in

Evraz afferma che i pagamenti delle obbligazioni sono stati bloccati a causa delle sanzioni di Abramovich

Evraz, il produttore siderurgico quotato a Londra in parte di proprietà di Roman Abramovich, ha affermato che gli è stato impedito di pagare gli interessi su una delle sue obbligazioni, una mossa che crede fosse collegata alle sanzioni britanniche contro il miliardario russo-israeliano.

In una dichiarazione alla Borsa di Londra lunedì, Evraz ha avvertito che la sua incapacità di pagare la cedola su un’obbligazione da 700 milioni di dollari in scadenza il prossimo anno potrebbe farla insolvere sul suo debito.

La società ha dichiarato di aver inviato il pagamento di 18,9 milioni di dollari a un’unità della Société Générale con sede a New York, la sua cosiddetta banca corrispondente, due giorni prima del pagamento programmato di lunedì. In genere, SocGen inoltra il denaro all’agente di pagamento delle obbligazioni, un’altra banca, che a sua volta distribuisce il denaro agli obbligazionisti.

Ma SocGen ha sospeso il pagamento “per motivi di conformità”, ha affermato Evraz, anche se la società ha fornito “tutte le informazioni richieste in merito a questo pagamento, alla sua sostanza economica e natura”.

Il blocco mette in evidenza le complicazioni affrontate dalle società russe e affiliate alla Russia che cercano di onorare il debito dopo che le sanzioni occidentali senza precedenti hanno bloccato il paese dai sistemi di pagamento internazionali.

Evraz ha affermato di “comprendere che la situazione ha le sue radici” nella decisione del Regno Unito di sanzionare Abramovich questo mese, una mossa che ha colpito il proprietario del Chelsea Football Club con un congelamento completo dei beni e un divieto di viaggio e anche con la sospensione del trading di azioni della società a Londra.

La società ha affermato di non essere stata sanzionata, ripetendo i suoi precedenti commenti secondo cui Abramovich “non aveva alcun controllo effettivo” su Evraz attraverso la sua quota del 28,6%. Ha aggiunto di aver chiesto chiarimenti e conferme al Tesoro del governo del Regno Unito e all’Ufficio degli esteri, del Commonwealth e dello sviluppo sulla questione.

Evraz ha rifiutato di fornire ulteriori dettagli quando gli è stato chiesto un commento. Anche la Société Générale ha rifiutato di commentare, mentre il Dipartimento del Tesoro non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Evraz ha affermato che “a parte un malfunzionamento nell’infrastruttura finanziaria, non ci sono ragioni per un possibile default”. Evraz ha “liquidità sufficiente” per coprire il pagamento, ha aggiunto. Il 4 aprile è previsto il pagamento degli interessi su un’altra obbligazione.

La società è costituita nel Regno Unito ma ha attività siderurgiche e minerarie in paesi come Russia, Ucraina, Kazakistan, Stati Uniti e Canada.

Sanzionando Abramovich, il governo britannico affermò che Evraz produceva acciaio per carri armati russi e forniva al governo russo beni e servizi che avrebbero potuto aiutare a invadere l’Ucraina. A quel tempo, Evraz ha negato le affermazioni e ha cercato di rassicurare gli investitori sui suoi legami con l’oligarca.

Bollettino bisettimanale

L’energia è il business essenziale del mondo e Energy Source è la tua newsletter. Ogni martedì e giovedì, Energy Source ti porta le ultime notizie, l’analisi delle tendenze e le informazioni privilegiate direttamente nella tua casella di posta. Iscriviti qui.

Abramovich ha assunto il controllo diretto della sua partecipazione del 28,6% in Evraz a febbraio, che in precedenza deteneva tramite Greenleas International Holdings, una società costituita nelle Isole Vergini britanniche.

Gli investitori si erano preparati a un’ondata di insolvenze da parte delle società russe a seguito delle sanzioni per punire il presidente russo Vladimir Putin per aver invaso l’Ucraina. Tuttavia, alcune società russe, tra cui Gazprom e Rosneft, hanno sorpreso i mercati effettuando pagamenti agli investitori occidentali.

La scorsa settimana il governo russo ha effettuato un pagamento di 117 milioni di dollari su due dei suoi titoli di Stato denominati in dollari, anche se il processo ha richiesto più tempo del solito poiché le banche coinvolte nella catena di pagamento hanno chiesto assicurazioni dalle autorità statunitensi che sarebbero state in grado di gestire il contante .

Kylie Jenner mostra l’elegante cameretta del figlio Wolf completa di orsacchiotto Louis Vuitton

Come annullare l’abbonamento a Google Stadia Pro