in

Enigma solare: scoperte misteriose increspature sul sole, che si muovono a velocità che ‘sfuggono a qualsiasi spiegazione’ | Scienza | Messaggi

L’interno del Sole, come altre stelle, non può essere ripreso utilizzando metodi astronomici convenzionali come telescopi ottici oa raggi X. Di conseguenza, gli scienziati si affidano agli studi sulla firma superficiale di varie onde che si muovono all’interno del Sole per saperne di più su ciò che sta accadendo all’interno della stella, proprio come i geologi usano le onde sismiche per dedurre la struttura dell’interno della Terra. In questo modo, l’analisi delle increspature del Sole appena identificate potrebbe aiutare a migliorare la nostra comprensione della natura e dell’evoluzione delle stelle.

Lo studio è stato condotto dal fisico solare Dr. Chris Hanson del Center for Space Science presso la New York University (NYU) Abu Dhabi e i suoi colleghi.

Per identificare le onde, il team ha analizzato 26 anni di dati raccolti da telescopi terrestri e spaziali.

I movimenti – chiamati onde di vortice retrogrado ad alta frequenza – si manifestano come schemi di vortici vorticosi sulla superficie del Sole vicino all’equatore della stella, ciascuno dei quali forma una piccola cellula.

Ogni onda, hanno detto i ricercatori, viaggia nella direzione opposta alla rotazione del Sole, il che significa che i movimenti nell’emisfero settentrionale della stella sono antisimmetrici rispetto a quelli nell’emisfero meridionale, penetrando fino a una profondità del tre percento del raggio del Sole.

Ma la loro caratteristica più strana è che si muovono tre volte più velocemente di quanto possa essere spiegato dalla sola teoria idrodinamica.

Secondo il team, interazioni complesse tra altre onde solari più note e convezione, campi magnetici o forze gravitazionali potrebbero potenzialmente guidare le onde retrograde ad alta frequenza a questa velocità.

dott Hanson ha detto: “Se le onde retrograde ad alta frequenza potessero essere attribuite a uno di questi tre processi, la scoperta avrebbe risposto ad alcune delle domande senza risposta che abbiamo sul Sole”.

Ha aggiunto: “Tuttavia, queste nuove ondate non sembrano essere il risultato di questi processi.

“È eccitante perché porta a domande completamente nuove”.

LEGGI DI PIÙ: Buchi neri pelosi: il mistero di Stephen Hawking è finalmente risolto

I ricercatori hanno aggiunto: “Apparentemente i componenti mancano o non sono sufficientemente vincolati nei modelli standard del Sole e determinare il meccanismo responsabile dei modi retrogradi ad alta frequenza approfondirà la nostra comprensione dell’interno del Sole e delle stelle”.

“È interessante notare che il Sole non è l’unico a mostrare tali modalità ad alta frequenza di origine indeterminata. Ad esempio, la scoperta di onde inspiegabili simili a quelle di Rossby nell’oceano tre decenni dopo lascia ancora perplessi gli scienziati dell’atmosfera.

“Le onde oceaniche di Rossby su latitudini tropicali mostrano velocità di fase elevate, fino a quattro volte più veloci della teoria di Rossby standard.

“Quindi, il ricorso alla letteratura atmosferica può aiutarci a comprendere meglio la fisica che guida le onde retrograde ad alta frequenza”.

I risultati completi dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Nature Astronomy.

La navicella Solar Orbiter cattura il Sole completo con dettagli senza precedenti

Indignazione per l’online banking in calo per i clienti Lloyds, Halifax e Bank of Scotland | Finanza personale | finanza