneri della Voyager sono entrati in funzione ieri, sembra che sia iniziato molto prima, a marzo o aprile, spingendoci a discutere il processo di verifica delle informazioni anche sulle navi d’epoca Wonder. Barber ha anche osservato che “oggi abbiamo annunciato la correzione”.

Parlando ampiamente della resilienza di Voyager, l’assistente scienziato del progetto Linda Spilker ha detto ieri durante la sessione di domande e risposte dal vivo: “Tutti i computer su Voyager sono ridondanti e sapevamo da un precedente passaggio ravvicinato Pioneer che ha superato Giove che l’ambiente di radiazione da Giove era piuttosto difficile. Quindi abbiamo fatto molte cose per rendere i due Voyager più resistenti alle radiazioni, e questo non solo li ha avvantaggiati nei loro sorvoli di Giove, ma ora nello spazio interstellare, dove questi raggi cosmici o raggi ad alta energia sono più forti — questo piccolo extra la protezione è silenziosa sul lavoro.”

Quando è stata l’ultima volta che hai commesso errori nella tecnologia degli anni ’70? Fateci sapere nei commenti qui sotto. ®

La missione Apollo della NASA come mai vista prima, con 35.000 foto d’archivio restaurate per fornire informazioni dettagliate

Secondo uno studio, le meduse “immortali” offrono indizi su come migliorare la longevità umana